politica

Il Comune lancia l'idea: un mercato a km 0 in piazza del Mercato

 

Gli assessori Urbani e Flavoni hanno presentato la proposta alle associazioni di categoria: ”Vogliamo che sia uno stimolo ulteriore in questo grave momento di difficoltà”

 

Rilanciare l’economia e la produzione tipica locale nelle delicate fasi della ripartenza post-lockdown da Coronavirus ed organizzare un mercato di prodotti a km0 in uno spazio suggestivo del centro storico, nelle immediate adiacenze di piazza del Mercato, splendida cornice e antica sede del mercato cittadino: questa l’idea al centro di un incontro che giovedì scorso l’assessore alla cultura e allo sviluppo economico Ada Urbani e l’assessore all’urbanistica e al commercio Francesco Flavoni hanno avuto a palazzo Mauri con i rappresentanti di Confagricoltura, Coldiretti, CNA e degli agriturismi del territorio, i quali si sono dichiarati disponibili a lavorare per la realizzazione della proposta.

L’obiettivo, oltre a quello di far partecipare i produttori alla Fiera di Sant’Antonio, è quello di arricchire con le loro eccellenze la proposta dei mercati settimanali già presenti in città, focalizzando l’attenzione del consumatore sulla produzione agro-alimentare di qualità del territorio. L’individuazione, in centro storico, di un appuntamento fisso settimanale per creare un evento di richiamo e di eccellenza ha raccolto l’apprezzamento dei presenti.

“Vogliamo creare un’opportunità - hanno detto Urbani e Flavoni - per stimolare gli operatori economici e i produttori locali a riprendere le loro attività di impresa in questo grave momento di difficoltà. L’occasione di far esporre i loro migliori prodotti in quello che viene considerato il salotto prestigioso della città, contando tra l’altro sul gradimento assicurato dalla genuinità dei cibi della migliore cultura agro-alimentare e biologica del nostro territorio, crediamo possa funzionare da prezioso stimolo”.

“Le tipicità e unicità del nostro comparto enogastronomico fanno parte delle coordinate essenziali - ha concluso la Urbani - insieme alla salubrità dell’aria, allo straordinario patrimonio ambientale, alla nostra ricchezza storico-architettonica, alla nostra eccellente qualità della vita, da cui intendiamo sviluppare percorsi e proposte di turismo integrato”.



I commenti dei nostri lettori

Mariateresa

1 mese fa

Se non ricordo male si è tentato in un recente passato il mercato in piazza così detto km 0 peccato che il significato del km 0 non sia molto chiaro alla maggior parte dei venditori mi è rimasto nella memoria lo sconcerto di un gruppetto di romani a cui un panino Con prosciutto costò sette euro non sono a conoscenza del perché il km 0 finì spero che questa volta abbia successo ma forse vanno corretti alcuni comportamenti le bancarelle intese non come negozi di lusso ma come è costume dei paesi del nord per fare la spesa e avere un prodotto migliore a giusto costo

comitato 19 giugno

1 mese fa

Finalmente! Ci voleva tanto? Speriamo che sia l'inizio del Parco.

Luigi cintioli

1 mese fa

Ada,con queste idee Spoleto diventerà la nuova tarfufo Valley ——- Che tristezza........ ”La vita è pienamente conosciuta solamente da colore che soffrono, perdono, sopportano le avversità e inciampano di sconfitta dopo sconfitta“. – Anais Nin Tu hai mai conosciuta pienamente la vita? Commento politico e non personale Ti stimo comunque Luigi cintioli

Non importa come ma bisogna muoversi.

1 mese fa

Più che un'idea è una scopiazzatura. Comunque va bene anche così.

Signor Smith

1 mese fa

Ottima iniziativa che spero possa avviarsi al più presto. Segnalo, come esempio, quanto avviene da tempo a Roma, in uno spazio adiacente al Circo Massimo: il mercato "Campagna Amica". Oltre a prodotti del territorio ci sono incontri, corsi, animazione per bambini ed uno spazio ristorazione molto apprezzato. È organizzato da Coldiretti che, voglio sperare, non mancherà di offrire suggerimenti ed esperienze sul campo. https://www.campagnamica.it/la-nostra-rete/mercato/mercato-di-campagna-amica-al-circo-massimo-di-roma/#thumb

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.