società

Musei attrattivi e rilancio del centro storico: dal Gal in arrivo 360 mila euro

 

Quattro i progetti elaborati dal Comune: previsto anche il miglioramento energetico e del sistema di illuminazione di palazzo Mauri

 

Approvati dalla giunta comunale i progetti esecutivi ammessi a finanziamento dal GAL (Gruppo di Azione Locale) Valle umbra e Sibillini lo scorso ottobre. Nell’ultima seduta, infatti, sono state vagliate le schede progettuali elaborate dall’Assessorato Cultura, Sviluppo economico, Fondi europei e valorizzazione del Centro storico guidato da Ada Spadoni Urbani.

Quattro gli interventi che hanno permesso all’amministrazione comunale di ottenere complessivamente circa 360.000 euro: dalla realizzazione del Museo Aumentato delle Scienze della Terra e del Territorio (MAST), al potenziamento e riqualificazione dei servizi offerti al Museo del Tessuto e del Costume, fino al miglioramento energetico e del sistema di illuminazione di Palazzo Mauri. Previsto anche un progetto di riqualificazione turistica della parte di centro storico compresa tra il Complesso monumentale di San Nicolò e Palazzo Collicola.

“La possibilità di programmare interventi di valorizzazione e rilancio, anche in chiave turistica, di alcuni spazi museali e aree del centro storico – ha dichiarato l’assessore alla cultura e allo sviluppo economico Ada Spadoni Urbani – attraverso investimenti che non gravano in alcun modo sul bilancio comunale, è un’occasione sulla quale abbiamo il dovere di lavorare fino in fondo e al massimo delle nostre capacità, soprattutto in un momento in cui ogni azione finalizzata allo sviluppo economico del territorio assume una valenza maggiore. Ora attendiamo l’approvazione definitiva da parte del GAL, per mettere gli uffici nella condizione di avviare le procedure di gara per l’affidamento dei lavori”. 



I commenti dei nostri lettori

Non è presente alcun commento. Commenta per primo questo articolo!

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.