politica

Il presidente Cretoni risponde al senatore Pavanelli (M5S): 'Non sussistono ragioni tecniche per convocare il consiglio'

 

'Non intendiamo far spendere soldi ai contribuenti senza un ordine del giorno degno di tal nome'

 

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato con il quale il presidente del consiglio comunale Sandro Cretoni risponde alla senatrice del Movimento Stelle Emma Pavanelli, che nei giorni scorsi ha presentato un esposto al Prefetto per segnalare la mancata convocazione, da parte dell’Amministrazioe, del consiglio comunale:

“Prendo atto, come Presidente del Consiglio comunale di Spoleto, dell'interessamento nei nostri confronti della senatrice del Movimento 5 Stelle Emma Pavanelli, che si è pregiata di inviare un esposto al Prefetto di Perugia affinché valuti ‘eventuali condizioni che ostacolino il regolare svolgimento delle attività istituzionali del Comune di Spoleto’.

Devo dire che l'attenzione della senatrice nei confronti di Spoleto mi lusinga, sia personalmente sia come rappresentante istituzionale. Certo è che mi sfuggono i motivi di una tale iniziativa, visto che lo svolgimento delle attività istituzionali è regolare: in questo periodo il sindaco e la giunta hanno lavorato alacremente, mentre la prossima scadenza del Consiglio comunale riguarda l'approvazione del bilancio consuntivo, il cui limite è fissato al prossimo 30 giugno.

Stiamo, ovviamente, lavorando alla prossima convocazione del Consiglio. Riguardo le altre incombenze, forse alla senatrice - che non mi risulta abbia mai ricoperto altre cariche istituzionali prima del suo ripescaggio - sfugge il fatto che tutte le tariffe, imposte locali e i bilanci sono stati procrastinati a fine luglio e che, quindi, al momento non sussistono ragioni tecniche per convocare il consiglio comunale, facendo spendere soldi ai contribuenti senza un ordine del giorno degno di tal nome.

Sinceramente quindi non colgo il reale motivo per il quale la senatrice abbia fatto un esposto del genere al Prefetto, facendo sprecare tempo alle istituzioni e soldi ai cittadini, soprattutto in un momento in cui tutte le risorse dovrebbero essere volte al superamento di questa grave crisi che stiamo vivendo.

L'iniziativa appare ancor più strana visto che proviene dall'esponente di un partito di Governo, quello stesso Governo che ha introdotto prassi consolidate di gestione legislativa a colpi di Dpcm e decreti legge, mentre - infine - ancor più singolare è il fatto che la senatrice si sia concentrata sul Consiglio comunale di una Città di cui il M5S ha volontariamente deciso di NON far parte, come ben ricordano i tanti spoletini che alle ultime amministrative non hanno trovato alcun candidato del Movimento nelle liste elettorali".



I commenti dei nostri lettori

Luca

1 mese fa

La colpa non è sua presidente, ma di chi le ha scritto il testo del comunicato. O no? Non mi dica che è frutto della sua penna. Non ci crederebbe nessuno.

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.