politica

2 giugno, il PC in piazza a Terni a difesa del lavoro (Fotogallery)

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Manifestazioni in tute le regioni italiane: "Questo modello di società ha fallito"

 

Oggi (2 giugno) a Terni, in piazza Tacito e in tutta Italia, il Partito Comunista ha chiamato a manifestare tutti ilavoratori, i precari, i disoccupati, le partite IVA, le piccole attività e i professionisti che in questi mesi sono stati o mandati a lavorare a rischio della propria salute oppure abbandonati a se stessi senza un sostegno vero da parte di questo Governo.
Ai tantissimi presenti le parole del segretario generale Marco Rizzo: ”Non potevamo lasciare l’opposizione a questo governo solo alla destra, oggi siamo gli unici da questa parte contro questo governo. Una protesta guidata dai comunisti che vede scendere in piazza il popolo,
anche contro la finta opposizione che viene fatta dalla destra, che se fosse stata al governo avrebbe fatto le stesse identiche cose, perché entrambi sono facce della stessa medaglia che eseguono gli ordini degli interessi dei grandi gruppi capitalistici, delle banche, della finanza.
Tutti inginocchiati all’Unione Europea, all’Euro e alla NATO. Solo noi siamo per l’uscita da questa gabbia, per rendere l’Italia un Paese indipendente, che dia il potere ai lavoratori, facendo lavorare tutti, facendoli lavorare meno e vivere meglio nella compatibilità con
l’ambiente".
La manifestazione ha visto l’intervento di lavoratori e di rappresentanti del ceto medio in difficoltà, tanti i giovani presenti. Ha chiuso l’appuntamento il segretario regionale Yuri Di Benedetto, incitando la piazza a continuare e a far crescere la protesta nei prossimi giorni e organizzare le lotte che ci saranno prossimamente nei luoghi di lavoro e sui territori.



I commenti dei nostri lettori

Gianfranco

1 mese fa

E io che li davo per estinti!

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.