società

Dal 15 giugno aprono i campus estivi del Comune: iscrizioni gratuite, 38 posti disponibili

 

Le attività si svolgeranno nelle scuole di Villa Redenta, 'Le Corone' e 'Arcobaleno' di Baiano

 

È stato presentato questa mattina il progetto per l’organizzazione dell’Arlecchino Green Summer Camp, i centri estivi del Comune di Spoleto che saranno gestiti dalla Cooperativa sociale Il Cerchio. Saranno tre i centri estivi comunali attivi dal 15 giugno al 4 settembre, dalle ore 8.00 alle ore 13.00 per un totale di 38 bambini, organizzati alla scuola dell’infanzia Villa Redenta, scuola Primaria Le Corone e scuola primaria Arcobaleno di Baiano.

Il servizio, che sarà gratuito e finanziato per circa 85.000 euro con le risorse di Agenda Urbana e  35.000 dal bilancio comunale, prevede, nel rispetto delle disposizioni vigenti, la formazione di gruppi seguiti ciascuno da un operatore.

Nello specifico nella scuola dell’infanzia Villa Redenta saranno accolti un massimo di dieci bambini, dai 3 ai 5 anni, suddivisi in due gruppi formati da 5 bambini con un educatore per ogni gruppo. Nella scuola Primaria Le Corone e nella scuola primaria Arcobaleno di Baiano saranno invece 14 i bambini (28 in totale) che potranno prendere parte alle attività, di età compresa tra i 6 e gli 11 anni, con gruppi formati al massimo da 7 bambini (anche in questo, nel rispetto del rapporto educatore – bambini, verrà garantita la presenza di un educatore per ogni gruppo).

“Finalmente possiamo ripartire garantendo un servizio che sappiamo essere essenziale per le famiglie – sono state la parole del vicesindaco Beatrice Montioni nel corso della conferenza stampa – Per farlo abbiamo rimodulato ed esteso il servizio Arlecchino, facendo in modo che fosse possibile accogliere anche i bambini con meno di 5 anni”.

La proposta operativa elaborata per la realizzazione dell’Arlecchino Green Summer Camp, vedrà come presupposti e finalità generali:

1.        la centralità sulla qualità della relazione interpersonale mediante l’organizzazione delle attività in piccoli gruppi, evitando contatti con gruppi diversi;

2.        attenta scelta di organizzazione degli spazi privilegiando le attività all’aperto, prendendo spunto anche dall’outdoor education, che vede la natura non solo come opportunità educativa, ma anche come fonte di esperienze e materiali utili per arricchire l’educazione e le conoscenze dei bambini, in un’ottica di sensibilizzazione sui temi ambientali;

3.        attenzione particolare agli aspetti igienici e di sanificazione al fine di ridurre i rischi di contagio.

Saranno privilegiate le attività all’aperto, ma in caso di maltempo anche gli spazi interni saranno allestiti in modo da poter rispettare tutte le norme per la prevenzione del contagio (distanziamento degli arredi, ricambio di aria dei locali, uso della mascherina e dei dispositivi di protezione individuale, creazione di percorsi differenziati per i diversi gruppi di bambini, ecc.).

Le iscrizioni saranno possibili da lunedì 8 giugno chiamando i numeri 3397390815 | 0743221300.



I commenti dei nostri lettori

Davide Fazzini

1 mese fa

120.000 euro per 38 bambini e per neanche 3 mesi? C'e' stato un bando di assegnazione?

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.