politica

Dante Alighieri e Prato Fiorito, interrogazione urgente dall'opposizione civica

 

Spoleto Popolare e Alleanza Civica scrivono al sindaco de Augustinis: "Riferisca sulla situazione del polo scolastico e dei finanziamenti"

 

Riceviamo e pubblichiamo dai gruppi consiliari di Spoleto Popolare e Alleanza Civica: "INTERROGAZIONE URGENTE: (richiesta risposta scritta ai sensi dell’art. 26 bis comma 3 a)
del Regolamento Consiliare)
Oggetto: Situazione Polo Scolastico “S.Paolo” e finanziamenti per “Dante Alighieri” e
“prato Fiorito” .
Premesso:
• Che la giunta Cardarelli, in piena emergenza sismica, al fine di dare una pronta
soluzione al problema degli edifici scolastici danneggiati dal terremoto, aveva deciso
di sfruttare la possibilità che veniva in quel momento concessa di finanziare in via
d'urgenza, con un apposito strumento predisposto dal Commissario straordinario
l'ordinanza n. 14 del 16 gennaio 2017, la ricostruzione della scuola media “Dante
Alighieri” e la materna “Prato Fiorito”, dichiarate inagibili, mediante la realizzazione
di un polo scolastico completamente antisismico nella zona di San Paolo.
• Che peraltro la decisione era stata assunta anche per l'evidenza che la scuola “Dante
Alighieri” che si trovava e si trova su un terreno sede di una frana che, al momento
delle scelta della delocalizzazione, non si sapeva sarebbe stata mitigata.
• Che , all'esito dell'iter progettuale avviato per la realizzazione del polo scolastico, era
stato concesso un finanziamento di circa 12 milioni di euro per la delocalizzazione
delle due scuole ed i lavori potevano essere iniziati ;
• Che la giunta De Augustinis appena insediata ha subito deciso di non voler validare
il progetto redatto da specifico soggetto attuatore per conto della struttura
commissariale in favore della ricostruzione in loco delle due scuole.
• Che le scuole del territorio (Giano, Foligno e Perugia) inserite nell’ordinanza 14 sono
già state realizzate e dallo scorso anno scolastico hanno potuto ospitare gli studenti
mentre a Spoleto si vive ancora la situazione definita in fase emergenziale del sisma
e che, purtroppo, è divenuta la normalità.
• Che il 6 Giugno 2019 è stata formalmente espressa dal Comune di Spoleto la
decisione di voler recedere dalla programmata costruzione di nuovi edifici scolastici
con la piena consapevolezza che erano state sostenute delle spese per la
progettazione e per alcune indagini preliminari alla costruzione di detti edifici
scolastici (Polo San Paolo).
• Che questa decisione ha portato poi, con l’ordinanza 80 dell’allora commissario
Farabollini, al definanziamento del Polo Scolastico San Paolo in quanto i fondi
dell’ordinanza 14 prevedevano esplicitamente la delocalizzazione dei due plessi
scolastici e non potevano essere utilizzati per la ricostruzione in loco delle due scuole
• Che in seguito al contenzioso intrapreso dal Comune di Spoleto davanti al TAR del
Lazio contro l’ordinanza 80 è stata concessa la sospensiva al Comune di Spoleto
Considerato:
• Che il 7 Giugno 2020 l’amministrazione comunale, a mezzo di un comunicato stampa,
ha riferito di aver raggiunto un accordo con il nuovo Commissario alla ricostruzione
Giovanni Legnini per la ricostruzione in loco delle due scuole “Dante Alighieri” e “Prato
Fiorito”
• Che in conseguenza di tale decisione il sindaco ha dichiarato la volontà di rinunciare
al ricorso davanti al TAR contro il definanziamento dell’ordinanza 80
• Che negli ultimi giorni abbiamo appreso dalla stampa locale che la Corte dei Conti
avrebbe dato un’accelerazione all’indagine avviata lo scorso anno relativamente ai
ritardi nella ricostruzione e che si siano focalizzati proprio sulle spese sostenute per
la progettazione e per le indagini preliminari alla costruzione del Polo San Paolo.
Tutto ciò premesso in narrativa, i sottoscritti consiglieri comunali di Spoleto
interrogano il Sindaco per sapere:
• Se alla data del comunicato del Sindaco che annunciava la revoca del ricorso al TAR
esistevano degli atti formali tra il Comune di Spoleto e la struttura Commissariale con
cui è stato disposto il finanziamento per la ricostruzione della Dante Alighieri e di
Prato Fiorito in loco. O se altrimenti sono presenti alla data di tale interrogazione.
• Lo stato del ricorso contro l’ordinanza 80 che ha definanziato il Polo Scolastico
“S.Paolo”
Spoleto, 25 Giugno 2020".

I Consiglieri Comunali
Maria Elena Bececco
Ilaria Frascarelli
Gianmarco Profili
Roberto Settimi



I commenti dei nostri lettori

Luigi cintioli

1 mese fa

Il sindaco, vi risponderà certamente. Non ci sarebbe bisogno,secondo me, perché voi già conoscete la risposta Che una amministrazione seria,onestà,competente ecc Vi darà Io ho la sensazione che state cercando visibilità . La maggioranza degli spoletini non gradisce queste operazioni di marketing elettorale. Luigi cintioli

Davide Fazzini

1 mese fa

Aggiungerei anche la Francesco Toscano poiché a quanto pare qualcuno ha intenzione di adottare la didattica a distanza indipendentemente dall'emergenza civid. Spero che non sia vero perché diversamente ne vedremo delle belle.

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.