sport

Ducato premiata dalla Figc per il calcio integrato

 

I ragazzi di Zicavo terzi nel loro campionato

 

C’è chi dice no. Parafrasando Vasco Rossi, al tempo del Covid-19,  le ostruzioni e i dinieghi per chi non ha il clichè stereotipo della normalità sembrano essere all’ordine del giorno. Soprattutto se ci sono di mezzo ragazzi disabili. Scontri dialettici che dividono persino chi dovrebbe giocare la stessa partita per la ripartenza del Paese. Il purgatorio degli sport di contatto, una sorta di limbo da cui non si riesce ad uscire, è forse l’esempio più emblematico. Così, i ragazzi e le ragazze della squadra di calcio integrato, allenati da Davide Feliziani, poliziotto con la passione per il calcio, ed Emanuela Clementini, insegnante di educazione fisica e vedova del sindaco Fabrizio Cardarelli, in attesa di ripartire si godono le luci della ribalta.

Nei giorni scorsi, in diretta streaming, il presidente del club gialloverde blu, Michele Zicavo, ha partecipato all’assegnazione dei premi “Grassroots Awards” 2020, un appuntamento organizzato dal Settore giovanile e scolastico della Figc con lo scopo di dare il giusto riconoscimento alle società che operano nell’attività di base. E la Ducato è sicuramente all’avanguardia in questo settore, visto che ha partecipato al campionato di Quarta Categoria con una squadra cosiddetta “mista”, ovvero formata da ragazzi normodotati e diversamente abili nella speciale categoria “Best disability Football Iniziative”. I ragazzi del comprensorio spoletino hanno conquistato una meritata medaglia di bronzo grazie al progetto calcio integrato misto. “E’ stato davvero un grande onore e motivo di orgoglio partecipare a questa manifestazione – ha detto il presidente Zicavo - ma il merito è tutto quanto dei nostri ragazzi, delle loro famiglie che li sostengono in pieno e dei nostri due allenatori, i quali hanno saputo dare tanto amore a questi ragazzi, a iniziare dai piccoli gesti”.

Ora tutti quanti aspettano il momento di ricominciare. Ma questo non dipenderà, purtroppo, da loro. Si attende, infatti, che il Comitato tecnico scientifico dia parere positivo dopo l’ennesimo rinvio che sembra, a parere di molti, decontestualizzato dalla realtà dei fatti. Quasi tutti si pongono la stessa domanda, compresi i ragazzi della Ducato: se il mondo intorno a noi riparte, perché non può farlo anche il nostro sport?



I commenti dei nostri lettori

Piero

28 giorni fa

Bravissimo Presidente Zicavo I ricordi della nostra esperienza col Ducato Calcio rimarrà indelebile neo nostri cuori

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.