politica

Non accolta la mozione per gli aiuti economici in favore dei commercianti in difficoltà, Fratelli d'Italia tuona

 

'Epilogo paradossale. Non ci riconosciamo in questa maggioranza quando non riesce ad avere quel coraggio e quella forza che servono in questi momenti per tutelare i propri cittadini'

 

Pubblichiamo integralmente l'intervento che il capogruppo di Fratelli d'Italia Stefano Polinori ha effettuato nel corso della seduta odierna dell'consiglio comunale in merito al mancato accoglimento della mozione presentata a giugno:

"Il gruppo consiliare di FdI trova paradossale che l’epilogo della mozione da noi presentata sia quello che ci accingiamo a percorrere. Una mozione per la quale, va ricordato, all’unanimità era stata votata l’urgenza della stessa e poi di seguito aveva avuto l’approvazione del Consiglio Comunale affinché il sindaco e la Giunta adottassero delle misure atte a fronteggiare quell’emergenza economica riconosciuta da tutti come il peggior problema appena dopo quello sanitario e voglio aggiungere che la situazione economica cittadina è più grave che in altre realtà.

Avevamo indicato nella mozione alcuni suggerimenti per far sì che si creasse un fondo destinato ad aiutare quelle imprese in forte crisi e che per il lockdown prima e la lenta ripresa poi rischiano di dover chiudere senza possibilità di sorta.

Il Consiglio Comunale si è espresso affinché l’amministrazione con i suoi assessori, dirigenti e tecnici trovasse delle soluzioni che ricordo ancora dovevano affrontare un’emergenza per cui le risorse andavano assolutamente reperite o convogliate da altre partite del bilancio.

Le emergenze sono emergenze e in quanto tali richiedono manovre straordinarie che  altre amministrazioni hanno saputo e voluto adottare dimostrando una pronta ed efficace azione di sostegno alle imprese. Invito chi non crede alle mie parole, quando dico di situazione economica grave, a farsi una passeggiata per le vie cittadine e nelle zone industriali per rendersi conto e constatare che le richieste avanzate da FdI sono più che motivate.

Trovo assurdo che questa amministrazione sia così sorda ed insensibile a problemi così gravi e rispetto ad una mozione approvata dal Consiglio Comunale il 9 luglio 2020 e arrivare a convocare d’urgenza questa mattina la Commissione Normativa per trovare qualcosa che quieti la rabbia di chi ogni giorno combatte per mantenere aperta la propria azienda e non licenziare i propri collaboratori.

Non credo riusciate a quietare quel malessere ne l’insoddisfazione del gruppo consiliare di FdI  che non si riconosce in questa maggioranza quando, come in questo caso, non riesce ad avere quel coraggio e quella forza che servono in questi momenti per tutelare i propri cittadini ed il proprio tessuto economico.

Abbiamo perso tutti gli insediamenti industriali più importanti, tante aziende commerciali ed artigiane hanno chiuso i battenti e le associazioni di categoria lamentano problemi di comunicazione e collaborazione con l’amministrazione.

FdI ha raccolto quelle istanze cercando di trovare una soluzione portandole all’attenzione di chi dovrebbe risolvere problemi o quantomeno provarci e la preoccupazione delle associazioni era che il nostro impegno rimanesse lettera morta ed oggi non posso far altro che prendere atto che i loro timori erano più che fondati ma FdI non vuole essere partecipe di questa vostra volontà sorda e apatica e per questo non accetterà nulla che non sia il più vicino possibile alle richieste presenti nella mozione che, affrontate nei tempi giusti e con le azioni dovute, avrebbe portato a risultati più soddisfacenti per tutti". 



I commenti dei nostri lettori

FRANCESCA

8 giorni fa

...STACCATE LA SPINA.....

L'altro commento

8 giorni fa

Si dice che tra due contendenti la ragione sta sempre nel mezzo. Sentito una campana ora bisogna ascoltare l'altra! E se per caso dovesse risultare che il suono di una di esse non si adatta con quello che viene definito la "partitura economica della città", beh, allora è logico dedurre che la campana stonata deve essere sostituita. O per lo meno riparata! Molti cittadini che non sono assuefatti alle "overdosi" delle sostanze stupefacenti della politica,(da parte di tutti i partiti solo "parole, parole, parole"... Con l'aggiunta di qualche siringata di alcune promesse con il contenuto non obbligatoriamente da rispettare), si attendono dai governanti locali delle reazioni decise, precise e concrete! Decisioni, che li tirino fuori dalla situazione economica attuale che definirla catastrofica non è esagerato. Situazione dove anche "Fratelli d'Italia", con la complicità dell'epidemia,(ecco perché a questo punto è obbligatoria questa parentesi: per chiedersi, se tutti i fratelli biologici della nostra bella Penisola, anziché collaborare realisticamente e fattivamente per il bene della società e delle loro famiglie, con il loro fare, si dimostrassero dei rompiballe e dei litigiosi così, dove si andrebbe a finire?), non sono immuni di avere le loro colpe. Situazione dovuta all'inefficienza della politica attuale, compresa anche quella del loro partito di appartenenza!

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.