cronaca

Pronti 170 mila euro per riqualificare l'acquedotto 'Argentina' in località Colle San Tommaso

 

Il progetto approvato dall'Auri e dalla Vus, che a breve provvederà ad assegnare i lavori

 

Avviata la gara per affidare i lavori di riqualificazione dell’acquedotto “Argentina” in località Colle San Tommaso. Gli interventi previsti, per un ammontare di 170 mila euro, verranno assegnati ad una delle tre aziende specializzate nel settore che la Vus provvederà a contattare in queste ore. L’opera, dichiarata di “pubblica utilità” dall’Autorità umbra rifiuti e idrico, “interessa in parte una particella che confine con la strada via Colle San Tommaso, di proprietà privata destinata ad attività agricola” ma considerando che “i lavori in programma sono localizzati nelle zone di confine o comunque più marginali” non si prevedono “stravolgimenti che impediranno il regolare utilizzo delle aree stesse”.

Il progetto ad inizio anno è stato al centro di una Conferenza di servizi che ha visto la partecipazione della direzione “Tecnica” del Comune, del comando della polizia municipale, di Rfi, di Ferservizi, di E-distribuzione e della Tim che hanno espresso parere favorevole. L’acquedotto, che serve anche la fontana di acqua naturale e frizzante di piazza d’Armi, è stato realizzato negli anni a cavallo del 1970 da un apposito consorzio formato dai Comuni di Spoleto e Campello. È costituito, si legge in una relazione dell’Ati 3 Umbria, “da un’opera di captazione (realizzata tramite galleria drenante di circa 100 metri nella zona a monte dell’abitato di Postignano), da una condotta di adduzione principale di oltre 23 km e da due secondarie”.

L’intera struttura idrica, che già in passato ha beneficiato di una serie di lavori di risistemazione, è completata “da alcuni manufatti quali la vasca di carico di Postignano, il torrino di disconnessione di Grotti, i partitori di Eggi e di Poreta, il serbatoio di compenso di Monte Pincio (capacità 2.500 mc)”. Ad essere alimentati dall’acquedotto, nello specifico, sono “tutto il capoluogo (ad esclusione della parte alta del centro storico) e la maggior parte delle frazioni nell’area della piana spoletina come Eggi, Oriolo, Poreta, Costaccione, Colle San Tommaso, San Girolamo, Morgnano, San Martino in Trignano, Sant’Angelo in Mercole”.



I commenti dei nostri lettori

Non è presente alcun commento. Commenta per primo questo articolo!

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.