cronaca

Vandalizzata un'opera di Paolo Carnevari a palazzo Collicola

 

La denuncia del museo su Facebook: 'L’arte contemporanea tocca zone sensibili e attira su di sé la violenza e l’ignoranza dei nostri tempi, riflettendola come uno specchio'

 

Vandali di nuovo in azione in città. Ignoti hanno infatti danneggiato un’opera raffigurante la Statua della Libertà, recentemente installata a palazzo Collicola. A denunciarlo è stato il personale del museo su Facebook: “In tempi di abbattimento di statue, e simboli di sopraffazione, anche la libertà non se la passa bene. Vandalizzata per la quarta volta la scultura di Paolo Carnevari a Palazzo Collicola esposta in occasione della mostra ‘Materia Oscura’. L’arte contemporanea tocca zone sensibili e attira su di sé la violenza e l’ignoranza dei nostri tempi, riflettendola come uno specchio. Niente di più attuale!”.



I commenti dei nostri lettori

OPEN YOUR EYES

5 giorni fa

Non è che per 4 imbecilli senza educazione con valori sbagliati e magari ubriachi, tutta la società vandalizza le opere d'arte moderna... Io mi chiederei piuttosto perchè consentiamo che si venda alcol ai minori in centro, che poi sono questi che fanno cavolate per sentirsi grandi o fare gli sbruffoni con i coetanei.

Signor Smith

6 giorni fa

Gutta cavat lapidem.

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.