cultura e spettacolo

Cosa vedere al Cinema Sala Pegasus da oggi, giovedì 15 ottobre

 

Resta in programmazione 'Lacci' di Daniele Luchetti. Domani (16) appuntamento con 'Visioni d'Autore' ed il film 'Assandira'

 

Venerdì 16 ottobre terzo incontro di Visioni d'Autore e terzo film proveniente dal Festival di Venezia:  dopo Gianluca De Serio e Susanna Nicchiarelli, alle ore 21:00 in sala sarà presente il regista Salvatore Mereu per la presentazione di ASSANDIRA tratto dal romanzo omonimo di Giulio Angioni e con la presenza come interprete principale di Gavino Ledda, autore di “Padre padrone”.

Presentato fuori concorso a Venezia 77, il film è il quinto lungometraggio del regista, vincitore nel 2003 del DaviddiDonatello per la migliore opera prima, Ballo a tre passi. Il film segue la storia di Costantino, un vecchio pastore sardo che in una notte perde tutto ciò che ha: il suo agriturismo viene completamente distrutto da un incendio, nel quale perde la vita anche suo figlio. Quando la mattina dopo l’incidente i carabinieri e un giovane magistrato arrivano sul posto, Costantino spiega loro cos’è successo e come tutto ha avuto inizio. 

Al termine della proiezione Q&A a cura di Roberto Lazzerini, formatore esperto di cinema.

Come partecipare alla serata (prenotazione e/o prevendita obbligatoria):
• Acquistando i biglietti in prevendita negli orari di apertura della sala
• Acquistando i biglietti in prevendita on line su cinemasalapegasus.it
• Prenotando al numero + 39 339 40 12 680

La serata è un evento a cura del Comune Di Spoleto, Graziella Bildesheim per MAIA Associazione Culturale e Cinéma Sala Pegasus.

Il film sarà in replica sabato 17 e lunedì 19.

Torna al cinema in versione restaurata CARO DIARIO, uno dei film più amati di Nanni Moretti che gli valse il premio per la miglior regia al Festival di Cannes nel 1994 e che rappresenta il nuovo titolo presentato dalla Cineteca di Bologna nell’ambito del progetto “Il Cinema Ritrovato". Il film è diviso in tre capitoli autonomi e complementari: In vespa, Le isole e Medici. In questo film il regista racconta se stesso, senza filtri, dalle gite in vespa nella Roma deserta in agosto fino alla sua, reale, malattia.

Dopo essere stato presentato alla 14ma Festa del Cinema di Roma e al 68mo Trento Film Festival arriva in sala NOMAD: In cammino con Bruce Chatwin, il documentario diretto dal maestro del cinema tedesco Werner Herzog, dedicato all’amico e grande scrittore e viaggiatore Bruce Chatwin. “Nomad: In cammino con Bruce Chatwin” è un omaggio che Herzog fa a uno dei più grandi scrittori del Novecento, colui che è stato in grado di reinventare la letteratura di viaggio, scomparso prematuramente all’apice della sua carriera. In questo film è lo stesso Herzog a mettersi in cammino zaino in spalla sulle orme dell’amico Bruce nei luoghi raccontati nei suoi romanzi ed è sempre del regista tedesco l’inconfondibile e soave tono della voce narrante. In programmazione anche in versione originale sottotitolata. N.B: il film ha il patrocinio del CAI - Club Alpino Italiano, presenta la tessera socio per avere uno sconto.

Resta in programmazione LACCI, il nuovo film di Daniele Luchetti tratto dall'omonimo romanzo di Domenico Starnone e presentato come film d'apertura alla 77ma Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Napoli, primi anni Ottanta: il matrimonio di Aldo e Vanda entra in crisi quando Aldo si innamora della giovane Lidia. Trent’anni dopo, Aldo e Vanda sono ancora sposati. Un giallo sui sentimenti, una storia di lealtà e infedeltà, di rancore e vergogna. Un tradimento, il dolore, una scatola segreta, la casa devastata, un gatto, la voce degli innamorati e quella dei disamorati. Il film vede la partecipazione di Alba Rohrwacher, Luigi Lo Cascio, Laura Morante, Silvio Orlando, Giovanna Mezzogiorno, Adriano Giannini e Linda Caridi.



I commenti dei nostri lettori

luca

9 giorni fa

buonasera, la programmazione della sala frau?

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.