cronaca

Compra un pc e lo addebita a carico di un'anziana, denunciato per truffa online

 

Nuovo caso di raggiro sul territorio. I militari sono risaliti all'identità del responsabile recuperando la refurtiva

 

I carabinieri della compagnia di Spoleto hanno deferito in stato di libertà un uomo, presunto autore di una frode informatica ai danni di una donna anziana ignara di quanto stesse accadendo. Le indagini seguite dalla stazione di Giano dell’Umbria ha tratto origine da una denuncia sporta dall’anziana presso la caserma nello scorso mese di luglio, allorquando, il denunciante, resosi conto di un addebito su un proprio conto corrente per l’acquisto di un personal computer, mai effettuato, segnalava la vicenda ai militari del posto. 

Le indagini per comprendere dettagliatamente quanto fosse accaduto sono quindi scattate subito e nel giro di poco tempo sono andate avanti risalendo al presunto autore della condotta illecita. Nel dettaglio, è emerso che il pagamento era andato a buon fine a seguito della consegna del relativo oggetto ordinato su internet. Si ricostruiva la filiera e si addiveniva al presunto autore del reato. A seguito della perquisizione si riusciva a recuperare il computer, ritenuto corpo del reato e a mettere in condizione la persona potenzialmente truffata di avviare le procedure legali per il recupero della somma indebitamente sottrattagli. Il reato di truffa on line ha avuto un particolare incremento durante la fase dell’emergenza epidemiologica, ancor di più coinvolgendo le cosiddette “fasce deboli”, quali anziani, maggiormente esposte a tali reati.

Tali fenomenologie di reato vengono attenzionate costantemente dall’Arma dei Carabinieri per fornire risposte rapide e garantire immediato intervento volto ad individuare l’autore, nonché ridurre al minimo la possibilità di ulteriori reati di questa natura. La Compagnia Carabinieri di Spoleto sta effettuando costante opera di sensibilizzazione su tali fenomeni cercando di fornire elementi e spunti di riflessione per proteggersi. Le conferenze effettuate dal Comandante della Compagnia collaborato dai Comandanti di Stazione sono rivolte a innalzare il livello di attenzione, garantendo maggiore sensibilizzazione sui reati connessi alle truffe agli anziani. 

Il consiglio dell’Arma dei Carabinieri è porre sempre massima attenzione non fidandosi delle apparenze, non mostrando somme di denaro o codici per pagamento elettronico a persone sconosciute.  Solo attraverso una sinergia con le istituzioni, i cittadini e la denuncia presso le Stazioni dei Carabinieri capillari sul territorio si riuscirà a ridurre i reati e a prevenire la commissione di fatti dannosi per le persone “più deboli” e maggiormente esposte.

La tempestiva azione investigativa degli uomini della Compagnia di Spoleto ha consentito di evitare che il presunto autore potesse nuovamente consumare reati della stessa natura che possono destabilizzare il senso di sicurezza della cittadinanza e la commissione di reati subdoli, quali la truffa on line ai danni di anziani.



I commenti dei nostri lettori

Quando la realtà si scontra con la delinquenza.

5 mesi fa

Questo accade perché gli imbroglioni sanno che gli anziani, rispetto ai giovani, nell'uso dei mezzi informatici per la comunicazione, sono i più attivi. E per stare dietro l'onda del progresso non badano a spese. Imparate giovani, imparate!

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.