società

La Stella d'Italia cerca volontari

 

Al via il corso speciale riguardante le attività di assistenza sanitaria, soccorso tecnico e protezione civile: le domande entro l'8 ottobre

 

Come ogni anno, nel mese di ottobre riprendono le attività formative della Pubblica Assistenza Stella d’Italia. Quest’anno viene però proposta un’attività del tutto eccezionale. L’Associazione infatti organizza un corso speciale per la figura di volontario sanitario di protezione civile, ovvero per tutti coloro che vogliano impegnarsi nel mondo del volontariato, in attività di assistenza sanitaria, soccorso tecnico sanitario e protezione civile. 

A seguito dell’esperienza maturata durante la fase più critica dell’emergenza Covid e viste le sfide sempre più complesse che attendono l’associazione, la Stella d’Italia ha deciso di avviare il 1° Corso per Volontari Sanitari di Protezione Civile, al fine di garantire una presenza tecnica adeguata sul territorio umbro e, al contempo, contribuire al funzionamento del Sistema Nazionale di Protezione Civile, di cui la Pubblica Assistenza fa parte a livello regionale e nazionale. 

IIl corso è gratuito, rivolto a cittadini ambosessi, di età compresa tra i 18 ed i 65 anni. Avrà una durata di circa 4 mesi e permetterà progressivamente di acquisire conoscenze teoriche e pratiche per il conferimento della qualifica di volontario sanitario ANPAS (ruolo autisti) e volontario ANPAS di Protezione Civile. 

Con lo svolgimento di questo corso l’Associazione intende incrementare la sua presenza sul territorio e la sua capacità operativa nei vari contesti emergenziali in cui potrà essere chiamata ad operare. Il corso avrà inizio lunedì 10 ottobre alle ore 20.30 presso la sede dell’Associazione. Per chi fosse interessato a partecipare o voglia maggiori informazioni, può scrivere a: protezionecivile@stelladitaliaspoleto.it. Le iscrizioni chiuderanno l’8 ottobre. 

L’occasione del corso permetterà di riscoprire e rinsaldare il patto tra Associazione e territorio, riscoprendo una vocazione al soccorso tecnico, anche di protezione civile, che la Stella d’Italia può far risalire al lontano 1915, quando intervenne in occasione del terremoto della Marsica. 

Da quegli anni lontani, l’Associazione fu fondata nel 1894, i volontari della Stella d’Italia hanno sempre garantito l’assistenza sanitaria ed il soccorso tecnico sul territorio, arrivando oggi a garantire servizi come le postazioni 118 di Spoleto e la Valnerina o i servizi di taxi sanitari. A queste attività, svolte con continuità e senza possibilità di interruzione si affianca oggi la possibilità di riattivare i servizi di protezione civile sanitari. In tale direzione, ad esempio, da circa un anno l’Associazione contribuendo alla formazione del personale elitrasportato per la costituzione di speciali squadre di soccorso sanitario. 

Alla luce di ciò, per garantire tutti i servizi ed ampliare la capacità operativa è fondamentale poter contare su un maggior numero di volontari, ovvero su cittadini, disponibili a dedicare le proprie competenze ed una piccola parte del proprio tempo libero alle attività svolte dall’Associazione. Aderire all’Associazione, significa entrare a far parte di un pezzo di storia spoletina e nazionale, svolgendo un ruolo estremamente attivo nel servizio dei malati, acquisendo competenze tecniche ed umane utili alla propria vita e dei più bisognosi. Essere volontari della Stella d’Italia significa inoltre entrare a far parte del mondo dell’Anpas (Associazione Nazionale delle Pubbliche Assistenze) fondata, non a caso, proprio a Spoleto nel lontano 1904 ed oggi organizzazione di primaria importanza in Italia nel campo sanitario, sociale e di protezione civile. 



I commenti dei nostri lettori

Non è presente alcun commento. Commenta per primo questo articolo!

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.