società

Luce nuova per i beni culturali

 

Il 3 ottobre scatteranno i lavori di illuminazione artistica finanziati da Agenda Urbana, per un totale di 339 mila euro: l'elenco dei luoghi coinvolti

 

Nuovo sistema di illuminazione per migliorare la fruizione dei beni culturali della città. Gli interventi, che inizieranno lunedì 3 ottobre interessando innanzitutto le “Sculture nella città” presenti nel centro storico, ossia le opere della mostra organizzata da Giovanni Carandente nel 1962 in occasione del V Festival dei Due Mondi, garantiranno un notevole risparmio energetico.

I lavori per la sistemazione dei nuovi impianti con luci a led miglioreranno l’illuminazione della “Colonna del Viaggiatore” di Arnaldo Pomodoro (Largo Melvin Jones – viale Trento e Trieste), “Spoleto 1962” di Nino Franchina (piazza del Comune), “Stranger III” di Lynn Chadwick (piazza del Duomo) e “Colloquio spoletino” di Pietro Consagra (via Filitteria).

Il progetto, finanziato con i fondi di Agenda Urbana per un costo complessivo di € 339.230,51 più iva, interesserà anche Palazzo Collicola, con i lavori al secondo piano e, successivamente, al piano nobile in programma da lunedì 10 ottobre.

Gli interventi di efficientamento energetico previsti riguarderanno, nelle settimane seguenti, anche la Chiesa dei SS. Giovanni e Paolo, l’Arco di Druso e Germanico, piazza del Duomo e via dell’Arringo, la facciate del Duomo e il campanile, l’abside della Basilica di S. Eufemia, il Teatro Caio Melisso – Spazio Carla Fendi e l’ex chiesa della Manna d’Oro.

“Cambiare i sistemi di illuminazione in città è ormai indispensabile, perché abbiamo necessità di mettere in campo tutti gli accorgimenti possibili per contenere i consumi energetici – ha spiegato il sindaco Andrea Sisti – Intervenire nei punti maggiormente attrattivi del nostro centro storico, garantendo al contempo una migliore fruizione dei beni culturali per cittadini e turisti è senza dubbio un importante passo in avanti che potremo veder completato con l’inizio del nuovo anno”.

I lavori, che dovranno essere conclusi in 120 giorni, quindi entro i primi mesi del 2023, verranno eseguiti dall’impresa Cosmis Consalvi srl di Magione.



I commenti dei nostri lettori

Giesse

2 mesi fa

E la pavimentazione del Corso? E di via Monterone? Orribili. Da sostituire i numerosi lastroni rovinati o meglio le intere pavimentazioni. Per l'illuminazione pubblica: ottima la sostituzione delle vecchie lampade con led per le sculture presenti in città, ma per il resto? Spoleto di notte e una città cimiteriale! Si era parlato anni fa della sostituzione con lampade a led ma tutt'ora.. niente. Ricordo che le lampade a led consumano 2 terzi in meno a fronte di un raddoppio della luminosità rispetto a quelle attuali. Lo stanno facendo tutti i comuni, alcuni già da qualche anno. Perché noi sempre ultimi? Dovrebbero esserci corposi finanziamenti trattandosi di"contenimento dei costi energetici".

Ha ragione elel

2 mesi fa

I nostri amministratori politici, prima di illuminare i monumenti, dovrebbero illuminare le loro menti. Allora si che la città cambierebbe aspetto.

elel

2 mesi fa

Tempo e Euro per ritrovare e ricollocare la pavimentazione di Piazza Pianciani, una delle più brutte d'Italia, proprio non se ne trovano?

Dì la tua! Inserisci un commento.







Disclaimer
Ogni commento rappresenta il personale punto di vista del rispettivo autore, il quale è responsabile del suo contenuto.
Spoletonline confida nel senso di civiltà dei lettori per autoregolamentare i propri comportamenti e si riserva il diritto di modificare o non pubblicare qualsivoglia contenuto che manifesti toni o espressioni volgari, o l'esplicita intenzione di offendere e/o diffamare l'autore dell'articolo o terzi.
I commenti scritti su Spoletonline vengono registrati e mantenuti per un periodo indeterminato, comprensivi dei dettagli dell'utente che ha scritto (Ip, email ecc ecc). In caso di indagini giudiziarie, la proprietà di Spoletonline non potrà esimersi dal fornire i dettagli del caso all'autorità competente che ne faccia richiesta.