Spoletonline
Edizione del 18 Ottobre 2017, ultimo aggiornamento alle 12:20:40
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Adcomm
Spoletonline
Agenzia Bonifazi Immobiliare Spoleto
cerca nel sito
Agriturismo Colle del Capitano
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Vus Com
Lavanderia La Perfetta Self
Mrs Sporty
Parafarmacia Serra
Spoleto Cinema al Centro
Civico 53
Pc Work
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Centro Dentistico Cristina Santi
Libreria Aurora
Fondazione Giulio Loreti
TWX Evolution
The Friends Pub
Ristorante Albergo LE CASALINE
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Aldo Moretti S.r.l.
Stampa articolo

L'architetto risponde, 09 Luglio 2008 alle 18:56:30

IL 'CAPPOTTO TERMICO'

Possibile realizzarlo ad una abitazione del centro storico?

Le chiedo consiglio:
dovendo rivestire a cappotto la mia vecchia casa con giardino, situata nel centro storico di spoleto, come e cosa devo fare per poter rientrare nelle agevolazioni del 55% in tre anni?
È sufficiente un rivestimento di 6 cm di tutti i muri esterni esposti?
Una mia amica mi ha informato che un installatore le ha consigliato, per la sua vecchia casa, che sarebbe stato meglio un cappotto interno che oltretutto sarebbe di spessore minore... poiché secondo lui i risultati sarebbero migliori. Infine, è possibile cambiare solo la caldaia del termosifone con una nuova a condensazione?
La ringrazio in attesa di gentile riscontro.
P. I.


Gentile Signor I.,


In merito alla possibilità di isolare la sua abitazione nel centro storico mediante cappotto esterno non posso darle una risposta definitiva: l'intervento è possibile sempre che lo stabile in cui lei risiede non sia vincolato ovvero che l'intervento da lei programmato non alteri l'immagine o le caratteristiche peculiari del fabbricato o ancora che al termine dell'intervento non vi sia occupazione di suolo pubblico.


Lo spessore di isolamento necessario dipende invece dalle caratteristiche e dai materiali della parete esistente e dell'isolante scelto: in linea di massima, però, i nuovi valori di trasmittanza richiesti per le detrazioni 55% richiedono spessori isolanti mediamente superiori ai 6 cm. Se ipotizziamo di trovarci in presenza di una parete portante in muratura di pietra calcarea dello spessore di 50 cm, dovremo prevedere almeno dagli 8 ai 10 cm di isolamento in pannelli di polistirene espanso, almeno 10-12 cm nel caso di pannelli di sughero. Gli spessori di isolamento non variano sensibilmente anche se parliamo di parete in blocchi di tufo o in laterizio con intercapedine.


L'isolamento dall'interno è quasi sempre un compromesso, necessario solo in tutti quei casi in cui un cappotto esterno non è realizzabile.
Questo per una serie di motivi, il primo dei quali è che l'isolamento dall'interno "ruba" spazio abitabile. Inoltre lo spessore di isolante necessario a raggiungere un determinato valore di trasmittanza non varia in relazione alla posizione in cui viene installato, quindi isolare all'interno non permette assolutamente di avere spessori minori.
Per concludere, se l'isolamento si rendesse necessario per eliminare fenomeni di condensa, muffe o altre efflorescenze all'interno degli ambienti, l'isolamento interno nella maggior parte dei casi non farebbe altro che "nascondere" gli effetti di questi fenomeni, senza eliminarli alla radice.


Per quanto riguarda l'intervento sull'impianto di riscaldamento, oltre alla sostituzione della caldaia esistente con un generatore a condensazione, bisogna sempre prevedere l'applicazione delle valvole termostatiche su tutti i corpi scaldanti presenti nell'appartamento servito dal generatore stesso.


Le ricordo che, alla loro conclusione, entrambi gli interventi dovranno essere asseverati da un tecnico e dovrà essere predisposto l'Attestato di Qualificazione Energetica, sempre a cura di un tecnico abilitato.


Per concludere segnalo a lei e a tutti i nostri lettori che eventuali interventi di ristrutturazione nel Centro Storico potrebbero essere in parte finanziati dal PUC che il Comune di Spoleto sta predisponendo. Può reperire maggiori informazioni sul sito web del Comune.


Valerio Marino, Architetto
Coordinatore regionale SACERT (www.sacert.eu)
Vice Presidente RICE (Rete Italiana Certificatori Energetici - www.riceitalia.it)
Inviate le vostre domande e richieste all'indirizzo e-mail valerio.marino@tiscali.itIMMAGINE VM Valerio Marino si è laureato in Architettura con il massimo dei voti presso la facoltà Valle Giulia dell'Università di Roma La Sapienza con una tesi dal titolo Auditorium e parco urbano a Piazza d'Armi, Spoleto, relatore il Prof. Arch. G. Romoli. Ha svolto attività di tutor per il corso di Laboratorio di Progettazione I del Corso di Laurea in Arredamento e Architettura degli Interni e per il corso di Laboratorio di Progettazione IV del Corso di Laurea Specialistica U.E. tenuti dal Prof. Arch. G. Romoli.
È coordinatore regionale SACERT per l'Umbria, vice-presidente della RICE (Rete Italiana Certificatori Energetici) e iscritto all'albo dei certificatori energetici della regione Lombardia.
Si è specializzato come Esperto nella Progettazione Sociale, Economica ed Ambientale dei Centri Storici; partecipa ai lavori della Commissione Cultura dell'Ordine degli Architetti P.P.C. della provincia di Perugia; è iscritto all'ANAB (Associazione Nazionale Architettura Bioecologica); partecipa inoltre ai lavori di Agenda 21 locale.
Svolge attività di libero professionista e di insegnamento collaborando con studi di progettazione e enti di formazione. È specializzato negli interventi di progettazione e recupero bioclimatici, risparmio energetico e fonti rinnovabili: sta seguendo numerosi interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti per l'accesso alle detrazioni previste dalle Leggi Finanziarie 2007-2008 e lavori di installazione di impianti fotovoltaici in Conto Energia. Ha curato, fra gli altri, il Programma Sperimentale del Contratto di Quartiere 2 di Spoleto (bando 2006) e la progettazione di due impianti fotovoltaici per altrettanti ex caselli della Ferrovia Spoleto-Norcia.
Ha presentato i suoi lavori e progetti in numerosi convegni e mostre tra cui Il progetto nel recupero (Facoltà di Ingegneria di Perugia, 2007), Educazione al futuro e sviluppo sostenibile (Spoleto, 2006), Le Facoltà si raccontano (Casa dell'Architettura


 



Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Perugia Online
Stile Creazioni
Bonifica Umbra
Performat Salute Spoleto
Associazione Cristian Panetto
Sicaf Spoleto
Bar Moriconi
De.Car. Elettronica
Pizzeria Mr Cicci
Principe
Supermercati della convenienza offerte speciali
Ferramenta Bonfè
Aldo Moretti S.r.l.
Bar Kiss
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Lavanderia La Perfetta
Spoleto Cinema al Centro
Ristorante La Pecchiarda
Lavanderia La Perfetta
TWX Evolution