Spoletonline
Edizione del 22 Ottobre 2019, ultimo aggiornamento alle 16:45:08
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Libreria Aurora
Agriturismo Ristorante Borgo delle Mole
Tuber experience - Campello
Accademia Scherma Spoleto
Ristorante Pecchiarda
Fondazione Giulio Loreti
Vus Com
Halo Respiro
Parafarmacia Serra
Team Dance Spoleto
Spoleto Cinema al Centro
Electrocasa Spoleto
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Axis Italy
Pc Work
Ristorante al Palazzaccio
Alimentari Di Cicco Pucci
Ristorante Albergo LE CASALINE
Stampa articolo

Stella Energia: Il fotovoltaico risponde, 14 Luglio 2008 alle 13:28:00

“LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI è RISPARMIO”

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA O CERTIFICATO ENERGETICO

Carissimi lettori, attraverso la nostra rubrica e il nostro sito internet     http://www.stellaenergia.it ,  anche questa settimana siamo lieti di informarVi su i molti aspetti che
riguardano il mondo delle energie rinnovabili. L'argomento di questa settimana è “ la certificazione energetica “ e l'importanza di tale argomento balza all'attenzione di tutti , visti i continui aumenti del costo dell'energia e la necessità di ridurli ,economizzando e rispettando l'ambiente .


L' Italia crede nel risparmio energetico e leggifera in questa direzione n modo più concreto ormai da qualche anno. Il governo rende obbligatoria la certificazione energetica negli edifici sia nuovi che esistenti. Dal 2005 sono state varate diverse normative a proposito ma tuttavia ad oggi (2008) non ci sono linee guida ufficiali per poter redigere questo famoso certificato energetico. In assenza di tali linee guida e quindi del certificato energetico oggi possiamo parlare solamente di attestato di qualificazione energetica che risulta essere un' altra cosa rispetto al certificato energetico.


La normativa principale in materia di certificazione è prevista dal decreto legge del 19/08/2005 n° 192, dal decreto legislativo n° 311 del 29/12/2006 e dal decreto del 19/02/2007.


IL CERTIFICATO ENERGETICO


La certificazione energetica non è altro che un certificato dal quale si può capire come è stato realizzato l' edificio dal punto di vista dell'isolamento, della coibentazione e quindi in che modo il fabbricato possa contribuire ad un risparmio energetico. In sostanza consiste in una valutazione dei requisiti energetici integrati di un immobile con conseguente certificazione e attribuzione di una certa classe energetica. Per capirci se, Vi è capitato di acquistare in questi ultimi anni un elettrodomestico, tipo un frigorifero o una lavastoviglie, avrete sicuramente notato che ognuno di questi elettrodomestici in base al consumo energetico rientra in una determinata classe: A, B ecc. D' ora in avanti si potrà fare un discorso similare anche per i nostri edifici i quali anche loro in base al consumo energetico rientreranno in una determinata classe di consumo energetico.


E' interesse del consumatore (ad esempio l' acquirente di un immobile) sapere se l' edificio produce o meno un risparmio energetico perché, una casa o un qualsiasi altro fabbricato realizzato senza nessun accorgimento dal punto di vista energetico oltre a causare un maggiore inquinamento, produce anche un aggravio di spese per la persona che lo abita.


Infatti un edificio mal isolato o che non ha nessun dispositivo di produzione di energia alternativa inevitabilmente produrrà delle spese in più per le tasche del cittadino. Ecco quindi che il certificato energetico riesce a dare delle informazioni sulla tipologia del fabbricato che stiamo acquistando sotto l' aspetto del risparmio energetico.


L' attestato di certificazione energetica contiene dunque tutte le informazioni legate al rendimento energetico. In particolare dovrà contenere:


- dati di efficienza energetica dell'edificio;


- valori vigenti a norma di legge;


- valori di riferimento (ossia classe energetica)


         


          ITER PER LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA


Con il nuovo decreto del 06/10/2006 il certificato energetico è dunque obbligatorio da tale data. Tuttavia fino a quando non vi saranno linee guida ufficiali (così come prevede l' art. 5 del nuovo decreto) il certificato energetico potrà essere sostituito da un attestato di qualificazione redatto dal progettista o dal direttore dei lavori.


Il nuovo decreto in materia di risparmio energetico prevede che anche i vecchi edifici e comunque tutti quelli esistenti siano dotati di certificato energetico. La cosa naturalmente sarà graduale. Dal 1° luglio 2007 il certificato che attestante la capacità di risparmio energetico diventerà necessario anche per gli edifici esistenti o in fase di costruzione alla data di entrata in vigore del dlgs 192/2005, ma solo nel momento della compravendita.


Sempre dal 1° luglio 2007 diventa obbligatorio il “bollino verde” anche per gli edifici superiori ai 1000 metri quadrati, nel caso di compravendita dell'intero immobile. Dal 1° luglio 2008 l'obbligo viene esteso anche agli immobili di superficie inferiore ai 1000 metri quadrati, ma sempre nel caso di compravendita dell'intero immobile. Soltanto dal 1° luglio 2009 l'attestato di efficienza energetica non potrà mancare anche nelle compravendite di singoli appartamenti.


Il decreto prevede inoltre l'obbligatorietà per i nuovi edifici dell'installazione di impianto solare termico per riscaldamento dell'acqua ed impianto fotovoltaico la cui potenza è stata quantificata dalla finanziaria 2008. L'obbligo di fonti rinnovabili nelle nuove costruzioni viene introdotto a seguito di una modifica all’articolo 4 del Dpr 380/2001 (Testo Unico dell’edilizia) e prevede che, a decorrere dal 1 gennaio 2009, nel regolamento edilizio, ai fini del rilascio del permesso di costruire, deve essere prevista, per gli edifici di nuova costruzione, l'installazione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, in modo tale da garantire una produzione energetica non inferiore a 1 kW per ciascuna unità abitativa, compatibilmente con la realizzabilità tecnica dell'intervento. Nell'ambito dei fabbricati industriali, di estensione superficiale non inferiore a 100 metri quadrati, la produzione energetica minima è di 5 kW.


 


FASE TRANSITORIA DAL CERTIFICATO ENERGETICO ALL' ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA


Ho accennato più sopra al fatto che tutte le disposizioni erano soggette a delle linee guida che si sarebbero dovute emanare dopo il decreto n° 192. A tutt'oggi, queste linee guida non sono state emanate per cui di fatto il certificato energetico non si può ancora redigere su tutto il territorio nazionale. Al suo posto così come previsto dal decreto n° 311 del 29/12/2006 ci sarà l' attestato di qualificazione energetica. Tale attestato sostituisce al momento integralmente il certificato energetico.


 


 


Nel rimanere a disposizione per ogni eventuale chiarimento, la Stella Energia srl, invita tutti gli interessati a fissare un sopralluogo, che sarà assolutamente GRATUITO, per verificare le reali possibilità di montaggio dell'impianto e fornire in base ai CONSUMI dell'utenza un preventivo completo, che possa permettere di annullare il costo della bolletta dell'energia elettrica e quindi di RISPARMIARE.


 


 


 




STELLA ENERGIA srl


Via San Benedetto, 83 – 06049 Spoleto (PG)


 


Telefono : 0743/260265


 


 


 


http://www.stellaenergia.it                                                  e-mail: info@stellaenergia.it


 


 



Principe Store
Cioccolateria Vetusta Nursia
Salute e Bellezza Tracchegiani
Paola Agabiti Urbani - Tesei Presidente
Multiservizi Spoleto
David Militoni - Lega Umbra
Lavanderia La Perfetta
Azienda Modena


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Bar Moriconi
Trattoria dei Paesi Nostri
Bonifica Umbra
Bar ristorante Belli - Spoleto
Marco Post Spoleto
Spoleto Cinema al Centro
Caffè dell'Angolo
Yves Rocher
Paola Agabiti Urbani - Tesei Presidente
Associazione Cristian Panetto
La Fabbrica del Gelato
Visit Scheggino
Terminal alle Mattonelle
Bar delle Miniere
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
David Militoni - Lega Umbra
Centro Medico Giulio Loreti
Il Pianaccio