Spoletonline
Edizione del 19 Gennaio 2019, ultimo aggiornamento alle 13:58:27
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Spoleto Cinema al Centro
Ristorante Pecchiarda
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Tuber experience - Campello
Electrocasa Spoleto
Ristorante Al Palazzaccio
Arte Infusa
Il Calzolaio
Ristorante Albergo LE CASALINE
Pc Work
Libreria Aurora
Parafarmacia Serra
La Piazzetta delle Erbe
Fondazione Giulio Loreti
Norcineria Severini Perla
AROF Agenzia Funebre
Centro Ottico Emmedue
Stampa articolo

Lo psicoterapeuta risponde, 24 Febbraio 2009 alle 13:48:14

Squadra mia quanto ti amo!

La psicologia dei tifosi un po' troppo appassionati

Cosa significa avere troppo amore per la tua squadra del cuore e non essere solamente un appassionato del giuoco del pallone?
Se analizziamo profondamente il senso di questa parte della nostra vita possiamo dedurre che il tifoso proietta, sulla squadra per cui fa il tifo, il proprio bisogno di appartenenza, il suo orgoglio,


la difesa della sua dignità, il suo bisogno di patriottismo, il suo bisogno di combattere contro il 'nemico', l'attaccamento alla sua terra, il suo bisogno di lottare per la conquista di qualcosa… d'importante .
Attraverso il calcio allontana momenti bui della sua vita, proietta la sua voglia di esprimere coraggio per raggiungere una meta capace di soddisfare l'anima. Poi, c'è il bisogno di amare e di essere amato, scambiare l'amore illusorio con i colori della maglia.
Inoltre, c'è un'altra proiezione importante, cioè il desiderio di condividere alcune gioie o sventure, con altre persone e vivere tali momenti sentendo dentro sè la forza e la protezione collettiva di un popolo che vuole raggiungere obiettivi comuni .
Tutto ciò, contrasta con la vita di tutti i giorni in cui ogni individuo è portato a frenare tali desideri o antichi valori dell'anima, perché la vita ci spinge sempre più verso preoccupazioni materiali.


La gestione border line, di alcune società di calcio, è riuscita, forse senza volerlo, a rompere questo incantesimo, in special modo ha dilaniato il senso di appartenenza, per cui non viene sentito più il desiderio di proiettare questi antichi valori su una squadra di calcio. Ecco…. La
squadra della propria città, è diventata per molti solo una squadra di calcio priva di tutto ciò che poteva essere proiettato su di essa per non far morire l'illusione collettiva di un popolo.
Il calcio esiste e ha trovato rilevanza proprio per queste illusioni collettive e la presenza di dirigenti capaci di disilludere non farà bene al calcio ,che inevitabilmente morirà.


 




 



Estetica Creola
Abbazia Albergo e Ristorante
Principe Store
Trattoliva Ristorante / Campello sul Clitunno
Il Biologico Spoleto
Lavanderia La Perfetta
Spoleto d'inverno
Il Macigno
Multiservizi Spoleto


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Bar Moriconi
Panificio Montebibico
L'Altro Forno
Pizzeria Mr Cicci
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Bonucci
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Bonifica Umbra
Spoleto Cinema al Centro
Associazione Cristian Panetto