Spoletonline
Edizione del 17 Ottobre 2017, ultimo aggiornamento alle 11:52:15
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Agenzia Bonifazi Immobiliare Spoleto
Spoletonline
Punto Salute Foligno
cerca nel sito
Civico 53
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Ristorante Albergo LE CASALINE
Mrs Sporty
Parafarmacia Serra
Lavanderia La Perfetta Self
Centro Dentistico Cristina Santi
Bonifazi Immobiliare Spoleto
The Friends Pub
Spoleto Cinema al Centro
Libreria Aurora
Fondazione Giulio Loreti
TWX Evolution
Agriturismo Colle del Capitano
Vus Com
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Aldo Moretti S.r.l.
Pc Work
Stampa articolo

Spoleto - E-Mail, 15 Settembre 2009 alle 19:10:23

Alessandro Ciamarra sul futuro dell’Italia e sui giovani dell’Italia dei Valori

Obama, Berlusconi, le ''caste'', Mazzini e la Costituzione repubblicana [Commenti]

Buongiorno Spoletonline,


Innanzitutto, pur non essendo un rappresentante istituzionale, manifesto la vicinanza ai pendolari della tratta Spoleto-Terni e agli operai della Minerva. Saluto e ringrazio l'amico Filippo Lilli per lo spunto offertomi


per raccontare l'incontro di sabato.


Alle ore 17, presso la sala Monterosso di Villa Redenta, si è tenuta un'assemblea dei giovani dell'Italia dei Valori dell'Umbria, alla presenza dell'onorevole Leoluca Orlando, del garante Paolo Brutti.


In vista del congresso di Vasto, la giovane ternana Giulia ha presentato un report basato su un'intervista all'assessore alle politiche sociali.


E' stato chiarito che le risorse ci sono e che si sta lavorando per organizzare le attività.


Nei vari interventi si è discusso sulle incongruenze che caratterizzano la nostra società.


Innanzitutto la situazione degli insegnanti precari, dei laureati che, nonostante abbiamo conseguito  titoli di studio, sono privati del diritto al lavoro.


Nello specifico, su mia segnalazione, si è riscontrata la limitazione nei confronti dei laureati in Lettere, non più abilitati direttamente all'insegnamento ed impossibilitati a svolgere la guida turistica.


Forse perché si devono organizzare commissioni volte ad aumentare gli stipendi dei docenti universitari?


Si è sottolineata la rilevanza della cooperazione internazionale, di segno opposto alle leggi anti-immigrati del governo Berlusconi, come miglioramento della qualità della vita e delle condizioni economiche.


Il desiderio di conoscere, ricercare, innovare, cooperare dovrebbe essere uno dei motivi che valorizza la società e le istituzioni.


Queste desideri si possono declinare nella cooperazione sociale, interculturale, scientifica; nell'imprenditoria culturale, agricola, manifattureria, artigianale ed in ogni altro ambito, parimenti rilevante.


Le dichiarazioni di Obama sono l'esempio di un paese volenteroso di progredire; le misure approntate dal Governo Berlusconi e dal Ministero dell'Istruzione sono indirizzate ad una semplificazione del quadro, aumentando i tagli alle politiche sociali.


Guardare docenti che devono rincorrere tecnici per conoscere quale sarà il loro futuro è sintomo di un paese che non rispetta i cittadini e che non riesce ad identificare le priorità.


Il merito deve essere rispettato come il diritto-dovere dei cittadini, come ci suggeriva Mazzini; ma se si toglie la possibilità di poter far valere il diritto si annulla la possibilità di assolvere al dovere.


Concordando con Lilli sulla necessità che i giovani siano protagonisti del futuro, tenendo presente le esperienze che la storia e le persone insegnano, dobbiamo ricevere fiducia dai cittadini per ricercare l'uguaglianza, il benessere, la pace, la libertà includente e democratica.


I numerosi interventi hanno rilevato la necessità di liberalizzare il mercato del lavoro ed eliminare "le caste" che impediscono la piena realizzazione della persona, come è indicata all'articolo 1 della Costituzione repubblicana.


Le politiche giovanili devono esprimere la necessità di un impiego per tutti e sempre meno precario.


In conclusione credo che promuovere scambi internazionali e culturali sia sintomo di una società aperta, come giustamente affermato dall'onorovole Orlando, ma l'obiettivo primario delle nostre istituzioni sia quello di far crescere il nostro paese, mettendo nelle condizioni i giovani nell'essere parte attiva delle scelte future.


Sarebbe divertentemente realistico sapere quanti italiani residenti negli Stati Uniti hanno ascoltato il messaggio di Obama e quanti nel frattempo avrebbero voluto ricevere lo stesso rispetto dal presidente del Consiglio Berlusconi.


L'Italia dei Valori vuole essere veramente con i fatti dalla parte dei cittadini.


Cordiali saluti a tutti


                                                                             Alessandro Ciamarra (nella foto - ndr)


www.italiadeivalori.it


www.italiadeivalorispoleto.it


www.alessandrociamarra.org 



Commenti (10)

Commento scritto da Zaratustra il 15 Settembre 2009 alle 19:26
Se "L'Italia dei Valori vuole essere veramente con i fatti dalla parte dei cittadini", dovrebbe innanzitutto tenere fede alle promesse elettorali.

Dal programma elettorale IDV di Spoleto (tuttora sul vostro sito):

"...la precedente amministrazione ha lasciato gravi criticità delle quali, giustamente, i cittadini rivendicano di conoscere chi ne porta le responsabilità politico-amministrative e pretendono una decisa riparazione...In proposito l’Italia dei Valori dispone di conoscenze e documentazioni. Esse sono a disposizione degli elettori che lo chiederanno e comunque, in caso di successo elettorale, l’Italia dei Valori si impegna a predisporre IL LIBRO DELLE VERITA’."

Da elettore e cittadino di Spoleto domando: QUANDO PUBBLICHERETE IL LIBRO DELLE VERITA'?







Commento scritto da lucrezia_ro il 15 Settembre 2009 alle 19:27
il futuro??..ai giovani??...sigh...che pena..a voglia a morire di fame..


Commento scritto da boh! il 15 Settembre 2009 alle 23:56
In Europa l'idv ha raddoppiato i voti rispetto alle precedenti elezioni, raggiungendo il 6%; alle Comunali si è attestata all'1,6%.

che significa??

Zaratustra ha ripreso dal vostro programma una frase importante, in particolare punterei l'accento su: "...la precedente amministrazione ha lasciato gravi criticità..."

basterebbe solo questo pezzo per farvi capire che poi, alla fine, siete schierati nella stessa coalizione che voi stessi criticate!

suvvia!!









Commento scritto da Alessandro Ciamarra il 16 Settembre 2009 alle 10:09
Salve Zaratustra,

nonostante non sono d'accordo in una visione amministrativa retroattiva,credo che se vorrà avere delle delucidazioni potrà richiederLe di persona presentandosi ad una riunione del movimento dell'Italia dei Valori di Spoleto.

Riguardo all'intervento di Boh,essere inizialmente di opinioni differenti e poi confrontarsi è naturale,soprattutto per arrivare ad una sintesi migliore per la maggior parte dei cittadini. Concordando sui dati delle elezioni 2009,speriamo di poter partecipare più attivamente nel Comune di Spoleto,attraverso la fiducia dei cittadini.Purtroppo non possiamo votare,ma siamo attenti ai fatti e come accade in ogni paese democratico,spesso in senso opposto all'Italia,diremo la nostra.Vogliamo essere però un movimento costruttivo.

Arrivederci e alla prossima





Commento scritto da Michael Surace il 16 Settembre 2009 alle 10:28
La Riforma Gelmini ha ricevuto ottime recensioni nei giornali stranieri, che sarebbe bene citare anche quando non parlano male di Berlusconi. Invito quindi ad informarsi meglio sulla Riforma che comunque sta cercando di portare dei cambiamenti in quella che ad oggi e' la scuola piu' arretrata di tutta l'Unione Europea.



Per le politiche anti-immigrati stiamo utilizzando gli stessi criteri che sta utilizzando la Spagna di Zapatero, tanto cara ai socialisti. E anche qui invito a vedere cosa fanno i "compagni" di altri Paesi.



Infine mi chiedo cosa pensa l'IdV, soprattutti i giovani rappresentanti da cui ci si aspetta sempre maggiore criticita', cosa pensano dello scandalo del Palatenda ridimensionato perche' qualcuno non ha pensato ai parcheggi e al continuo aumento del costo dei lavori.


Commento scritto da Alessandro Ciamarra il 16 Settembre 2009 alle 11:41
Salve Surace,

non contesto a priori la riforma della Gelmini.

La valutazione in centesimi mi sembra positivo,eliminare gli aggiornamenti è poco rispetto alle ingenti spese dei libri.

A Radio anch'io ho sentito un disoccupato che non riusciva a pagare i libri per la propria figlia.

Sono d'accordo sull'insegnamento dell'educazione civica,ma non si possono introdurre delle misure che contraddicono la Costituzione. L'impegno di 87.000 insegnanti non può essere spazzato via nel tempo di una riforma; soprattutto perchè le istituzioni scolastiche e sanitarie non possono essere considerate come delle aziende private. Se vuole conoscere la mia opinione sapevo che da decenni si voleva modificare il "Palarota",però se la tendostruttura è stata progettata a norma credo che debba essere terminata.

Rispetto all'immigrazione la Spagna sta cercando di regolarizzare gli ingressi,noi dovremmo fare lo stesso considerando che prima di tutto siamo cittadini del Mondo.Storicamente come Europei abbiamo determinato delle ingiustizie e continuiamo a perpetrarle,l'accoglienza e il miglioramente della condizione dei cittadini deve essere il motivo per cui ci impegnamo al livello internazionale.


Commento scritto da Michael Surace il 16 Settembre 2009 alle 16:14
Alessandro,

ti do del tu se mi permetti perche' siamo entrambi giovani e credo che stiamo affrontando argomenti interessanti, volevo solo fare alcune precisazioni:

sulla Spagna il processo di "regolarizzazione" promosso da Zapatero sta portando ad un piano di espulsione di oltre 30.000 immgrati, inoltre Zapatero ha firmato una legge che permette alla Gaurdia Nacional di utilizzare la mitraglietta contro i barconi dei clanestini in mare, mi domanda se avesse firmato una legge del genere Berlusconi o Maroni cosa sarebbe successo in Italia. Inoltre ai militari spagnoli sono concessi addirittura degli incentivi per chi riesce di piu' a scovare clandestini e a farli rimpatriare. Questo e' e questo fa la socialistissima Spagna di Zapatero. Credo che le leggi del governo Berlusconi a confronto sono leggi permissive sull'immigrazione.



Se andiamo anche oltre il sud Europa, la democraticissima Olanda ha chiuso le frontiere a romeni e bulgari, che non sono neanche extracomunitari, dopo un raffronto tra disoccupazione, delinquenza e presenza di cittadini di quelle due nazionalità.

Questo per chiudere il capitolo sulla falsa notizia dell'eccessivo razzismo delle leggi italiane sull'immigrazione.



Sulla Riforma sono d'accordo che la scuola non e' una azienda privata, ma quest non vuol dire che la scuola sia un ammortizzatore sociale (cioe' l'opposto estremo). La legge Gelmini, migliorabile, sta riportando al centro dell'attenzione lo studente e il suo curriculum scolastico: dalle materie civili alla condotta. E il fatto che il tempo pieno sia aumentato rispetto all'anno scorso ha anche smentito una menzogna della sinistra sul cancellamento del tempo pieno.



Questo solo per precisare.


Commento scritto da Alessandro Ciamarra il 16 Settembre 2009 alle 17:33
Un saluto di nuovo a Surace,

ti permetto con piacere di darmi del tu.

Le misure della Spagna non sono migliori di quelle italiane.

La politica dei respingimenti a priori è contraria all'articolo 4 del IV protocollo della “Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali”, che vieta espressamente le espulsioni collettive, come riportato dall'articolo di Fabio Evangelisti su www.italiadeivalori.it.

Consideare gli insegnanti come persone che non hanno niente da fare è contro la pedagogia.

Ridurre limitatamente il numero degli insegnanti è una possibilità,che doveva prevedere un reimpiego in altre competenze o ambiti.

Ridurre il costo delle istituzioni e dei privilegi potrebbe dare ossigeno alle casse dello Stato.

In ultima analisi,non si possono caricare i docenti di un lavoro sovraumano,che potrebbe peroltre peggiorare l'insegnamento.

grazie e alla prossima



Commento scritto da Zaratustra il 16 Settembre 2009 alle 19:01
Ho fatto una domanda semplice, meritavo una risposta chiara.

L'IDV si è impegnata di fronte agli elettori a predisporre IL LIBRO DELLE VERITA'. Quando rispetterete l'impegno preso?


Commento scritto da solospoleto il 17 Settembre 2009 alle 16:50
Gentile Alessandro,

ho avuto modo di sentirti parlare in quelle famose riunioni organizzate da spoleto a 5 stelle da Zengoni.

Non mi sono mai spiegato alcune cose sull' Idv, in particolar modo quello spoletino.

Avete sempre parlato da oppositori dello status quo spoletino e poi nei fatti vi siete schierati con la "continuità".

Allora da non politico e da cittadino ( o da 5 stellino) mi domando: Perchè predicare bene e razzolare un pò maluccio? le elezioni comunali hanno confermato questo.

Forse una presa di posizione più coraggiosa vi avrebbe premiato (ma non entro in casa altrui).

Inoltre non posso non concordare con zaratustra. Quando ce lo fate vedè sto libro?

e poi "Verità"...quali verità? di chi?

Quanto è brutto parlare di Verità....

alla fine dei conti ognuno ha la sua....

saluti


Aggiungi un commento [+]
Sicaf Spoleto
Spoleto Cinema al Centro
Aldo Moretti S.r.l.
TWX Evolution
Lavanderia La Perfetta
Perugia Online
Principe
Supermercati della convenienza offerte speciali
Associazione Cristian Panetto
Bonifica Umbra
Bar Moriconi
Performat Salute Spoleto
Ferramenta Bonfè
Lavanderia La Perfetta
Bar Kiss
Stile Creazioni
Pizzeria Mr Cicci
De.Car. Elettronica
Ristorante La Pecchiarda
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'