Spoletonline
Edizione del 21 Ottobre 2019, ultimo aggiornamento alle 07:51:18
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Team Dance Spoleto
Ristorante Albergo LE CASALINE
Axis Italy
Fondazione Giulio Loreti
Accademia Scherma Spoleto
Spoleto Cinema al Centro
Pc Work
Agriturismo Ristorante Borgo delle Mole
Ristorante al Palazzaccio
Parafarmacia Serra
Ristorante Pecchiarda
Tuber experience - Campello
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Libreria Aurora
Electrocasa Spoleto
Alimentari Di Cicco Pucci
Vus Com
Stampa articolo

Diari di Viaggio, 26 Aprile 2010 alle 12:01:43

Un 25 aprile sulle montagne della Resistenza

Tante persone, poca politica [Commenti]


Comitato Antirazzista Spoleto

La Festa organizzata sabato 24 e domenica 25 aprile per festeggiare la Liberazione dal fascismo e ringraziare la Resistenza armata dei nostri nonni Partigiani è stata, sul piano numerico, un successo strepitoso ed inimmaginabile: ci aspettavano 50 persone, ci siamo ritrovati in 300!!!


I ragazzi sprovvisti di automobile, ci hanno detto che pur mettendosi in cammino a piedi (sono circa 20 km da Spoleto!) non è stato difficile trovare qualche auto per strada che saliva alla Festa e che gli ha dato un passaggio.
La mattina fino alle 12 ancora c'erano una sessantina di persone a pulire i prati e il rifugio, quaranta circa si sono fermati per il pranzo.
Quest'anno abbiamo deciso di festeggiare il 25 Aprile sulle montagne della Resistenza. Ovviamente, si è trattato di una festa ludica, in cui prendere il sole, andare in mountain bike, fare una passeggiata, mangiare, bere, cantare, ballare, suonare, campeggiare, ecc, senza però
dimenticare il valore di questa data. Ma la festa vuole anche essere un'occasione per ricordare che se ritornano le leggi razziali, se ritornano le ronde squadriste, se torna la censura alla stampa, insomma se torna il fascismo anche noi siamo pronti a tornare in montagna, anche noi siamo pronti ad una nuova Resistenza.
Però riteniamo che, per cambiare davvero le cose, bisogna sempre pretendere il massimo da se stessi. Quindi alcune critiche ce lo dobbiamo rivolgere. In primo luogo ci aspettavamo più politica e meno festa. Pensavamo di essere molti di meno e invece siamo stati sommersi da una folla di ragazzi e ragazze inimmaginabile, il che ci ha reso ovviamente enormemente felici, ma buona parte di queste centinaia di persone non aveva lo spirito politico libertario, antirazzista e rivoluzionario che speravamo. Dobbiamo infatti chiederci: Perché è così facile, con un minimo di propaganda, trovare 300 "bardasci" in montagna a festeggiare, ma è così difficile trovarne 100 in piazza a manifestare?
Alcune compagne ci hanno inoltre chiesto perché non fossero stati organizzati uno o magari anche due dibatti, ad esempio uno per commemorare la resistenza di ieri e un altro per sottolinere quella di oggi, il che indica che qualcosa in più si poteva fare per politicizzare la Festa, pur però rischiando una minore partecipazione. Inoltre, volgiamo fare un appunto controcorrente. Solitamente, quando si organizzano manifestazioni politiche, si sente lamentare la scarsa presenza dei giovani, quì è avvenuto il contrario. Anche se il Comitato Antirazzista di Spoleto è composto quasi esclusivamente da giovani e giovanissimi, noi vogliamo crare un vasto movimento popolare e non una nicchia di "giovani ribelli"; avremmo gradito la presenza di qualche decina di quarantenni e cinquantenni, che invece è mancata.
Ma questi ovviamente sono obbiezioni marginali, che da soli e per primi, rivolgiamo a noi stessi per migliorare in futuro. Il dato importante è che 300 persone, nella piccola Spoleto, sono salite in montagna per festeggiare la Resistenza partigiana e contrastare il razzismo del governo. Le nostre azioni continueranno per tutta la settimana, durante la quale imbiacheremo il rifugio della Comunanza Agraria e puliremo le scritte e i danneggiamenti fatti alcuni mesi fa da qualche cretino che con tante brutte metropoli che ci stanno non ha trovato di meglio che venire a rovinare questo meraviglioso angolo di Montagna.


 



David Militoni - Lega Umbra
Paola Agabiti Urbani - Tesei Presidente
Lavanderia La Perfetta
Principe Store
Multiservizi Spoleto
Azienda Modena
Salute e Bellezza Tracchegiani
Cioccolateria Vetusta Nursia


Commenti (1)

Commento scritto da mala il 26 Aprile 2010 alle 14:20
Gran bella festa!

Complimenti, una delle notti più belle della mia vita

cmq avete ragione, meno sballo e più politica sarebbe stato ancora meglio


Aggiungi un commento [+]
Bonifica Umbra
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Il Pianaccio
Terminal alle Mattonelle
La Fabbrica del Gelato
Marco Post Spoleto
Spoleto Cinema al Centro
Bar delle Miniere
Trattoria dei Paesi Nostri
Caffè dell'Angolo
Bar Moriconi
Centro Medico Giulio Loreti
Visit Scheggino
David Militoni - Lega Umbra
Associazione Cristian Panetto
Paola Agabiti Urbani - Tesei Presidente
Bar ristorante Belli - Spoleto
Yves Rocher