Spoletonline
Edizione del 15 Dicembre 2017, ultimo aggiornamento alle 15:00:45
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Natale a Scheggino
Spoletonline
Natale a Scheggino
cerca nel sito
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Lavanderia La Perfetta Self
Agriturismo Colle del Capitano
Ristorante Albergo LE CASALINE
TWX Evolution
AROF Agenzia Funebre
Mrs Sporty
Pc Work
Centro Dentistico Cristina Santi
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Parafarmacia Serra
Maison del Celiaco
Spoleto Cinema al Centro
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Vus Com
The Friends Pub
Libreria Aurora
Stampa articolo

La Cultura in Viaggio, 15 Novembre 2010 alle 09:29:15

Riccardo Maria Gradassi: l'audace impeto letterario

[Commenti]


Francesco Calvani

Resterebbero sufficienti i soli riconoscimenti pubblici, ottenuti fino a questo momento, per ritenere motivo di solo pregio una lusinghevole produzione letteraria, in tutta onestà, invidiabile. Riccardo Maria Gradassi è semplicemente una persona straordinaria; in modesta presunzione, non ritengo di


espormi ad artificiosa sopravvalutazione di una riconosciuta eccellenza nazionale. Ho avuto la premura di leggerlo più volte in periodi alterni della sua produzione letteraria; unica risultante, una creativa e sapiente ars letteraria che l'incorona fra i preziosi talenti nazionali.
Perché audace.
Questa ennesima pubblicazione, ormai prossima ad una capillare distribuzione nazionale, è indubbiamente in controtendenza ad una editoria oggi condannata ad una ingenerosa sopravvivenza.
Che possa attrarre quanti ancora custodiscono, non senza gelosia, i propri segreti letterari. Un personale augurio, più che mai sincero, di un successo meritatamente prevedibile.




Commenti (30)

Commento scritto da elena zampolini il 14 Novembre 2010 alle 23:47
spero con cuore che tu riesca ad arrivare al tuo obiettivo con passione e determinazione


Commento scritto da ALESSANDRO CESAREO il 15 Novembre 2010 alle 01:27
cIò CHE STUPISCE DEL NOSTRO RICCARDO è L'INESAURIBILE CAPACITA' DI DESCRIVERE SITUAZIONI NUOVE CON UN LINGUAGGIO CHE SI ADATTA PERFETTAMENTE ALL'AMBIENTE PRESENTATO E CHE CARATTERIZZA IL PERSONAGGIO (O I PERSONAGGI) PER UNA LORO PRESENZA DECISIVA NEL TESTO. PROSA O POESIA, LE PINE DI RICCARDO NON SE NE VANNO DALLA NOSTRA MENTE PRIMA DI AVER CATTURATO TUTTA INTERA LA NOSTRA FANTASIA, CHE RIMANE ESTASIATA DAVANTI A CERTE SUE ABILITà.

MI SENTO DAVVERO DI CONGRATULARMI CON RICCARDO E... QUANDO ARRIVA IL SUO PROSSIMO LIBRO? DOPO QUEST'ULTIMA SUA FATICA, SONO DAVVERO IMPAZIENTE DI LEGGERE IL SUO PROSSIMO LAVORO!


Commento scritto da Gloria Nardi il 15 Novembre 2010 alle 10:12
Un sincero augurio a Riccardo per questa sua nuova pubblicazione che senza dubbio varrà la pena di essere letta da tutti noi amanti della letteratura.

E un ringraziamento ancora al caro Francesco che come sempre dimostra con sincerità la sua gratitudine e partecipazione a questi eventi.



Commento scritto da Carlo MONTANARI il 15 Novembre 2010 alle 10:15
Come sempre puntuale in ogni tua critica caro Francesco con la quale riesci a pennellare, da vero critioco che sei, ogni espressione artistica esaltandone le propire qualità espressive ....


Commento scritto da DANIELA CIANCIARUSO il 15 Novembre 2010 alle 10:19
PUR NON AVENDO MAI LETTO NULLA FINORA DI RICCARDO MARIA GRADASSI, APPREZZO LA TUA VOGLIA DI METTERE IN LUCE LE QUALITà DI QUESTO TALENTO ITALIANO. GRAZIE PER LA PASSIONE CHE METTI SEMPRE IN QUELLO CHE FAI OGNI GIORNO.... LA PASSIONE PRIMA O POI RIPAGA !!!!


Commento scritto da Letizia il 15 Novembre 2010 alle 10:37
Grazie Francesco, anche stavolta, grazie alle tue recensioni, conosco opere ed eventi che altrimenti mi sfuggirebbero! Quando esce il libro???


Commento scritto da iader milano il 15 Novembre 2010 alle 10:57
un sincero augurio per la tua nuova opera a riccardo con ammirazione che tu possa presto raggiungere e superare i tuoi obiettivi


Commento scritto da Marco Ferretti il 15 Novembre 2010 alle 11:43
complimenti ed un sicnero auguri ad entrambi!!! :)


Commento scritto da Laura Patarini il 15 Novembre 2010 alle 11:50
Caro Francesco mi ha proprio incuriosita!


Commento scritto da Marco B. il 15 Novembre 2010 alle 12:10
Caro Francesco ti faccio i miei complimenti più sentiti soprattutto perchè non sapevo di questa tua propensione per il giornalismo critico. Buona fortuna!


Commento scritto da Giack K. il 15 Novembre 2010 alle 14:58
CARO FRANCESCO, BELL'ARTICOLO! è un piacere leggere le tue critiche artistiche... un appuntamento da non perdere assolutamente! continua così


Commento scritto da Emanuele il 15 Novembre 2010 alle 15:04
Ottima critica e grazie a te ora conosco un nuovo talento che mi incuriosisce e non vedo l\'ora che esce il libro, complimenti e tanti auguri :)


Commento scritto da michele argento il 15 Novembre 2010 alle 15:08
va be non c è che dire bravo sia riccardo ke tu francy conoscevo già la tua dote di critico e questa volta può essere riconfermata ed auguri a roberto per la sua pubblicazione ;)



Commento scritto da danilo santi il 15 Novembre 2010 alle 15:23
Buona fortuna per la tua carriera letteraria! Spero ci sanno occasioni per collaborare.... A presto


Commento scritto da Danilo Secci il 15 Novembre 2010 alle 15:32
Chiara, concisa, diretta....ma non solo. Una critica letteraria che và oltre gli elogi e i dovuti riconoscimenti verso Riccardo Maria Gradassi per il suo meritato lavoro.

Una critica resa ancor più interessante dall'assoluta maestria nella quale Francesco ci indirizza a voler conoscere più a fondo lavoro e autore.

in bocca al lupo!


Commento scritto da Pierinoeillupo il 15 Novembre 2010 alle 15:39
Fra,sinceramente non conoscevo l'autore ci cui parli, ma dalle tue parole mi è venuta la curiosità di informarmi e leggere le sue opere. Della buona letteratura giovane è sempre un evento stimolante!

Complimenti


Commento scritto da luigiumbro il 15 Novembre 2010 alle 18:04
non conosco lautore ma una presetazione stimolante grazie


Commento scritto da Vale il 15 Novembre 2010 alle 19:47
Invita decisamente ad approfondirne la conoscenza, come di qualunque cosa tu parli :)


Commento scritto da Sig. Dittongo Sacramentale il 15 Novembre 2010 alle 20:02
Per una critica ragionata del pensiero “calvanico”.



Come dice saggiamente Forrest Gump “ La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita...”. Ed è esattamente questa sensazione di ineluttabilità che ci prende allorquando abbiamo la possibilità, chissà ancora per quanto, di leggere le audaci recensioni “calvaniche”.

In questa nuova si abbandona la stretta competenza musicale del recensore per fare una incursione nel campo letterario. Una dote calvanica a noi sconosciuta sinora. E con attenzione, come sempre, ci apprestiamo ad alcune considerazioni, velocissime sulle circa 16 righe in cui si narra de “l'audace impeto letterario” di Riccardo Maria Gradassi. Ammettiamo un certo ingolosimento iniziale perchè, campanilisti, pregustavamo notizie succulente sull'autore. Ma già alle prime tre parole abbiamo capito dove si andava a parare, “resterebbero sufficienti i soli riconoscimenti pubblici...”. Se così fosse in via generale, ci si domanda allora perchè scrivere una recensione, ma al solo leggere “resterebbero sufficienti” ci ha pervaso un senso di inebriamento. Un più morigerato “sarebbero sufficienti”, poteva anche bastare. Tralasciamo il seguito del periodo in cui come sempre la verbosità prende il sopravvento sui contenuti “...per ritenere motivo di solo pregio una lusinghevole produzione letteraria, in tutta onestà, invidiabile.”. Ma come spesso accade nelle recensioni calvaniche è l'elogio all'autore che assume la dimensione di una enunciazione solenne, dal sapore biblico tipo “In verità vi dico....”. Ed è così che il nostro proferisce “in modesta presunzione, non ritengo di espormi ad artificiosa sopravvalutazione di una riconosciuta eccellenza nazionale” Amen. Se dunque c'è l'esposizione calvanica allora siamo tutti più tranquilli, sopratutto per la “modesta presunzione”. Un ossimoro notevole, ma che ci consenta il Calvani appartiene ad altri straordinari recensori che hanno vergato le pagine di Spoletonline per la cultura.

Il resto ( ma siamo già alla metà del prezioso scritto), lascia traccia solo quando il pensiero calvanico si addentra in considerazioni economiche sul sistema distributivo per l'editoria. Afferma il recensore “

Questa ennesima pubblicazione, ormai prossima ad una capillare distribuzione nazionale, è indubbiamente in controtendenza ad una editoria oggi condannata ad una ingenerosa sopravvivenza.” Una tesi interessante, non c'è che dire. Forse è un elogio all'editore, ma ce ne guardiamo bene dal giurarci.

E poiché siamo ormai giunti al termine dello scritto calvanico rimane solo spazio per una domanda epocale: ma qual'è il titolo del libro di cui tratta la recensione, e sopratutto, chi è Riccardo Maria Gradassi. Non suoni d'offesa al valente autore il nostro dire, ma vorrei sottolineare che è cosa persino banale aspettarsi che ci sia qualcuno che legge la calvanica recensione e che non lo sappia davvero. Non trovando traccia alcuna di biografia dell'autore e nemmeno il titolo dell'opera di cui si sta trattando, forse il recensore, troppo immerso nelle “celestiali sfere celesti” ( ipse dixit), auspica una trasmissione animica delle due preziose informazioni direttamente per mezzo del suo cogitare.

Confermiamo, come molti commenti prima di noi, che Calvani ci incuriosisce tanto, davvero! Audacissimo!

Il nosto migliore “in bocca al lupo” all'autore, nonostante tutto.







Commento scritto da Antonio Ricciuti il 15 Novembre 2010 alle 20:05
Un enorme complimento a Riccardo Maria Gradassi che riesce sempre a stupire per le sue doti letterarie.


Commento scritto da Diego il 15 Novembre 2010 alle 22:48
Grazie per lo stimolante suggerimento letterario...Francesco riesci sempre ad arrivare a stimolare


Commento scritto da eleonora il 15 Novembre 2010 alle 23:40
Caro Fracesco, resto sempre piu' colpita dalla tua straordinaria capacità di analisi. Complimenti!


Commento scritto da luca il 16 Novembre 2010 alle 00:22
Ammetto di non conoscere l'autore citato e le sue pubblicazioni, ma apprezzo molto la segnalazione, certamente non mancherò di leggere qualcosa dell'autore.


Commento scritto da Massimo il 16 Novembre 2010 alle 12:32
Se questi sono i recensori, capisco perché in Italia si legge sempre di meno.



Complimenti per la "chiarezza", la "semplicità", e soprattutto la "modestia".





Commento scritto da Andrea Biagini il 16 Novembre 2010 alle 14:49
Complimenti vivissimi all'artista e all'autore dell'articolo!!!

Un caro saluto a presto!

ANDREA


Commento scritto da Daniele Grazzini il 16 Novembre 2010 alle 15:26
Gentile Francesco è lodevole di settimana in settimana il tuo imopegno nel rendere noto al pubblico di spoletonline le figure di giovani di talento che ci fanno essere orgogliosi di essere spoletini. Personalemente sono molto contento che questa città così particolare e per certi versi dai tratti ripiegata su se stessa, a volte diffidente verso chi non è "dei loro" abbia al suo interno così tante persone di grande potenzialità. Sono un accanito fautore non della lode a prescindere tanto per "leccare il culo", perdonatemi l'espressione, ma piuttosto della rete tra talentuosi e talenti, persone di buona volontà che esaltano l'altro nelle sue qualità per migliorare i rapporti tra noi ed usarli nel reciproco interesse. Non amo chi rivolge ingrate recensioni o esprime giudizi negativi in maniera gratuita perchè questo è tipico del peggiore lato della nostra umanità. Nell'augurare che spoleto diventi una meravigliosa rete di persone che lavorano in sinergia facendo leva sui talenti di ognuno, auguro a Gradassi di espandere le sue qualità sempre più. In bocca al lupo Riccardo Maria anche se non ci conosciamo personalmete.


Commento scritto da letizia il 16 Novembre 2010 alle 16:15
Leggendo tutti questi commenti alla "recensione" si intuisce che il buon uso della lingua italiana è, ahimé, sconosciuto ai più.....

Non ho nulla contro l'autore, anzi mi fa quasi tenerezza, ma una cosa è certa: se scrivere un testo di poche righe con parole enfatiche ed espressioni barocche, senza nessuna informazione concreta riguardo all'autore, al libro e al soggetto di cui esso tratta, significa essere dotati di una "straordinaria capacità di analisi" e di "assoluta maestria", allora siamo messi proprio male.


Commento scritto da Camillo Corsetti Antonini il 17 Novembre 2010 alle 15:51
Del sommo poeta ci rattrista la sorte avversa che - ancora oggi - gli impedisce di conseguire lauree Honoris Causa preso altre prestigiose Università, sia italiane che straniere.... La Sapienza a Roma? Alma Mater a Bologna? Yale, Princeton, Harvard... nulla? Neanche Oxford o Cambridge si sono degnate? Disdetta!!

Magra - e pur dolce - consolazione le alate parole con cui Francesco Calvani Lo loda e lo incensa. Ad majora!


Commento scritto da Manuele Fiori il 17 Novembre 2010 alle 21:39
Complimenti all'orgoglio nostrano! l'amico Riccardone non finisce mai di stupirci... Poeta e Scrittore, Cavaliere per la cultura, Laurea Honoris Causa in Lettere...

Rimane solo la curiosità di leggere l'ultima fatica!



ps. mi permetto d'informare, viste le numerose domande riguardo l'uscita del libro, avendone curato parte della pubblicità di lancio, che questo è già disponibile on-line al sito dello stesso Riccardo (www.riccardomariagradassi.it) e su ibs.



Quanto all'autore della "recensione"... credo sia stato detto già troppo! forse è proprio il "buon Francesco" - senza volermene - che ci ha detto troppo poco ed è stato "sputtanato" (passatemi il "francesismo" come avete fatto per il Sig. Grazzini di cui sopra) dai suoi seguaci "Amandlesi" che, complimentano un "bell'articolo" (addirittura!... troppa grazia! alla faccia dei giornalisti direi).



Vanno bene le letture, i tanti commenti e tutti gli ingredienti dell'odience... anima dell'opinione pubblica da sempre ma, quando a rimetterci è la qualità di un giornale allora m'infervoro fin quando ne vale la pena.



Colgo l'occasione per salutare l'amico Cesareo che, dopo tanto tempo, risento mezzo queste bellissime colonne!



Saluti e ancora auguri a Riccardo.


Commento scritto da giorgio ludovisi il 21 Novembre 2010 alle 18:10
Leggendo l'articolo posso notare con piacere la competenza e lo stile che caratterizza francesco..complimenti!continua cosi!



Aggiungi un commento [+]
Sicaf Spoleto
Bonifica Umbra
Gabetti Immobiliare
Principe
Pizzeria Mr Cicci
Necrologio
Associazione Cristian Panetto
Performat Salute Spoleto
De.Car. Elettronica
Lavanderia La Perfetta
Stile Creazioni
Perugia Online
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Ferramenta Bonfè
Supermercati della convenienza offerte speciali
Guerrini Macron Store
Lavanderia La Perfetta
Spoleto Cinema al Centro
TWX Evolution
Ristorante La Pecchiarda