Spoletonline
Edizione del 14 Dicembre 2017, ultimo aggiornamento alle 16:52:11
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Natale a Scheggino
Spoletonline
Natale a Scheggino
cerca nel sito
Maison del Celiaco
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Centro Dentistico Cristina Santi
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
AROF Agenzia Funebre
Parafarmacia Serra
TWX Evolution
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Libreria Aurora
Vus Com
Ristorante Albergo LE CASALINE
Lavanderia La Perfetta Self
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Spoleto Cinema al Centro
The Friends Pub
Mrs Sporty
Pc Work
Agriturismo Colle del Capitano
Stampa articolo

Valnerina - Salute e Sanità, 11 Maggio 2011 alle 11:22:45

L'ospedale di Cascia attende il mantenimento delle promesse fatte dall'Amministrazione

Il Pd locale scrive una lettera aperta denunciando le carenze di personale e chiedendo un intervento immediato per salvaguardare la qualità dei servizi [Commenti]

"C'è bisogno di un reintegro di personale nella struttura ospedaliera di Cascia, in modo da poter garantire un servizio di qualità. La città di Santa Rita è conosciuta a livello internazionale, ed è motivo di lustro per l'intera Regione, per tale motivo ci si aspetta di avere servizi all'altezza dell'immagine della città". Questo è in sintesi il messaggio contenuto nella lettera aperta del Pd casciano


 inviata al sindaco di Cascia Gino Emili, al Presidente di Regione e Assessore alla Sanità Catiuscia Marini, e al Direttore sanitario dell'Asl 3. Il Partito Democratico della città, dando voce a quanto denunciato dai cittadini, segnala che negli ultimi tempi nell'ospedale si è registrato un calo della qualità dei servizi, dovuto ad una carenza di personale. L'impegno e la passione del personale presente, fanno si che la struttura vada in qualche modo avanti, ma questo non sempre basta a sopperire ai deficit di organico. La trasformazione degli ultimi anni dell'Ospedale, ha fatto si che, dopo l'eliminazione dei reparti di medicina e chirurgia, la struttura comprenda 10 posti letto per l'RSA e 20 per la riabilitazione estensiva, servizi che funzionano e dei quali usufruiscono pazienti provenienti da tutta Italia. Tali "eccellenze" dovrebbero essere sostenute da un numero adeguato di personale, soprattutto infermieri e operatori sociosanitari, e difese dagli amministratori locali. Il direttivo del Pd di Cascia, attraverso questa lettera chiede che quanto rimasto del polo ospedaliero cittadino sia funzionale ai bisogni dei cittadini, dei turisti, e dei degenti che si trovano a vivere la realtà della città. Alla luce dei tagli subiti dalla struttura - i lavoratori che sono andati in pensione non sono stati sostituiti, stessa sorte per coloro che sono assenti per altri motivi - hanno portato ad una sproporzione tra i pazienti (il 100% dei posti letto sono occupati) ed il personale. Il Piddì locale chiede quindi un intervento urgente da parte degli Amministratori regionali e comunali affinché le promesse fatte vengano mantenute, e si garantiscano ai pazienti un'assistenza medica di qualità, soprattutto attraverso la presenza di personale numericamente proporzionato.
Di seguito il testo originale della lettera inviata alle autorità politiche locali competenti.


Egregi Amministratori,
Il Partito Democratico di Cascia intende dare voce a quanto più volte evidenziato dai degenti e dai parenti degli stessi che entrano in contatto con il Presidio Ospedaliero di Cascia, nello specifico si riscontra che negli ultimi mesi vi sia un notevole calo del livello qualitativo espresso, causa la carenza numerica del personale previsto dalla ASL 3 dell'Umbria.
La Struttura come di certo saprete presenta un notevole deficit di personale addetto alle cure e all'assistenza dei ricoverati, in particolare dovute al mancato reinserimento dei lavoratori che hanno raggiunto il pensionamento ed alla sostituzione degli assenti per altre cause.
L'intera Struttura ad oggi viene mandata avanti grazie all'impegno ed alla volontà del personale presente, che però spesso nulla può di fronte a carenze di organico troppo macroscopiche per essere sopperite con la sola buona volontà degli operatori.
La Struttura Ospedaliera di Cascia, ad oggi, comprende venti posti di riabilitazione intensiva e dieci posti di RSA, questo dopo la trasformazione degli ultimi anni che ha visto eliminati i reparti di chirurgia e di medicina. All'epoca della trasformazione decisa dalla precedente Amministrazione Comunale, vennero fatte numerose promesse sia dagli Amministratori comunali che da quelli della ASL 3, alcune delle quali purtroppo si deve riscontrare che ancora devono essere mantenute.
Ad oggi i due servizi presenti, RSA e riabilitazione presentano quasi sempre il 100% di occupazione, fornendo servizi di cui usufruiscono utenti anche fuori Regione, i quali però meriterebbero di essere accuditi da personale numericamente adeguato rispetto ai carichi di lavoro presenti. Basta pensare che rispetto alle altre strutture del territorio le presente dei degenti nella Presidio Ospedaliero di Cascia sono estremamente più elevate, mentre il personale è assolutamente minoritario, non sono molte infatti strutture in realtà simili ad avere quasi costantemente 30 posti letto occupati. Da ciò si evince la carenza di molte figure professionali, ed in particolar modo nell'ultimo periodo da parte di Infermieri ed Operatori Socio Sanitari.
Il Direttivo del PD di Cascia ritiene che con tutti i tagli subiti fino ad oggi dalla Struttura, si debba far in maniera tale che, almeno quanto resta, venga gestito con la presenza di personale numericamente adeguato per garantire un'assistenza medica, infermieristica ed assistenziale, nel rispetto del territorio e soprattutto dei malati e dei propri famigliari, riprogrammando anche alcune attività ambulatoriali, che possano offrire servizi in loco anche a tutti quei residenti e quei turisti che vivono quotidianamente la realtà di Cascia.
Di certo è superfluo ricordare che il nome di Cascia, grazie alla Grandezza di Santa Rita è conosciuto praticamente in tutti i continenti, e di certo i cittadini tutti, residenti e non, si aspettano di avere anche servizi all'altezza dell'immagine della Città; immagine che ci piace credere dia lustro all'intera Regione dell'Umbria.


Per quando detto siamo a chiedere un intervento urgente da parte delle Autorità politiche ed Amministrative interessate, affinché si dia atto alle promesse ancora in sospeso e si proceda ad un reintegro di personale nella Struttura, riallineandolo a quello che è necessario per dare servizi efficienti e di buona qualità ai degenti.
La presente è stata inoltrata al Presidente delle Regione Umbria ed Assessore alla Sanità Regione Umbria, al Direttore Sanitario della ASL 3 Umbria, ed al Sindaco di Cascia, nella convinzione che ciascuno per le proprie possibilità possa venire incontro alle esigenze di un comunità e dei sui ospiti.
Distinti Saluti.


Il Direttivo
Partito Democratico Cascia






 



Commenti (1)

Commento scritto da raccogliamo le firme il 12 Maggio 2011 alle 12:52
Bene raccogliamo le firme per sensibilizzare la regione.Tutti pronti per firmare.Ma qualche dubbio mi sovviene!!Ma il sindaco non è un vostro iscritto?? e ciò non è che servirà per sistemare qualcuno che è rimasto fuori??Comunque tutti d'accordo aspettiamo i modelli per raccogliere le firme!!Oppure sono tutte chiacchiere!!!!Mi sono spiegato!Votante di centro destra pronto a combattere con il PD per CASCIA


Aggiungi un commento [+]
Gabetti Immobiliare
Lavanderia La Perfetta
Bonifica Umbra
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Guerrini Macron Store
Lavanderia La Perfetta
Performat Salute Spoleto
Sicaf Spoleto
Supermercati della convenienza offerte speciali
De.Car. Elettronica
Pizzeria Mr Cicci
TWX Evolution
Necrologio
Ristorante La Pecchiarda
Principe
Spoleto Cinema al Centro
Ferramenta Bonfè
Stile Creazioni
Perugia Online
Associazione Cristian Panetto