Spoletonline
Edizione del 18 Ottobre 2017, ultimo aggiornamento alle 19:18:42
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Aldo Moretti S.r.l.
Spoletonline
Aldo Moretti S.r.l.
cerca nel sito
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Mrs Sporty
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Libreria Aurora
Agriturismo Colle del Capitano
Ristorante Albergo LE CASALINE
The Friends Pub
Lavanderia La Perfetta Self
Vus Com
Fondazione Giulio Loreti
Centro Dentistico Cristina Santi
TWX Evolution
Spoleto Cinema al Centro
Aldo Moretti S.r.l.
Pc Work
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Parafarmacia Serra
Civico 53
Stampa articolo

Le Spigolature di Sandro Morichelli, 12 Ottobre 2011 alle 11:16:31

ANNULLATA LA PUZZA SOTTO IL NASO DELLA FRANCIA

Indimenticabile la vittoria del Mondiale 2006 [Commenti]


Sandro Morichelli

I "galletti" cucinati allo spiedo o alla salsa? Una data da non dimenticare è quella del 29 luglio 2006. L'Italia operaia ha trionfato ai mondiali di calcio di Germania abbattendo per la seconda volta il muro di Berlino. I tricolori vincitori nel 1934, nel 1938 e 1982 sono tornati al successo


contro ogni pronostico. Si è trattato di sette incontri da incorniciare. Sei vittorie, con il Ghana 2-0, con la Repubblica Ceka 2-0, con l'Australia 1-0, con l'Ucraina 3-0, con la Germania 2-0. Un solo pareggio con gli Stati Uniti 1-1 e trionfo finale ai rigori con la spocchiosa Francia. E' stata annullata la puzza sotto il naso dei "galletti" che l'Italia si è divertita a cucinare allo spiedo, o se volete alla salsa. La rabbia dei transalpini è stata tale che il celebrato Zidane non ha saputo mantenere la calma effettuando il brutto gesto di dare una capocciata al nostro Materazzi venendo giustamente espulso dall'arbitro argentino Helizondo. La tanto ambita coppa è andata a quelli che erano stati definiti camerieri, cuochi, sguatteri, lavapiatti e pizzaioli. E' dispiaciuto a tutti tanto che il presidente della FIFA Blatter anziché premiare di persona l'Italia sembra sia rimasto negli spogliatoi a consolare l'irascibile suo amico Zidane al quale, vera e propria ignominia, è stato assegnato il "pallone d'oro" di migliore giocatore dei mondiali, fatto veramente riprovevole e assurdo. Come se non bastasse, Zidane non ha ritirato la medaglia d'argento che viene assegnata ai calciatori secondi in classifica generale. Anche in Spoleto si è festeggiato e brindato in ogni piazza sino alla mattina di lunedì. Caroselli chiassosi in segno di giubilo e bandiere al vento. In piazza Garibaldi sono affluite centinaia e centinaia di persone. In piazza del Mercato lo scoppio dei mortaretti è stato assordante. I titolari del Bar Primavera e del Bar degli Artisti sono stati protagonisti di scene di incredibile entusiasmo. Nella storica fontana si sono gettati in slip tantissimi giovani di ambo i sessi compresi i musicisti statunitensi che hanno tifato Italia. In piazza Collicola il titolare del bar ha offerto una ricca cena. E' stata la vittoria del gruppo di Marcello Lippi e del vilipeso calcio azzurro tornato alla ribalta mondiale. La cosa più bella, lo ripetiamo, è stata quella di aver annullato la puzza sotto il naso dei francesi e di aver cucinato i galletti allo spiedo, o se volete alla salsa. La rabbia di Zidane dice tutto. non dimentichiamo che la nazionale francese era composta in grandissima parte di calciatori africani, tredici su sedici. I francesi nati in loco sono latitanti. Cara Francia: la tua grandeur è andata a ... farsi benedire. Ciò è inconfutabile.


 


 



Commenti (3)

Commento scritto da qualunquismo il 12 Ottobre 2011 alle 12:34
"non dimentichiamo che la nazionale francese era composta in grandissima parte di calciatori africani, tredici su sedici. I francesi nati in loco sono latitanti. Cara Francia: la tua grandeur è andata a ... farsi benedire. Ciò è inconfutabile."



a me l'unica cosa che appare inconfutabile sono i luoghi comuni di quest'articolo...parliamo di Europa e guardiamo il proprio orticello, chiamiamo "africani" i giocatori francesi che sono francesi da prima che nascesse lo stato italiano



mah...alla faccia del progressismo


Commento scritto da Fred il 12 Ottobre 2011 alle 21:29
basta con il provincialismo. Tra l'altro, calcisticamente parlando, l'Italia ebbe davvero una gran fortuna, non avendo incontrato Brasile, Argentina -a parte la Germania- ma Ucraina e...Australia, battuta con un rigore un po'..così.

La grandezza di Lippi si è manifestata nel 2010......!


Commento scritto da Luca il 13 Ottobre 2011 alle 18:12
Non so esattamente cosa sia accaduto il 29 luglio, ma di sicuro erano già 20 giorni che festeggiavamo il mondiale vinto il 9 luglio 2006! :-)


Aggiungi un commento [+]
Sicaf Spoleto
Supermercati della convenienza offerte speciali
Lavanderia La Perfetta
Associazione Cristian Panetto
Aldo Moretti S.r.l.
Spoleto Cinema al Centro
Principe
TWX Evolution
Bar Kiss
Lavanderia La Perfetta
Ristorante La Pecchiarda
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Ferramenta Bonfè
Bonifica Umbra
Perugia Online
Performat Salute Spoleto
Stile Creazioni
De.Car. Elettronica
Bar Moriconi
Pizzeria Mr Cicci