Spoletonline
Edizione del 18 Dicembre 2018, ultimo aggiornamento alle 20:05:11
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Ristorante Al Palazzaccio
La Piazzetta delle Erbe
Parafarmacia Serra
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Pc Work
Libreria Aurora
Agriturismo Colle del Capitano
Arte Infusa
Spoleto Cinema al Centro
Tuber experience - Campello
Norcineria Severini Perla
Centro Ottico Emmedue
Il Calzolaio
Ristorante Pecchiarda
Electrocasa Spoleto
AROF Agenzia Funebre
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Ristorante Albergo LE CASALINE
Stampa articolo

Area Vasta - Cronaca, 08 Novembre 2011 alle 12:22:36

I FUNERALI DI BRUNO RUBEO, SCENOGRAFO INTERNAZIONALE, NELLA CHIESA DI COSTE DI TREVI

Presenti numerosi artisti giunti anche dagli Stati Uniti e dal Messico. La commozione del regista Taylor Hackford e della premio Oscar, attrice Helen Mirren [Commenti]


Sandro Morichelli

Si sono svolti nella caratteristica chiesa di Coste di Trevi, i funerali di Bruno Rubeo, scenografo di fama mondiale, deceduto alcuni giorni fa.


Bruno Rubeo, dopo aver frequentato la scuola statale di cinematografia ed essersi diplomato in scenografia, iniziò la sua attività artistica sotto la guida di Carlo Rambaldi, distinguendosi per i suoi documentari di carattere scientifico, effettuati per Riccardo Paladini. Operò negli Stati Uniti, a New York e Los Angeles, trasferendosi successivamente a Toronto, ponendosi in evidenza per le sue spettacolari trasmissioni televisive, aprendo uno studio grafico con utilizzazione del primo computer al mondo per la grafica ad alta risoluzione per audiovisi.


I suoi maggiori successi ebbero luogo a Los Angeles, con l'effettuazione del film "Conan il distruttore", realizzando altri film, conquistando nel 1989 la nomination al premio Oscar per la scenografia della pellicola "A spasso con Daisy". Tra i suoi film di successo citiamo "Love Ranch", The Great Raid", "Il Mercante di Venezia", "Rapimento e riscatto", "Gioco a due", "Falso tracciato", "L'Avvocato del Diavolo", con Al Pacino, "Conflitti del cuore", "L'ultima eclissi", "Il cliente".


Rileviamo che nel 2005, attraverso la poetessa Corinna Angelucci, il maestro Menotti invitò Bruno Rubeo ad esporre all'interno del Museo Civico di Spoleto, in una grande mostra, i suoi famosi bozzetti cinematografici, che vennero inseriti nel programma del Festival dei Due Mondi, riscuotendo grande successo. Tra i moltissimi premi acquisiti, Bruno Rubeo ha ricevuto, unitamente alla sua gentile consorte, il premio Sergio Bizzarri nel 2009.


Bruno Rubeo da alcuni anni si era trasferito stabilmente insieme alla moglie Mayes Rubeo, costumista messicana di grande successo, avendo tra l'altro ideato i costumi dei colossal "Apocalypto" e "Avatar" ed operato nel film di prossima uscita sugli "Zombi" intitolato World War Z con Brad Pitt.


Il regista Taylor Hackford, con il quale ha girato molti films, in lingua inglese ha porto l'estremo saluto al suo amato amico e collega, in un clima di viva commozione. Tra i presenti, provenienti dagli Stati Uniti, dal Messico e dal Canadà, oltre al figlio Marco Rubeo e alla sorella Anna, la moglie del citato regista, l'attrice Helen Mirren, gli attori Jill Eikenberry e Michel Tucker, la costumista Patrizia Mustile, il famoso pittore Marco Tirelli e l'attrice Heidi Kennedy, il disegnatore Jonay Bacallado Martìn, lo storico dell'arte Rodeny Jhon Lokay, Maria Adele Crisafulli e l'Architetto Giuseppe Bettini; il maestro d'arte Paolo Calamida e la moglie Anna Paola Bartolini, Lidia e Bianca Maria Morichelli, il chirurgo Guido Bartolini, Lucia Genga e numerose altre persone.


Dopo i funerali gli amici più stretti si sono portati nella ristrutturata abitazione di Rubeo, dove Helen Mirren, Premio Oscar come migliore attrice protagonista nel film "The Queen", ha recitato in lingua inglese con la consueta maestria un poema con in onore dell'amico scomparso, mentre il regista Taylor Hakford ha cantato una canzone scozzese, suscitando non poca emozione.


Dalle colonne di Spoletonline inviamo le nostre più sentite condoglianze alla moglie Mayes, alla sorella Anna ed al figlio Marco.


 


 



Il Macigno
Estetica Creola
Il Biologico Spoleto
Trattoliva Ristorante / Campello sul Clitunno
Lavanderia La Perfetta
Abbazia Albergo e Ristorante
Multiservizi Spoleto


Commenti (2)

Commento scritto da mystefy il 08 Novembre 2011 alle 13:15
Da queste righe con grande stupore e dolore vengo a conoscenza della scomparsa dello stimato amico Bruno. Ricordo ancora quando mi regalò il super tool della Leatherman che tutt'ora conservo con grande cura. Grande professionista e grande persona... portroppo era un po' che non lo vedevo. Il mio dolore si aggiunge a quello della moglie Mayes del figlio Marco e a tutto il resto della famiglia. Ciao Bruno.....


Commento scritto da gughi46 il 12 Giugno 2016 alle 11:23
anche io apprendo casualmente della morte di Bruno, eravamo compagni e amici inseparabili di classe nell'Istituto per la cinematografia e la Televisione, ho una foto con lui di gruppo dell'anno scolastico 1961/62, abbiamo fatto una primissima esperienza di lavoro assieme disegnando cartoni animati per un intermezzo televisivo. (intermezzo era l'equivalente di carosello ma su rai2)... l'ultimo giorno di bruno in italia(maggio 1968) l'abbiamo passato assieme, parti con la sua fidanzata americana e una bellissima gt junior rossa dell'alfa romeo targata CD (corpo diplomatico). Seppi poi, ma non ricordo da chi, che insegnava arte in un istituto americano.

La foto la trovate su questo link degli ex allivi del Rossellini:

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10208462717958393&set=gm.10153456021185683&type=3

Bruno è nella fila in alto il 6° da sx io sono in basso accovacciato a dx del ciak.

Ciao Bruno sei stato sempre nei miei ricordi, e ora più che mai.



Aggiungi un commento [+]
Associazione Cristian Panetto
Pizzeria Mr Cicci
Bar Moriconi
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Spoleto Cinema al Centro
Il Pianaccio
Bonifica Umbra
Stile Creazioni
L'Altro Forno
Bonucci
Panificio Montebibico
Principe