Spoletonline
Edizione del 17 Dicembre 2017, ultimo aggiornamento alle 02:20:25
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Natale a Scheggino
Spoletonline
Natale a Scheggino
cerca nel sito
Lavanderia La Perfetta Self
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Agriturismo Colle del Capitano
The Friends Pub
Ristorante Albergo LE CASALINE
Vus Com
Pc Work
Spoleto Cinema al Centro
AROF Agenzia Funebre
Maison del Celiaco
Bonifazi Immobiliare Spoleto
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Mrs Sporty
Parafarmacia Serra
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Centro Dentistico Cristina Santi
TWX Evolution
Libreria Aurora
Stampa articolo

Valnerina - Salute e Sanità, 10 Febbraio 2012 alle 17:09:34

Cascia, è scontro Barberini-Asl 3 sul Centro di riabilitazione

Interviene anche il sindaco Emili: 'Personale insufficiente rispetto al numero di posti letto'. E in ospedale manca ancora il radiologo [Commenti]


Federica Nardi

Botta e risposta serrato tra il consigliere regionale del Pd Luca Barberini e l'Asl 3 dell'Umbria sul Centro di riabilitazione di Cascia. A seguito di un'interrogazione presentata da Barberini in Regione, resa nota alla stampa nella giornata di ieri, è stata divulgata dall'Azienda sanitaria una nota stampa del direttore generale Sandro Fratini, che bolla come "inutili allarmismi" le preoccupazioni del consigliere del Partito democratico.


"Non c'è nessuna grave carenza di personale, né il rischio di un ridimensionamento per il Centro di riabilitazione di Cascia, che si conferma come struttura di eccellenza a livello nazionale", si legge nel comunicato della Asl 3. E ancora: "L'Azienda ha provveduto ad avviare le procedure per integrare il fisioterapista mancante. La struttura sta lavorando a pieno ritmo ed in maniera eccellente su 20 pazienti. Inoltre stiamo registrando un notevole incremento dei degenti che arrivano da fuori regione. In particolare il Centro di Cascia si è specializzato nella cura dei pazienti affetti da sclerosi multipla, diventando uno dei punti di riferimento a livello nazionale".
Immediata la risposta, a mezzo stampa, di Luca Barberini: "La replica stizzita e piccata del direttore generale della Asl3 - si legge nella nota diramata dal consigliere regionale - conferma quanto sostenuto nella mia interrogazione e cioè, da un lato, la qualità della struttura e, dall'altro, la carenza di risorse professionali e la necessità di intervenire su questo fronte. Inoltre non sono nel mio stile inutili allarmismi". Polemica, poi, sui tempi occorsi alla Asl 3 per occuparsi della struttura casciana: "Mi fa piacere che la Asl3 si sia finalmente interessata al Centro di riabilitazione intensiva di Cascia - sottolinea Barberini - dopo mesi di latitanza, rispetto alle numerose segnalazioni fatte sia dall'amministrazione comunale di Cascia, sia dagli stessi operatori del Centro. Consiglio, però, al direttore pro tempore dell'azienda, di documentarsi meglio e di verificare se la struttura in questione rispetta davvero i parametri minimi previsti dalla legge e dalle linee guida sanitarie sul rapporto tra posti letto e personale impiegato. Non credo, infatti - aggiunge Barberini -, che un solo fisioterapista possa risolvere un problema ben più ampio, che si trascina da tempo, e su cui ho avuto ampiamente modo di informarmi, proprio per cercare di sollecitarne una soluzione".
D'accordo con il consigliere regionale il sindaco di Cascia Gino Emili che, non meno di dieci giorni fa, ha avuto un colloquio proprio con il direttore generale Fratini. "Ho esposto di persona al direttore della Asl 3 i problemi della struttura - dichiara Emili - in quanto ritengo che, in relazione ai posti letto, ci sia bisogno di un numero maggiore di personale medico". Nell'incontro con Fratini il sindaco Emili ha, infatti, confrontato il Centro di riabilitazione di Cascia con altre strutture umbre, rilevando come ci siano differenze. "Se non si colma la distanza che c'è tra personale e pazienti - ha aggiunto il primo cittadino di Cascia - non si riesce a garantire quel servizio che i cittadini si aspettano da una struttura eccellente come la nostra".
Sempre a proposito di sanità, il sindaco Emili ricorda poi un altro problema reso noto a Fratini in quell'incontro: "Ho fatto presente al direttore della Asl 3 che dallo scorso gennaio il medico radiologo, che una volta a settimana effettuava visite e mammografie all'ospedale di Cascia, è andato in maternità e ho chiesto che fosse sostituito. Tuttavia, al momento, uno dei pochi servizi che l'ospedale di Cascia poteva garantire non è stato ripristinato, perché - conclude Emili - sembra che non si trovi un radiologo!".


 



Commenti (3)

Commento scritto da alta marroggia vigile il 11 Febbraio 2012 alle 06:28
Complimenti alcuni esponenti politici hannola faccia come la camicia!!!!!!!!!!!pardon!!!!!!!! Ma su Spoleto non te ce sforzi proprio?

babbo non vuole?

eppure ci hai preso i voti , sbaglio?

a che cosa sono serviti?

credo che anche tu ad altri Spoletini non vi interessa la nostra citta, speriamo solo che nelle proissime tornate vi finisca la pacchia.PS mi raccomando............ intanto finite de sfascia tutto.............. vergognatevi tutti...............


Commento scritto da blade runner il 11 Febbraio 2012 alle 11:08
l'opposizione, dove sta?


Commento scritto da casciano il 11 Febbraio 2012 alle 13:29
leggere di una simile interrogazione con immediata risposta da parte della ASL per me casciano e\' una ulteriore presa per i ........

A Cascia e ai casciani non interessa un ritorno in termini di turismo sanitario, interessa solo avere dei presidi che tutelino la salute della popolazione residente in caso di bisogno, interessa avere una struttura in grado di prestare assistenza, se pur minima, nella fase acuta.

Oggi abbiamo un reparto di riabilitazione, conosciuto e apprezzato anche fuori Regione, forse e\' quello che interessa alla ASL perche\' contribuisce a far aumentare le entrate, ma sinceramente non so quanto vicino effettivamente alle reali esigenze della popolazione di Cascia.

Si fanno interventi pubblici da destra e da sinistra oggi che non esiste piu\' una struttura ospedaliera da tutelare.

Avevamo,per quanto la nostra struttura poteva garantire, delle eccellenze nei piccoli reparti di medicina e chirurgia, che garantivano una sicurezza e tranquillita\' anche a noi gente di montagna.

La politica ha deciso in senso contrario nonostante tutte le proteste per anni a difesa dell\' Ospedale di Cascia.

Sono solo interventi di facciata che volano alto oltre i reali bisogni della comunita\' di Cascia.



Aggiungi un commento [+]
Spoleto Cinema al Centro
Stile Creazioni
De.Car. Elettronica
TWX Evolution
Performat Salute Spoleto
Guerrini Macron Store
Principe
Supermercati della convenienza offerte speciali
Pizzeria Mr Cicci
Associazione Cristian Panetto
Bonifica Umbra
Ristorante La Pecchiarda
Necrologio
Perugia Online
Gabetti Immobiliare
Sicaf Spoleto
Lavanderia La Perfetta
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Ferramenta Bonfè
Lavanderia La Perfetta