Spoletonline
Edizione del 14 Dicembre 2017, ultimo aggiornamento alle 13:01:09
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Natale a Scheggino
Spoletonline
Natale a Scheggino
cerca nel sito
Pc Work
Ristorante Albergo LE CASALINE
Agriturismo Colle del Capitano
Libreria Aurora
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Centro Dentistico Cristina Santi
Mrs Sporty
Vus Com
Parafarmacia Serra
The Friends Pub
Lavanderia La Perfetta Self
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Maison del Celiaco
Spoleto Cinema al Centro
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
TWX Evolution
Bonifazi Immobiliare Spoleto
AROF Agenzia Funebre
Stampa articolo

Terni - Cronaca, 05 Giugno 2013 alle 15:11:22

Sindaco di Terni ferito alla testa durante una manifestazione degli operai Ast

Aggiornamento: Di Girolamo colpito da un manifestante. Sequestrato un ombrello. Alfano: 'Polizia ha agito regolarmente tutelando i cittadini' [Commenti]

Aggiornamento delle 00,30 - 6/6/13. A ferire il sindaco di Terni, Leopoldo Di Girolamo, durante la manifestazione degli operai Ast "non sono state le forze dell'ordine ma una persona che da dietro ha colpito il sindaco con un ombrello".


 Lo afferma la Polizia sottolineando che esiste un video che documenterebbe il fatto. L'aggressore sarebbe già stato identificato e sequestrato l'ombrello. Per l'uomo nessuna misura restrittiva ma a suo carico potrebbe essere ipotizzato il reato di lesioni. "Sono sollevato nell'aver avuto conferma che ancora una volta la Polizia ha svolto regolarmente il suo compito di tutela dell'ordine pubblico e dei cittadini" ha dichiarato il ministro Alfano interrogato sulla vicenda della quale si sono occupati molti dei maggiori telegiornali e quotidiani nazionali.


--------------


Ferito alla testa durante una manifestazione. Il protagonista della vicenda è il sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo, ferito alla testa durante una carica delle forze dell'ordine alla stazione ferroviaria in occasione della manifestazione dei lavoratori dell'Ast. Pare, infatti, che gli operai con in testa il primo cittadino ternano volessero occupare i binari, così la polizia avrebbe caricato i manifestanti. Il sindaco è stato subito medicato al pronto soccorso. Di Girolamo si è sentito poi al telefono con il prefetto Vittorio Saladino, che si è detto "profondamente addolorato per quanto successo". Di Girolamo ha parlato invece di "violenza incomprensibile".


(Foto Ansa.it)


 


 



Commenti (13)

Commento scritto da indignato il 05 Giugno 2013 alle 19:23


Anche il nostro scendera' in piazza insieme agli operai ims- isotta e tutti coloro che subiscono questa enorme crisi.......eeeeeeeee!!!!

ma che dico...tutto il pd scendera' in piazza.....riommi,marini,sereni!!!!


Commento scritto da solidale il 05 Giugno 2013 alle 22:08
E' anche vero che voi di occupare i binari o altre azioni "dure" non ci avete molto provato. Per fare il corteo, vi abbiamo dovuto quasi supplicare noi solidali


Commento scritto da peppinello il 05 Giugno 2013 alle 22:38
Difendere il proprio posto di lavoro e' un diritto sacrosanto.

Manifestare in modo pacifico e' giusto

Non e' giusto che un sindaco si mette davanti al corteo senza fascia e permettere agli operai di occupare una stazione ferroviaria e i binari, impedendo ad altra gente che non centra nulla a non avere il diritto della propria liberta di muoversi.

Si da sempre la colpa a quei poveri cristiani che rischiano la vita per uno stipendio da fame.

Si puo' manifestare in modo civile senza togliere agli altri il diritto della liberta' di muoversi ( c'e' gente che si alza presto la mattina, sta fuori di casa tutto il giorno, e tu non gli dai il diritto di ritornare a casa perche' hai occupato la stazione? Quei politici che danno la colpa alle forze dell'ordine andassero a lavorare.



Commento scritto da Forza Fere il 05 Giugno 2013 alle 23:51
Caro Indignato, tu credi che il sindaco di Spoleto scenderà in Piazza per difendere i lavoratori Spoletini che rischiano il posto di lavoro? Ma quando mai. Non so se tu credi ancora alla Befana. Io no


Commento scritto da peppalalonga@gmail.com il 06 Giugno 2013 alle 08:20
Peppinello svegliati, siamo nel mondo reale del capitalismo, anche il Papa se ne è accorto. Fa che ti lasciano in mezzo alla strada, poi voglio vede che fai. Anzi fai una cosa, sciopera in solidarietà con chi rischia il lavoro e unisciti ai cortei, vedrai più cresce il numero e meno botte vengono fuori.


Commento scritto da @indignato e @forza fere il 06 Giugno 2013 alle 08:31
Siete corti, cortissimi di memoria, oppure in malafede sulla pelle dei disoccupati.

Sindaco, Riommi etc c'erano alla manifestazione di febbraio, dalla stazione al municipio.

Mancavano gli spoletini, tra cui gli operai


Commento scritto da è stata la polizia! il 06 Giugno 2013 alle 13:30
Dovete riaggiornare: non è vero che è stato un manifestante con l'ombrello, il sindaco, molti testimoni (fra cui assessori e senatori) dicono che sono stati i poliziotti: persino i medici al pronto soccorso hanno detto che si tratta delle tipiche lesioni provocate dai manganelli


Commento scritto da indignato il 06 Giugno 2013 alle 14:13
Forse non tutti sanno che partecipare ad una manifestazione perche' "tirati per la giacca" non significa automaticamente comprendere e sostenere una vertenza.

Spesso lo si fa per questione di pura partecipazione-solidale,tutto qui. Voglio essere ancora piu' cattivo e dire che spesso lo si fa per comparsa. Qualcuno di voi difensori del pd - l (nn sono grillino) osa immaginare cosa avrebbe significato una manifestazione senza la "comparsa" di questi politologi??? Carissimi "venerabili pidiessini" ora come ora l'importante non e' partecipare,tantomeno orare(inteso come parlare) ma bensi' dimostrare con i fatti cosa siete realmente,se siete carne o pesce,se larve o farfalle....se complici o politici.





Commento scritto da Franco Zaffini - Consigliere regionale Fratelli d'Italia il 06 Giugno 2013 alle 16:37
Contrapporre due categorie di lavoratori, quelli in tuta blu e quelli in divisa blu, è strumentale e pericoloso perché distoglie l’attenzione dai problemi della vertenza Ast”. E’ quanto dichiara il consigliere Franco Zaffini , capogruppo di Fratelli d’Italia, il giorno dopo il corteo dei dipendenti delle acciaierie ternane. “Chi ieri ha tentato di avere il suo momento di visibilità – afferma l’esponente di Fdi – ha sminuito le ragioni stesse dei lavoratori che hanno tutto il diritto di manifestare per difendere il proprio posto di lavoro, purchè lo facciano nel rispetto delle regole. Coloro che, invece, si sono affrettati a fare dichiarazioni superficiali e lesive nei confronti della Polizia e del Questore, dovrebbero, spiegare cosa hanno fatto, negli anni, i rappresentanti delle istituzioni, tutti della stessa parte politica, per evitare il declino a cui sembrano destinate le acciaierie ternane”.

“Anche oggi, di fronte all’evidenza di un filmato che non lascia dubbi sull’operato delle forze dell’ordine – dice ancora Zaffini – La faziosità prende il sopravvento sul buon senso e autorevoli esponenti della sinistra cercano di rinvigorire la polemica, anziché affrontare, dal punto di vista politico, l’ennesima crisi occupazionale che si abbatte sull’Umbria”.

“Stare con i lavoratori, significa sostenerli, nell’esercizio del mandato istituzionale, con atti e fatti concludenti e non cavalcare le ragioni assurde e pretestuose di una inutile guerra tra chi lotta per i propri diritti e chi tutela i diritti altrui rischiando la propria incolumità



Commento scritto da Aurelio Fabiani il 06 Giugno 2013 alle 21:48
Commento strano nella forma, in ierza persona, in prima persona, boh, non si capisce. Chiaro nel contenuto, Zaffini sta con chi ha manganellato.La questione è semplicissima, non c\'è nessuno che contrappone niente, non c\'è alcuna interpretazione, è la polizia che si è contrapposta ai lavoratori e ha manganellato, il Sindaco ribadisce:\"ma quale ombrello !\"

La legalità ? si chiama Costituzione, articolo 1,l\'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro. Chi compra le aziende e dopo pochi mesi le rivende come un giocatore diazzardo va espropriato e arrestato per attentato alla Costituzione, la Polizia vuole difendere la legalità ? vada ad arrestare i padroni delle acciaierie.

Aurelio Fabiani

Associazione Culturale CASA ROSSA


Commento scritto da operaio indignato il 07 Giugno 2013 alle 14:50
Fu l'ombrello galeotto ! che figura la polizia. Il filmato del tg RAI sputtana completamente la ricostruzione delle divise blu. Zaffini poteva anche aspettare prima di fare l'ultrà della squadra della polizia, non c'ha fatto una gran figura neppure lui.


Commento scritto da Massimo il 07 Giugno 2013 alle 19:08
Fa pena l'ala solita ideologia anacronistica di Fabiani. Se non avessi un profondo rispetto per la democrazia verrebbe voglia di dire: FATELO TACERE


Commento scritto da Aurelio Fabiani il 07 Giugno 2013 alle 22:52
Farmi tacere ? in che modo, come Cucchi ? come nel ventennio, come faceva Scelba. Chi lo dovrebbe fare, a chi la delega ? ma l'autore di un pensiero così democratico, oltre l'odio, dovrebbe metterci la faccia quando istiga qualcuno a farmi tacere.

Manca la firma, ma non l'ipocrisia:"Verrebbe voglia di dire" dice il democratico, mentre scrive su un giornale on line in stampatello maiuscolo: "FATELO TACERE"


Aggiungi un commento [+]
Lavanderia La Perfetta
Spoleto Cinema al Centro
Associazione Cristian Panetto
Necrologio
Supermercati della convenienza offerte speciali
Guerrini Macron Store
Bonifica Umbra
TWX Evolution
Stile Creazioni
Gabetti Immobiliare
Perugia Online
Principe
Sicaf Spoleto
Performat Salute Spoleto
Lavanderia La Perfetta
Ferramenta Bonfè
De.Car. Elettronica
Ristorante La Pecchiarda
Pizzeria Mr Cicci
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'