Spoletonline
Edizione del 16 Dicembre 2017, ultimo aggiornamento alle 00:35:24
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Natale a Scheggino
Spoletonline
Natale a Scheggino
cerca nel sito
Vus Com
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Agriturismo Colle del Capitano
Spoleto Cinema al Centro
The Friends Pub
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Ristorante Albergo LE CASALINE
AROF Agenzia Funebre
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Mrs Sporty
Maison del Celiaco
Centro Dentistico Cristina Santi
Lavanderia La Perfetta Self
Pc Work
TWX Evolution
Libreria Aurora
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Parafarmacia Serra
Stampa articolo

Spoleto - Chi sale & chi scende, 24 Giugno 2013 alle 14:26:42

'Chi Sale & Chi Scende': fra alberi e dirigenti abbattuti

Edizione 'verde' per la rubrica meno rubrica di tutte


Edizione un po' speciale e in versione "arborea" questa settimana, visti alcuni eventi che hanno letteralmente offuscato la usuale e piatta logica con cui la città avanza fra i rovi del futuro. Prepariamoci dunque ad addentrarci in una inestricabile boscaglia di becchini istituzionali, amatori


dell'omissione e beati pluridecorati. Dai chè ‘sta settimana hanno fatto un gran casino... Partiamo.


La maglia rosa non può non andare alla Corsa dei Vaporetti e a tutto il comitato organizzatore, capitanato dall'Avis Spoleto . L'equipaggio del Gustoso Village  Dominici-Gini, dopo il bruciante secondo posto della scorsa edizione, ha letteralmente dominato per tutte e tre le giornate andandosi meritatamente a prendere la vittoria finale.


Sale Michael Jacob, che ormai è costretto a firmarsi "un inglese a Spoleto", visto che in tema di ambiente  rischia la querela e la fucilazione anche se viene trovato ad odorare un fiorellino di campo. Lo scrittore, a cui poi si accoderà anche l'appello di Italia Nostra, è preoccupatissimo per i tagli dei lecci di Viale Matteotti, in questi giorni oggetto della "manutenzione arborea" annunciata qualche giorno fa dal Comune. Un Comune che ultimamente si sta dando molto allo sfa_cio, dove la lettera mancante può indifferentemente essere una "L" o una "S".


E proprio i lecci di Viale Matteotti ci forniscono l'assist per passare ad un'altra specie di verde che in questa settimana è stata, o meglio, si è sentita un po'abbattuta, ma si è poi prontamente ripresa: il "lecca..." di Palazzo Comunale. E' un tronchetto con poche radici, ma molto ben piantate, fortunatamente non secolare, che prolifera nei boschetti della sala consiliare spoletina. I lecca si sono trovati nella difficile situazione di dover dare un importantissimo contributo agli equilibri del microcosmo amministrativo, dove fra lecci, "cerque" e Cerquiglini ci si ritrova spesso a districarsi in una giungla dove persino l'espertissimo orso Baloo perderebbe l'orientamento. Il Cerquiglini, che scende infinitamente al di sotto dello "scendibile", si è ritrovato a dover rendere conto di qualche leggerissima inesattezza, dovuta forse a degli errori nei processi di fotosintesi economica, in alcuni riporti di somme effettuati nel bilancio consuntivo 2012. Effettivamente il look rasato del diggì spoletino lasciava intuire che non fosse particolarmente abile proprio con i riporti, ma ciò non ha impietosito il pentapartito Cappelletti-Cardarelli-Loretoni-Monini-Profili (per loro maglia rosa honoris causa) i quali, dopo il solito minuzioso martellamento, hanno raccolto elementi sufficienti ad inchiodare il dirigente alle sue responsabilità. Secondo le loro stime il Comune presenterebbe una voragine di almeno 3 mln di euro, fatto che, parafrasando lo slogan di una famosa caramella alla menta, potrebbe portare a definire Spoleto come "il buco col bilancio intorno".
In ginocchio sui ceci e cosparso di pece e piume d'oca, il Cerquiglini ha di fatto ammesso molte delle inesattezze contestate, un atto che schianterebbe qualsiasi istituzione, ma non il Comune di Spoleto. Perché nonostante tutto:
1)I lecca hanno votato la fiducia al sindaco, e quindi a se stessi, dopo aver approvato consapevolmente o inconsapevolmente (fatto assai penoso in entrambi i casi) il documento incriminato. La formazione di maggioranza ha così sconfitto l'opposizione per 16 a 14, ma dalla sua aveva il "fattore campo": giocava in  casta...;
2)il sindaco Benedetti ha votato la fiducia a se stesso, si è stretto la mano da solo ed ha provato a darsi una pacca sulla spalla senza riuscirci, poiché la giacca tirava troppo.
Il punto 1) è molto importante per questa versione "green" della rubrica, perché ci permette di spiegare ai nostri lettori come a volte i consiglieri di maggioranza/lecca si trasformino in un altro derivato arboreo molto utile per la sopravvivenza e la pulizia del proprio habitat: il consigliere di maggiorana. Che nell'occasione specifica è stato utilizzato per profumare l'ambiente dopo la votazione e cercare di nascondere quella vaga puzza di... bruciato.


A seguito di tutto questo casino sale, ma per finta, il Comune di Spoleto, che dal giorno successivo ha cercato senza ritegno di rifarsi la verginità. Il Cerquiglini è stato abbattuto assieme ai lecci di viale Matteotti. La revoca del suo incarico è già operativa, ne è la prova il fatto che sulla porta del suo ufficio al posto della targhetta con il nome ci sia il cartello "rimozione forzata". Come se non bastasse, tutto d'un tratto è partita una disperata ricerca di costi da tagliare e incredibilmente il sindaco è andato a toccare il mantra che lo ha accompagnato in questi anni di leadership: l'"ora et Libori". Il portavoce infatti non esce indenne dalla scure dei tagli, non a caso gli hanno segato proprio l'indennità. Il tutto in nome dell'ennesima riorganizzazione della macchina comunale, più un autobus che una macchina vera propria, dove oltretutto non sarebbe neanche  vietato parlare al conducente, solo che nessuno è mai riuscito a farlo.

Salgono alla grande la Bonifica Umbra e l'associazione "I Cento Comuni", in prima fila al fianco della solidarietà con la serata di beneficenza "Arte per Altro", per raccogliere fondi per l'Associazione Italiana Sclerosi Multipla.


Sale anche La Fenice, giudicata "scuola a 5 Stelle" dalla Federazione Nazionale. E riuscirci con il PalaRotto e il Paleotenda a disposizione raddoppia i meriti della società sportiva spoletina.


In rampa di lancio il Festival di Giorgio Ferrara. L'edizione è alle porte e il direttore artistico annuncia che sarà una festa: speriamo solo che non se la faccia e se la goda da solo come nelle precedenti edizioni.




Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
TWX Evolution
Ristorante La Pecchiarda
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Lavanderia La Perfetta
Associazione Cristian Panetto
Necrologio
Lavanderia La Perfetta
Spoleto Cinema al Centro
Bonifica Umbra
Performat Salute Spoleto
Guerrini Macron Store
Pizzeria Mr Cicci
Stile Creazioni
De.Car. Elettronica
Supermercati della convenienza offerte speciali
Sicaf Spoleto
Principe
Perugia Online
Ferramenta Bonfè
Gabetti Immobiliare