Spoletonline
Edizione del 23 Ottobre 2017, ultimo aggiornamento alle 13:33:20
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Agenzia Bonifazi Immobiliare Spoleto
Spoletonline
Adcomm
cerca nel sito
Aldo Moretti S.r.l.
Mrs Sporty
Spoleto Cinema al Centro
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Fondazione Giulio Loreti
Civico 53
Pc Work
Libreria Aurora
Lavanderia La Perfetta Self
TWX Evolution
Vus Com
Agriturismo Colle del Capitano
The Friends Pub
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Frantoi Aperti 2017
Ristorante Albergo LE CASALINE
Centro Dentistico Cristina Santi
Parafarmacia Serra
Stampa articolo

Spoleto - Chi sale & chi scende, 08 Luglio 2013 alle 23:40:57

'Chi Sale & Chi Scende': fra rimborsi-rimorsi chilometrici e assilli nido

Torna la rubrica che si derubricherebbe volentieri da sola


Il "Chi Sale & Chi Scende" arriva in tempo per marcare presenza nel "suo" lunedì e distrarvi un poco da tutto quello che non vorreste mai veder accadere nella vostra amata Spoleto, ovvero qualsiasi cosa. Prepariamoci dunque a prendere in esame i pretendenti al trono di truffatori di se stessi,


ninfomani dell'umiliazione e sedicenti idioti. Partiamo (tanto alla fine sempre di quello andremo a parlare...).


La maglia rosa non può non andare a Giorgio Ferrara ed a Spoleto56, che zitto zitto qualche presenza in più nella città ducale la sta riportando. Ma non esultiamo troppo presto altrimenti poi dicono che gufiamo.


Dopo la Caporetto sul bilancio è stata ufficialmente inaugurata la caccia alla magagna per qualsiasi altra operazione apparentemente poco cristallina della Giunta e dei suoi discendenti. Nell'ordine:


- Il pentapartito Cappelletti-Cardarelli-Loretoni-Monini-Profili torna alla carica, con Zaffini a rimorchio, avanzando il dubbio che i fondi regionali per gli asili privati siano stati utilizzati per altro. Un vero e proprio tormentone quello degli asili, che da oggi in Comune sono stati ribattezzati "assilli nido", vista la costanza con cui si ricevono bordate in proposito. Dai Piani Alti comunque arriva la rassicurazione che non c'è stata "alcuna distrazione di fondi", le uniche distrazioni ci sono state solo nel redigere il bilancio, e il fondo è stato toccato, ma non è quello per l'istruzione.


- Giampiero Panfili indaga invece sulla posizione debitoria del Comune nella gestione delle palestre provinciali, aumentata a quanto pare di anno in anno e probabilmente non proprio la migliore delle cose che i signorini riescono fare. Fallita miseramente l'esperienza con la sala fitness municipale voluta proprio dal fu diggì Cerquiglini, il forzutissimo Comune ha evidentemente scambiato il bilancio per un bilanciere ed ha "caricato" un po' troppo, dimostrando che se fosse un muscolo non potrebbe che essere l'orripilante, l'erettore che fa drizzare i peli e venire la pelle d'oca.  


- Il Terzo Polo carica a testa bassa sui rimborsi chilometrici del sindaco Benedetti, al quale ormai da qui a fine mandato verrà controllato anche l'uso o meno di soldi pubblici per comprare i giocatori al Fantacalcio. Stavolta sotto la lente d'ingrandimento sono passati i rimborsi chilometrici del primo cittadino, il quale avrebbe "segnato" all'ente spostamenti effettuati con mezzi propri al posto di quelli istituzionali a sua disposizione, fermi a loro volta davanti a Palazzo Comunale e quindi virtualmente operativi, con i relativi costi "attivi". Benedetti ha già spiegato di aver chiarito tutto a seguito delle indagini nel 2010, per lui quindi nessun problema di rimborsi chilometrici, ma forse qualcuno di rimorsi chilometrici si.


Sale la faraonica macchina tappabuche dell'A.se. Il macchinario è stato di scena a Torino per far vedere a tutti quanto è bravo. In tempi non sospetti avevamo paventato un suo utilizzo per eventuali voragini di bilancio, e  a quanto pare non eravamo così fuori strada. Ora il mezzo potrebbe essere riconvertito in tappabocche, per castrare gli imbarazzanti arzigogoli dialettici di chi sta disperatamente cercando di ripulirsi la coscienza dopo la "tana".   


Sale anche il Tribunale di Spoleto, che riceve dalla Consulta l'"ok" per diventare "super" e si prepara ad ampliarsi. I maligni dicono che la moneta di scambio per tutto ciò sarà l'ulteriore depotenziamento dell'ospedale. Se ne va un medico, arriva un giudice: ma la salute purtroppo non è una legge.


Grandissimo "mi piace" per la coppia su due ruote Ilaria Rapacchio-Gianfranco Ciarletti del Bici Club Spoleto, in strada per un "romantico" quanto duro viaggio a pedali sull'asse Parigi-Londra. E sempre in tema di sport sale la squadra del "Bar Messico", che si aggiudica il X memorial Daniele Bacchettini.  

Altra grana per il Comune di Spoleto, che nel caso non si fosse ancora capito scende a bomba, in questo caso assieme alla Vus. Dall'osservatorio Valle Umbra Sud arriva la diffida e la messa in mora per non aver messo a regime il ciclo del recupero e della differenziata, e tutto "solo per interessi politici". Ma quale interesse politico potranno mai avere?! Loro sono solo un po' così... Non c'hanno voglia e basta. Magari sui rifiuti il Comune non fa alcuna differenziata, così come sul bilancio un gruzzoletto "fantasma" da spostare qua e là "solo per interessi politici" non fa alcuna differenza...



Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
TWX Evolution
De.Car. Elettronica
Bonifica Umbra
Lavanderia La Perfetta
Lavanderia La Perfetta
Bar Kiss
Principe
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Ferramenta Bonfè
Supermercati della convenienza offerte speciali
Associazione Cristian Panetto
Spoleto Cinema al Centro
Performat Salute Spoleto
Aldo Moretti S.r.l.
Bar Moriconi
Pizzeria Mr Cicci
Ristorante La Pecchiarda
Perugia Online
Sicaf Spoleto
Stile Creazioni