Spoletonline
Edizione del 12 Dicembre 2017, ultimo aggiornamento alle 15:12:20
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Punto Salute Foligno
Spoletonline
Agenzia Bonifazi Immobiliare Spoleto
cerca nel sito
The Friends Pub
Libreria Aurora
Mrs Sporty
Vus Com
TWX Evolution
AROF Agenzia Funebre
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Agriturismo Colle del Capitano
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Pc Work
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Parafarmacia Serra
Ristorante Albergo LE CASALINE
Spoleto Cinema al Centro
Lavanderia La Perfetta Self
Centro Dentistico Cristina Santi
Stampa articolo

Spoleto - Diari di Viaggio, 14 Luglio 2013 alle 14:51:58

E la Mercedes venne coperta dalle bancarelle

Magra figura della città con uno degli sponsor più conosciuti del Festival dei Due Mondi. A Spoleto (per ora) è 'cuscì' [Fotogallery, Commenti]


Daniele Ubaldi

C'era una volta la Mercedes in piazza della Libertà. C'era, sì, perché proprio il giorno di chiusura del Festival uno degli sponsor più funzionali e conosciuti, le cui auto erano esposte in piazza della Libertà, è stato "oscurato" dalle bancarelle del mercatino dell'antiquariato (?) e robe simili,


che una mente particolarmente lungimirante - all'interno dell'amministrazione comunale - ha voluto affollassero il centro storico nel giorno più importante dell'anno per la città, culturalmente parlando. Vero è che anche l'artigianato è cultura, per carità: ma da qui a coprire interi spazi destinati agli sponsor del Festival, che ogni anno contribuiscono in maniera determinante alla sua realizzazione, ce ne corre. E non poco.


E così, questa mattina, c'è stato il tempo di vedere la malinconica discussione tra gli uomini della casa automobilistica tedesca, giustamente indignati per il torto ricevuto, e alcuni dipendenti del Comune di Spoleto, di vario grado, i quali cercavano di far capire con termini forbiti alla Freccia d'Argento che, cultura o non cultura, Festival o non Festival, in poche parole "a Spoleto è cuscì". Fine delle trasmissioni. Peccato. Anche perché la discussione, come logica vuole, si è spostata da Mercedes-Comune a Mercedes-Festival, per concludersi poi con il confronto Festival-Comune. Nulla da fare: cambiando l'ordine dei fattori il risultato non cambia: Mercedes o non Mercedes, "a Spoleto è lo stesso cuscì". E guai ad insistere.


Che dire di più? Nulla, lo spettacolo parla da sé. L'unica speranza è che i visitatori di oggi, accorsi - si spera - per il concerto finale diretto da Conlon, almeno non passino lungo corso Mazzini per raggiungere il Duomo. Sarebbe già qualcosa per l'immagine della nostra città. Riguardo la Mercedes... Speriamo di rivederla anche il prossimo anno, a differenza di qualche amministratore.



Commenti (26)

Commento scritto da Marco il 14 Luglio 2013 alle 15:13
Io la gente mo' la indirizzo apposta lungo corso, perché questo provincialismi (oddio le bancarelle!!!!) non lo concepisco


Commento scritto da art or nothing il 14 Luglio 2013 alle 15:14
nothing, of course!!

questa è la logica conseguenza di un festival diventato "comunale"

ma che vi aspettate?

ai tempi di Menotti c'erano i grandi sponsor ma non mettevano in piazza i loro articoli (c'erano le sculture, c'era l'arte appunto!) figuriamoci le bancarelle


Commento scritto da veryveryscioccata il 14 Luglio 2013 alle 16:21
...verso le 18 ci sarà da ridere!!!! già mi immagino come sarà "elegante" la sfilata tra le bancarelle!!!! ahahahaha! certo.... se a passare saranno i"rappresentanti" della nostra amministrazione ben noti per la loro raffinatezza.... si sentiranno... come sul tappeto rosso di Cannes!!!!



....ma sbaglio... o "chi" ha deciso di fare far il mercatino..... ha parenti nello staff del Festival? non si parlano in famiglia?!?!?!?


Commento scritto da il delfino il 14 Luglio 2013 alle 20:11
Ma che vi aspettavate da questo vostro sindaco e della sua casta


Commento scritto da titti il 14 Luglio 2013 alle 20:34
Infatti sarebbe interessante sapere quanti parenti sono stati imboscati a lavorare nello staff festival!!!!



Commento scritto da Senza nome per vergogna il 14 Luglio 2013 alle 20:43
Credo che una serata così sia da dimenticare. Vergogna. La città invasa da macchine a corso Mazzini Immondizia cicche. Cassonetti pieni , credo che come stavolta non era mai successo , abbiamo dato il peggio di questa città , vergogna. Vergogna , cosa dirà la gente che viene a spendere 200 € per il concerto finale ....

Io da lontano o sentito i battibecchi tra Mercedes. È funzionario comunale. Roba da far raccapricciare la pelle , non aggiungo altro a questo ignobile spettacolo .


Commento scritto da cuore nero il 14 Luglio 2013 alle 21:06
ahahahah abeeehh ahahah abehhhe


Commento scritto da minelli il 14 Luglio 2013 alle 23:22
sempre peggio, il prossimo anno se dovessero saltare gli sponsor con la Mercedes, si potrebbe decurtare parte degli stipendi di questi "scienziati" del comune per finanziare le casse del Festival, almeno una volta tanto sarebbero soldi pubblici ben spesi !


Commento scritto da Signor Smith il 15 Luglio 2013 alle 00:29
Ma chi l'ha detto che l'artigianato è cultura? È artigianato, degnissimo e nobile, ma la cultura è altra cosa. E le bancarellle cosa hanno a che spartire con l'artigianato o - figurarsi - con la cultura?


Commento scritto da Almeno rendetele dignitose... il 15 Luglio 2013 alle 00:36
Nun ce se crede!!! Ho sempre odiato la polemica sterile ed il voler criticare a tutti i costi, ma questa volta SIETE INDIFENDIBILI!!! Inutile atteggiarsi a città di cultura, siamo un paesotto di villani e ci meritiamo giusto le bancarelle... E poi io dico, almeno fosse un mercatino tipico, curato e dignitoso... Quattro bancarelle sgangherate, senza filo logico, disomogenee e piene di fondi di magazzino... VILLANI!!!



Commento scritto da paolo il 15 Luglio 2013 alle 01:03
inqualificabili..........l'ultimo schiaffo alla citta, ai suoi abitanti, ai suoi turisti ,alla storia del Festival fatto da un manipolo di inadeguati pseudo tecnici e politici che stanno avvelenando i pozzi sapendo che prima o poi verranno spazzati via da un commissario o dal voto che è sempre più urgente per mandarli a casa......questo mer....atino ha veramente esasperato il centro storico e chi ci lavora e vive......


Commento scritto da solospoleto il 15 Luglio 2013 alle 08:25
ore 20....piccolo aperitivo veloce in un bar al centro di corsi mazzini........la sfiga e' essersi messi a sedere fuori e assistere allo smontaggio delle bancarelle con tanto di auto al seguito!!!!! risultato????? l aperitivo meglio ptenderlo sul gra a roma ....c e' meno traffico


Commento scritto da paladino il 15 Luglio 2013 alle 10:23
Siamo un popolo di villani ed incapaci...poi ci lamentiamo dell'emarginazione cui ci relegano in Regione!


Commento scritto da poveraspoleto48 il 15 Luglio 2013 alle 10:41
Ho vissuto a Spoleto quando ero ragazza,dal 1963 al1971,e da allora mi sono portata dietro un rimpianto durato quarant'anni :ovunque fossi il ricordo di quella infinita magia,fatta di straordinaria bellezza architettonica e ambientale,di cultura ai massimi livelli,che faceva di Spoleto un "unicum",mi ha portata,dopo oltre quarant'anni,a tornare a vivere qui,sicura che mai avrei rimpianto neanche la grande città del nord dove vivevo. Adesso,dopo qualche anno che vivo qua,non riesco a credere a quel che vedo:ma cosa avete fatto di quel gioiello?Ma come si può distruggere così,non solo un'economia,ma l'idea stessa di un grande privilegio che deriva da un gran numero di ricchezze che gli spoletini hanno ereditato da una città unica?Questo è degrado mentale,volgarità,incapacità.......cosa si


Commento scritto da poveraspoleto48 il 15 Luglio 2013 alle 10:49
Cosa si aspettano le varie associazioni e icommercianti di Spoleto a nominare e pagare un manager chesforni qualche idea per ridare dignità a questa povera città che non ha più neppure un cinema!!!!!!!!!!!!!!!Non occorre un genio,basta il buon senso!!!!!!!...Ieri sera,vedendo quella paccottigli indecorosa lungo il corso,pensavo al maestro Menotti,pensavo a quante energie,entusiasmo e fiducia aveva investito in questo luogo amatissimo e posso solo augurarmi che,da lassù,non veda.


Commento scritto da Logica spoletina il 15 Luglio 2013 alle 11:21
Spoleto è cuscî, perché se non fosse cuscì sarebbe de sicuro n'altra città.

Basta vedé come so' diverse Fulignu e Perugia che non sono cuscì. A che serve lu sponsur della Mercedes quannu nisciun spoletinu riesce a cumprarla? È meju cercà de venne quarche cosuccia de più accessibile, alle saccocce de tutti, e che rispecchia de più la nostra culltura e la nostrà mentalità. Ce credo che i dipendenti de lu comune la pensano anche loro cuscì. Ve pare che con quei quattro soldi che pijano de paga se possono permette una Mercedes? E ve pare che i rappresentanti della Mercedes siano in grado de poté capì il "linguaggio forbito" dei nostri dipendenti de lu comune che cercano de spiegaje la situazione? Festival o non Festival è mejo puntà su li voti dei padroni delle bancarelle, che armeno je permettono de ricevere lu stipendiu, che un saltu verso l'ignotu. Tantu, la maggior parte de quilli che vengono a vedé lu Festival, la Mercedes, ce l'hannu già e non ch'hannu bisogno de comprarla a Spuletu.


Commento scritto da poveraspoleto68 il 15 Luglio 2013 alle 11:26
Sagge parole quelle di poveraspoleto48, approvo e sottoscrivo, .... auguriamoci che il Maestro Menotti non veda dall' Alto in quale mani è finita Spoleto....


Commento scritto da maurizio zualdi il 15 Luglio 2013 alle 12:10
E dire che qualche anno ci ....... dissuadevano, penalizzandoci con gli sponsors, di organizzare, durante il Festival, il Torneo Internazionale Femminile di Tennis, allora il terzo per importanza in Italia.


Commento scritto da Il Corvo della rocca il 15 Luglio 2013 alle 12:26
Siete convinti che come Menotti non ce né sono e non ce né saranno, mai, altri? Allora, cosa si aspetta a nominarlo Santo? Magari.., potrebbe ripetere "il miracolo" che ha fatto Gesù con Lazzaro. Potrebbe resuscitare, attraverso l'impegno e la competenza di qualcuno che ora non c'è, un festival morto. Assassinato!


Commento scritto da laura il 15 Luglio 2013 alle 12:50
Perché non parlare anche delle scale mobili? ieri sera sono state letteralmente chiuse in faccia alle persone che volevano usarle per scendere dopo i fuochi... che organizzazione!


Commento scritto da Spoletina schifata il 15 Luglio 2013 alle 18:37
Sindaco e Ammimistrazione ancora una volta avete dimostrato di non essere all'altezza della situazione!Dopo tutti questi commenti sarebbe piu indicato farvi gestire solo le sagre!Consiglio dopo tale figura a livello internazionale,DIMETTETEVI.NON FATECI PIU'VERGOGNARE DI ESSERE SPOLETINI!!!!


Commento scritto da spoletina il 15 Luglio 2013 alle 20:36
forse non sono aggiornata, ma l' assessore Cerami è ancora l' assessore alla cultura?

Mi viene da pensare che sisia stato sostituito, in quanto non ne ho sentito parlare affatto!

Se è stato sostituito, vorrà dire che ho fatto una riflessione oziosa e me ne scuso.

In caso contrario, non mi stupirei di nulla, visto i tempi che corrono, ma vorrei sapere a quale titolo ricopre ancora il ruolo di assessore!

Non si è presentato al festival neanche a titolo a titolo di curiosità!


Commento scritto da luca il 15 Luglio 2013 alle 21:32
bancarelle in piazza della libertà... poco più giù camion con zucchero filato e croccante... roba degna di una sagra... mancava solo l'autoscontro!


Commento scritto da Sandro Fumini il 16 Luglio 2013 alle 07:03
Ci sono dei commenti di un\'ipocrisia tale da risultare irresistibilmente comici.


Commento scritto da x SANDRO il 16 Luglio 2013 alle 14:22
No Sandro . Stavolta non sono d'Accordo Con Te,. Come anche con quello che hai scritto su FB all'indomani della fine del Festival rassegna.......


Commento scritto da Sandro Fumini il 16 Luglio 2013 alle 23:22
Pazienza, ognuno ha i suoi punti di vista. Ma almeno io ci metto nome e cognome. Sorry.



Aggiungi un commento [+]
Principe
Associazione Cristian Panetto
TWX Evolution
Lavanderia La Perfetta
Pizzeria Mr Cicci
De.Car. Elettronica
Gabetti Immobiliare
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Bonifica Umbra
Lavanderia La Perfetta
Perugia Online
Performat Salute Spoleto
Guerrini Macron Store
Supermercati della convenienza offerte speciali
Sicaf Spoleto
Necrologio
Spoleto Cinema al Centro
Stile Creazioni
Ristorante La Pecchiarda
Ferramenta Bonfè