Spoletonline
Edizione del 14 Luglio 2018, ultimo aggiornamento alle 15:13:02
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Costa D'Oro
Spoletonline
Adcomm
cerca nel sito
Agriturismo Colle del Capitano
Parafarmacia Serra
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
AROF Agenzia Funebre
Rafting Nomad
Ristorante Pizzeria San Giuliano
Azienda Agricola Bocale
TrattOliva
Libreria Aurora
Spoleto Cinema al Centro
Pc Work
The Kon
Ristorante Albergo LE CASALINE
Arte Infusa
Stampa articolo

Area Vasta - CRONICARIO, 21 Luglio 2013 alle 08:14:28

I primi 80 anni di Arnaldo Caprai

Un pezzo di storia dell'imprenditoria umbra, a cavallo fra il tessile e il vitigno


Alfonso Marchese

Non l'aveva preso bene. E non per sfiducia nell'intraprendenza del figlio Marco. Ma per la riserva nell'imbocco di una via diversa da quella della tradizione familiare. Che c'entrava la viticoltura con il tessile? Produrre vino non era la stessa cosa che confezionare maglioni di cachemire e capi di


abbigliamento di livello medio-alto. Comunque capì, da genitore, che sarebbe stato difficile contrastare l'ostinata volontà del figlio Marco. La cui chiarezza di idee lo fece retrocedere dal dubbio iniziale, accordandogli il suo appoggio. Diverso il caso di Luca e Arianna, ai quali papà Arnaldo, che oggi varca la soglia degli ottant'anni, aveva affidato le redini della sua azienda.


L'imprenditore merlettaio ha fatto dei ricami un suo punto di forza. Sulla spinta di una passione, nata nei primi anni settanta. L'acquisto a Bruxelles di un fazzoletto lavorato all'uncinetto del 1850 fu una folgorazione. Proprio come il figlio Marco, la cui amicizia con patron Petrini, che s'è inventato la Fiera del Gusto di Torino, finì per far maturare un grande amore per il grappolo.


Oggi le produzioni Cruciani per l'abbigliamento e Caprai per il vino sono su tutti i mercati del mondo. Fu un bel colpo pubblicitario l'inserimento del vino Caprai nel menu per la festa di nozze tra Catherine Zeta Jones e Michael Douglas. In quanto a Luca, i suoi braccialetti in pizzo macramé hanno fatto tendenza. L'azienda familiare ha avuto un incremento del cento per cento, cosa impensabile in tempi di recessione.


L'ottuagenario patriarca può dirsi soddisfatto dei figli. Che qualche volta eccedono. Nonostante il freno dei padri, che non vedono di buon occhio certe spinte in avanti che hanno tutta l'aria dell'avventura.
Arnaldo non ha mai smesso di dare uno sguardo al suo gruppo industriale e intervenire all'occasione. Non per frapporre ostacoli ai figli. Solo per avere chiara l'idea di dove volessero andare. Quale obiettivo conseguire. La vecchia tempra dell'imprenditore umbro non si poteva smentire. Non gli bastava starsene in disparte e godere della preziosa collezione di merletti antichi, che qualcuno ha definito una tra le poche al mondo per i rari pezzi annoverati. La contemplazione non è fatta per lui. E non saranno le ottanta primavere o panettoni che si dicano a trattenerlo. E' un uomo di tutt'altra pasta. Al vino ci pensa il figlio.


 



Multiservizi Spoleto
Trattoliva Ristorante / Campello sul Clitunno
Scheggino Donna
Abbazia Albergo e Ristorante


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Bar Moriconi
Performat Salute Spoleto
Principe
Necrologio
Sicaf Spoleto
Associazione Cristian Panetto
Spoleto Cinema al Centro
Bonifica Umbra
Lavanderia La Perfetta
Perugia Online
Guerrini Macron Store
Così è una svolta Pub
Pizzeria Mr Cicci
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Lavanderia La Perfetta