Spoletonline
Edizione del 17 Ottobre 2017, ultimo aggiornamento alle 01:53:33
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Adcomm
Spoletonline
BEXB
cerca nel sito
Agriturismo Colle del Capitano
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Centro Dentistico Cristina Santi
The Friends Pub
Ristorante Albergo LE CASALINE
Aldo Moretti S.r.l.
Spoleto Cinema al Centro
Libreria Aurora
Civico 53
Parafarmacia Serra
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Mrs Sporty
Pc Work
Vus Com
Lavanderia La Perfetta Self
TWX Evolution
Fondazione Giulio Loreti
Stampa articolo

Spoleto - Chi sale & chi scende, 08 Ottobre 2013 alle 00:07:15

'Chi Sale & Chi Scende', tra buchi d'uscita e finestre per il rientro

Un'altra settimana quasi interamente monopolizzata dai guai finanziari del Comune [Commenti]

E sempre ‘sto bilancio. E non ci schiodiamo da qui. "Il Chi Sale & Chi Scende" deve far buon viso a cattivissimo gioco e tornare a guardarsi indietro per scoprire che gli ultimi sette giorni di disastri non si discostano dal passato prossimo della città: ancora poeti sdentati, imbonitori con l'ascella


pezzata e magie abortite, tutti a scoraggiare, mutilarsi la dignità, pur di entrare nella nostra super-classifica show, stavolta senza maglia rosa né nera, perché ormai è rimasta in mutande come il Comune. Partiamo.


Quella appena trascorsa è stata la settimana della conferenza stampa di Benedetti, vero e proprio "main event" che fa scendere in classifica tutta la giunta ed ha fermato un'intera nazione, un po' come la finale del Superbowl negli States. Il sindaco ha chiamato a sé la stampa per illustrare la situazione del bilancio e sfogliare il suo bugiardino virtuale (ma sarà stata usata a caso questa parolina? Mah...) contenente la cura pensata dai chimici e dalle cimici della maggioranza: il problema è che, come spesso accade nel caso di tutti gli altri farmaci, il bugiardino in questione probabilmente verrà ripiegato male e non apparirà più come prima... Tornando alla conferenza stampa... Neanche il tempo di cominciare e il primo cittadino ha subito dovuto fare i conti con una frangia assassino-estremista del partito cittadino meglio noto come "Benedimettiti", presentatosi a sorpresa per ascoltare le sue parole. Gli eversori in questione, armati di temutissimi biglietti con la scritta "Tutti a Casa" e soprattutto di validi argomenti di cui parlare, devono essere stati visti con così tanta preoccupazione che Benedetti si è sentito costretto a raccogliere i giornalisti nel suo ufficio, lasciando fuori chiunque altro, con sommo dispiacere di quelli che volevano sfruttare l'occasione per vedere finalmente come fosse fatto il loro sindaco. Che per stare più tranquillo ha anche messo di guardia alla porta del suo microcosmo istituzionale addirittura Polizia e Municipale. Le urla e i cori di cui si è parlato nei giornali non erano però proteste da parte dei "Benedimettiti boys" per essere rimasti esclusi dal match verbale, ma vere e proprie esultanze, poiché alla vista delle forze dell'ordine davanti all'ufficio del sindaco in molti hanno pensato che fosse sotto piantonamento.


La sostanza dell'incontro è comunque molto semplice: l'annuncio della composizione del famoso piano di rientro attraverso la stesura di una complessa e variegata serie di incontri con istituzioni ed associazioni, definita "road map", che con l'intervento di mercoledì scorso sale ed entra nella "top three" delle parole più usate dal sindaco (articoli determinativi compresi), superando "tavolo di concertazione" ed andandosi a sistemare subito dietro a "task force" e "tavolo di monitoraggio", che ormai ha ammazzato il campionato. Scherzi a parte, solo Spoletonline è in grado di svelarvi quale sia il vero piano di rientro elaborato dal sindaco. Ebbene... il piano di rientro è........ il piano di rientro èèèèèèèèèèèèèèèèè................... il secondo piano, con affaccio in Piazza Municipio... praticamente sul lato destro della facciata del Comune c'è una finestrella che si raggiunge abbastanza facilmente arrampicandosi sul muro del palazzo di fianco, sfruttandone la terrazza per avvicinarsi. Ecco, proprio lì c'è il piano di rientro dalla finestra nel caso in cui si viene costretti, magari da un voto di sfiducia, ad uscire dalla porta.


Ma in tutti questi incroci fra road maps la Giunta potrebbe aver fatto i conti senza l'oste, per l'occasione vestito delle sembianze del consigliere Marco De Angelis, il quale sembrerebbe intenzionato a "staccare la spina" risolvendo l'attuale situazione di stallo, o meglio, di stalla, più che altro per il vago odore di deiezioni politiche che si avverte attorno alla vicenda. Quello che però De Angelis non sa è che la Giunta va anche a pile, oltre ad essere alimentata da ben due correnti, una cosa tipo PDPSI - roba tecnica insomma - polarizzate a sinistra e con segno "-", il che potrebbe rendere infruttuoso un singolo stacco.


Il sindaco "bi-fuel" dovrà quindi fronteggiare l'ennesima mozione di sfiducia della sua legislatura, tornando in bilico fra mozione ed emozione, o mozione e ri-rimozione. Ma lui non crede alle ombre del dissesto, perché punta direttamente al dissettimo. 
E se sfiducia fosse, arriverebbe il commissariamento, definito impensabile dai Socialisti sangiacomesi (che salgono per la simpatia) ma solo perché da quattro anni non sono ancora riusciti a pensare a niente.


In questo grigiore sale la Maran-Nursia, che incamera i primi tre punti del campionato di Serie B schiantando il Fondi per 7-1.


Scende il livello di sicurezza delle schede carburante della Vus. Dopo la denuncia del vigile consigliere Maurizio Hanke su un uso a quanto pare non corretto di una scheda in forza alla società, la dirigenza specifica di averne denunciato il furto. Alla fine comunque il problema è rientrato da sé: i ladri hanno immediatamente restituito i moduli al legittimo proprietario dopo aver letto la bolletta di conguaglio per l'utilizzo del carburante...


Nella categoria eventi mettiamo un bel "mi piace" per il successo dello Spoleto Festival Art Expo e del suo padre fondatore Luca Filipponi.


Dulcis in fundo arriva l'ennesima accusa del paladino dei palasport e non solo, Roberto Settimi, il quale dichiara le società sportive spoletine "ostaggio dell'Amministrazione" per via della poca chiarezza nell'affidamento della gestione degli impianti, che rischia seriamente di compromettere tutta la pianificazione delle attività agonistiche e non. Da parte sua il Comune ha già chiesto il riscatto: un'idea degna di questo nome.


 


 



Commenti (3)

Commento scritto da TebroPoliti il 08 Ottobre 2013 alle 14:03
Complimenti all'autore/ori/trice, Ancora una volta siete riusciti a mettere un velo di "sorriso" a coperture di tutta la tristezza che avvolge la nostra amata in città.

Velo che invece avete tolto alla famosa ROAD MAP di cui nessuno riusciva a capirne il significato, qualcuno addirittura pensava fosse la MAPPA per un ulteriore viaggio promozionale di qualche amministratore in Cambogia, a "Svezzinghenne" o chissà dove.

Ancora una volta avete reso chiaro ciò che agli occhi di tutti era un mistero: la ROAD MAP per il piano di rientro.

In molti pensavamo, considerato anche i problemi di bilancio, che il piano di rientro, o meglio, il RIENTRO, stesse ad intendere qualcosa di finanziario da contrapporre ad un AMMANCO. Si pensava già all'ennesimo sacrificio dei cittadini che si sarebbero visti costretti a rimediare ai danni amministrativi e di volatilizzazioni di immobili comunali per ricavarne denari utili a risanare il bilancio comunale. Niente di tutto questo. Il rientro è un semplice RITORNO in vista di un esodo forzato e la ROAD MAP non è altro che la strada da percorrere, intesa come vie, corridoi e stanze, per rimettere di nuovo a riposo i propri glutei sulle poltrone degli uffici comunali. Quindi, dopo attente analisi del sindaco, dopo comunicati minatori di consiglieri di maggioranza pronti a dimettersi, segretari di partito, che dopo essersi guardati allo specchio, non trovano risposte alle domande che essi stessi si pongono e dopo che tutti questi soggetti si ritrovano UNITI e CONCORDI in nome del "senso di responsabilità", eccoli convergere tutti sul fatto che il PIANO più credibile per un RIENTRO è il piano secondo, raggiungibile grazie ad una finestra facilmente accessibile senza bisogno di AVVENTURARSI in arrampicate pericolose!!!!


Commento scritto da spoleto il 08 Ottobre 2013 alle 15:25
...e poi c‘é chi tra i grillini, ha imparato benissimo l‘uso mellifluo della comunicazione e sul profilo facebook insulta il giornalista quando non converge sulle sue posizioni per poi osannarlo quando gli conviene. coerenza dove sei?


Commento scritto da cetriolo il 08 Ottobre 2013 alle 17:51
domani sera appello a tutti i grillini :prima tappa del Sindaco Benedetti a S.Giacomo CI VEDIAMO LI AL CIRCOLO BOCCE


Aggiungi un commento [+]
Performat Salute Spoleto
Principe
De.Car. Elettronica
Bonifica Umbra
Stile Creazioni
Pizzeria Mr Cicci
Spoleto Cinema al Centro
Bar Moriconi
Associazione Cristian Panetto
Ristorante La Pecchiarda
Perugia Online
Supermercati della convenienza offerte speciali
Lavanderia La Perfetta
Bar Kiss
Ferramenta Bonfè
Sicaf Spoleto
Lavanderia La Perfetta
TWX Evolution
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Aldo Moretti S.r.l.