Spoletonline
Edizione del 23 Ottobre 2017, ultimo aggiornamento alle 19:05:08
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Aldo Moretti S.r.l.
Spoletonline
Adcomm
cerca nel sito
Centro Dentistico Cristina Santi
The Friends Pub
Civico 53
Mrs Sporty
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Parafarmacia Serra
Spoleto Cinema al Centro
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Agriturismo Colle del Capitano
Lavanderia La Perfetta Self
Vus Com
Ristorante Albergo LE CASALINE
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Fondazione Giulio Loreti
Pc Work
Frantoi Aperti 2017
Libreria Aurora
TWX Evolution
Aldo Moretti S.r.l.
Stampa articolo

Terni - Cultura e Spettacoli, 11 Ottobre 2013 alle 18:15:44

Un vortice di passioni domina la nuova Stagione dell'Araba Fenice

E' un vortice di passioni, un turbinio di eventi, la nuova Stagione dell'Araba Fenice di Terni che sboccia e torna a nuova vita come l'uccello mitico che risorge dalla proprie ceneri, ripercorrendo quel solco artistico che affonda nel fertile terreno dove cresce la promozione e lo sviluppo della conoscenza del repertorio legato allo strumento del pianoforte. 


E' la diciassettesima volta che l'Araba Fenice si presenta agli occhi della comunità e al proprio pubblico e lo fa anche questa volta con una singolare carica di entusiasmo, tanto forte da poter consegnare agli amanti del genere colui che al momento è considerato il più grande esecutore al mondo della musica di Johann Sebastian Bach, ovvero quel pianista a cinque stelle che risponde al nome di Ramin Bahrami.
Opening Concert la domenica 10 novembre a Terni al Gazzoli alle 17.30, con il geniale pianista persiano, che inoltre concederà il giorno prima, sabato 9 novembre un incontro con la città pronto a raccontare e raccontarsi, attraverso la presentazione del suo nuovo libro "Come Bach mi ha salvato la vita".
Ramin Bahrami eseguirà un programma che alternerà le opere del suo amato Bach, e opere del "nostro" Domenico Scarlatti, in un vero e proprio "Viaggio in Italia", che percorrerà toccando tutti gli 88 tasti bianche e neri del pianoforte.
Bahrami sarà solo l'avvio di una Stagione che donerà una lunga serie di appuntamenti musicali, ben quattordici per sei mesi fino al 23 marzo dell'anno prossimo, nei comuni di Terni, Guardea, Amelia e nel centro storico di Collescipoli.
Concerti a cui l'Araba Fenice affiancherà i due Concorsi intercomunali di Scrittura a Tema Musicale, dove circa un centinaio di ragazzi delle scuole medie della "Marconi" di Terni, della "Attigliano-Guardea" e novità di questa Stagione della scuola media "A.Vera" di Amelia, ascolteranno gratuitamente i concerti per poi scriverne le loro emozioni e sensazioni dall'ascolto di tanti artisti internazionali.
Scorrendo il programma dopo la punta di diamante di Ramin Bahrami, ci sarà un'originale escursus sulla musica sudamericana, argentina soprattutto con il Duo Aconcagua, composto da Diego Terreni al pianoforte e massimo Signorini alla fisarmonica in un doppio appuntamento a Guardea e Terni il 23 e 24 novembre con il "Buenos Aires Tango".
A distanza di una sola settimana Collescipoli il sabato 30 novembre. con il "Mosaico di Danze" il Duo SonoraMente formazione di pianoforte a 4 mani nata dalla volontà di Edoardo Bruni e Monique Cìola si esibirà nella empatica cornice della chiesa di S.Maria Maggiore. Il giorno seguente a Guardea Edoardo Bruni, pianosta e compositore, invece esporrà sue opere presso la Sala Consiliare attraversamento e ritrovando la bellezza della musica con la sua "Arte del Modo".
Culmine del fine anno con il doppio appuntamento natalizio il sabato 21 dicembre a Guardea e la domenica 22 dicembre a Terni, sempre al Gazzoli, con uno straordinario Coro dell'Ensemble Vocale di Roma, diretta con maestria da Matteo Bovis, che nell'"Incanto di Natale"partiranno dalle sponde sonore della musica densa di lirismo del Rinascimento, sino ad approdare alle più travolgenti e popolari carole natalizie.
Ma l'inizio del 2014 esploderà con un grande "A Tribute to Chopin". Quattro concerti consecutivi, tutti diversi, tutti profondamente uniti dall'amore verso il poeta del pianoforte, da colui le cui vette compositive per lo strumento del pianoforte non furono mai raggiunte da nessuna altro, il polacco: Frederich Chopin.
Ed allora il 12 gennaio a Terni sempre al Gazzoli ,"Chopin Mon Amour!", un'ora di passione , grazie alla sensibilità di Teresa Kaban al pianoforte che insieme al suo compagno Herryk Blazej, entrambi polacchi, daranno origine ad un percorso sonoro dove regna assoluta l'emozione.
Il 26 gennaio, sarà sempre una polacca a compiere un nuovo e diverso cammino chopiniano, Joanna Trzeciak che come solista interpreterà con appassionante naturalezza Polacche, Improvvisi e Mazurche nel concerto titolato: "Amata Polonia".
Notevole interesse susciterà l'appuntamento del 23 febbraio sempre a Terni al Gazzoli, dove per la prima volta verranno eseguiti a Terni nella stesso pomeriggio gli unici due concerti per pianoforte e orchestra, questa volta nella versione originale di Chopin in "Quintuor", scritti dal genio polacco. Ospite eccellente il montenegrino Mihajlo Zurkovic a cui sarà affidato il concerto n.2 op.21 e poi sarà la volta del toscano Marco Podestà ad affrontare il corpulento concerto n.1 op.11. Entrambi i solisti saranno sostenuti e accompagnati da uno strepitoso quintetto d'archi composti da musicisti umbri: Angelo Cicillini e Angelo De Domenico al violino, Luana Monachesi alla viola, Ivo Scarponi al violoncello e Massimo Santostefano al contrabasso.
La chiusa del Tributo a Chopin non poteva in alcun modo escludere "I Notturni - Chopin e il fascino della Luna". Il richiamo alla poesia e al modo romantico, costante nella produzione di Chopin è più diretta ed esplicita nei Notturni, capolavori densi di lirismo e bellezza musicale. Domenica 9 marzo a Terni, un grandissimo interprete della tastiera, Sergio Marchegiani, darà vita a questo sogno meraviglioso.
La primavera del 2014 consegnerà gli ultimi due concerti.
Il primo ad Amelia, concerto filantropico dedicato all'AUCC di Amelia, sabato 15 marzo nella cornice di Palazzo Petrignani, si esibirà un importante Trio dell'UmbriaEnsemble composto da Maria Cecilia Berioli al violoncello, Luca Ranieri alla viola e Michele Rossetti al pianoforte, che esguiranno un programma degno di nota con le opere di quattro campioni della composizione italiana: Giancarlo menotti, Ennio Morricone, Nicola Piovani e Nino Rota.
L'altro appuntamento che sarà quindi the Final Concert a Terni il 23 marzo al Gazzoli: "Due pianoforti, che passione", vedrà la partecipazione di due solisti di primordine quali Moira Michelini e Luca Monti, che si ritrovano insieme dopo circa trenta anni dai tempi della frequentazione delle storiche stanza dell'istituto Musicale "G.Briccialdi" di Terni. Due pianoforti un programma esplosivo che si avvierà con una Sonata di Mozart e che percorrerà la strada dell'Apprendista Stregone di Paul Dukas, fino alla trascinante Rapsodia Russa di Rachmaninoff e alla New York ritmata dagli accenti swing della Rapsodhy in Blue di George Gerswhin.
La XVII Stagione vedrà la partecipazione e il contributo della Fondazione Carit, grazie alla quale, verrà realizzato l'evento di Ramin Bahrami e poi gli Assessorati alla Cultura del Comune di Terni, della Regione Umbria, della Provincia di Terni e dei Comuni di Guardea ed Amelia, per proseguire con la camera di Commercio di Terni, e la III Circoscrizione Sud.
Tutto senza dimenticare il determinante apporto fornito dalle scuole della "G.Marconi " di Terni, dell'istituto Attigliano-Guardea e dell'Istituto Narni-Amelia "A.Vera" di Amelia, dell'Associazione AUCC di Amelia e della Fondazione Casagrande.


 



Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Supermercati della convenienza offerte speciali
Associazione Cristian Panetto
Stile Creazioni
Pizzeria Mr Cicci
Spoleto Cinema al Centro
Performat Salute Spoleto
Ferramenta Bonfè
De.Car. Elettronica
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Bar Kiss
Lavanderia La Perfetta
Perugia Online
Bonifica Umbra
Aldo Moretti S.r.l.
Principe
TWX Evolution
Ristorante La Pecchiarda
Bar Moriconi
Lavanderia La Perfetta
Sicaf Spoleto