Spoletonline
Edizione del 10 Dicembre 2017, ultimo aggiornamento alle 23:45:39
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Punto Salute Foligno
Spoletonline
BEXB
cerca nel sito
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Spoleto Cinema al Centro
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Parafarmacia Serra
AROF Agenzia Funebre
Vus Com
Centro Dentistico Cristina Santi
Agriturismo Colle del Capitano
The Friends Pub
Ristorante Albergo LE CASALINE
Libreria Aurora
Mrs Sporty
Pc Work
Bonifazi Immobiliare Spoleto
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
TWX Evolution
Lavanderia La Perfetta Self
Stampa articolo

Spoleto - Le interviste di SOL, 17 Maggio 2014 alle 10:28:09

A tu per con il candidato Giampaolo Emili

Eventi, centro storico e occupazione i temi caldi


Filippo Partenzi

Spoletonline.com incontra il candidato sindaco della coalizione di centro destra Giampaolo Emili che, dopo il successo registrato negli anni scorsi come presidente delle associazioni "Arte Gusto e Cultura" e "Celebrazioni Anno Menottiano", 


è pronto a dare il proprio contributo per rilanciare Spoleto.


Da organizzatore di eventi a candidato sindaco. Un bel salto.


"È un passo importante. Credo che gli eventi debbano essere il risultato di 12 mesi di lavoro ma se non c'è un'amministrazione che li sostiene e li segue costantemente dando risposte agli interlocutori, ogni sforzo è inutile. Alla luce di ciò e delle criticità che sono emerse in passato, mi sono reso conto che era necessario dare vita a una politica diversa: di qui la mia disponibilità per rilanciare tutto il territorio. Dall'esterno ho potuto vedere le cose che non andavano e quindi, come si evince dal nostro programma, scaturito dalle esperienze e non da vuote parole, vogliamo restituire un indirizzo alla nostra città, visto che ormai da anni non ne ha più uno. Il mio è un approccio imprenditoriale, quello attuale non è costruttivo".


Uno dei punti a cui tenete di più è il turismo. Quali sono i vostri progetti a riguardo?


"Finora ci sono state tutte iniziative singole e slegate tra loro. Il nostro obiettivo, invece, è creare un prodotto "Spoleto" puntando sulle bellezze e le unicità presenti nel centro storico e nelle frazioni, che per noi rappresentano un elemento da valorizzare. Dobbiamo rafforzare il rapporto tra pubblico e privato. Uno strumento importante potrebbe essere il ConSpoleto, sui cui è necessario investire. Il Comune deve svolgere il ruolo di garante ampliando la partecipazione dei soggetti privati e mettendo a disposizione risorse per promuovere il più possibile il nostro territorio".


Passiamo al centro storico. Come intendete rilanciare questa zona di Spoleto?


"Dobbiamo rivitalizzarlo perché se i residenti saranno sempre di meno anche le attività spariranno. Per farcela possiamo utilizzare le tante risorse culturali che abbiamo in quest'area e l'attrattiva che la nostra città possiede: ad esempio, abbiamo contatti fuori dall'Italia che vorrebbero portare a Spoleto un'Università della musica frequentata da studenti americani. Ci sono poi tanti immobili sfitti ed abbandonati che potrebbero essere messi a disposizione a canone concordato alle famiglie e ai giovani interessati a tornare a vivere in centro, previo accordo con i proprietari. Questa zona va gestita con flessibilità anche dal punto di vista della viabilità al fine di renderla maggiormente fruibile e vivibile. Fosse per me, la chiuderei al traffico sempre nei periodi di alta stagione per poi lasciarla accessibile 24 ore su 24 negli altri mesi. Installerei anche un telepass per autorizzare in casi di emergenza il transito, quando la Ztl è chiusa, rendendolo però a pagamento. Serve una pianificazione che al momento non c'è e lo dimostra anche il fatto che nei 2 chilometri di scale mobili mancano i cartelli di presentazione del territorio. Parlando poi dell'arredo urbano, sono pronto a portare in consiglio comunale una proposta per mantenere le pedane dei bar tutto l'anno assumendomi i rischi che questa scelta comporterà. Il sindaco, infatti, deve essere un buon padre di famiglia e così facendo otterrebbero grandi vantaggi sia il Comune che gli esercizi commerciali, senza parlare poi del servizio che offriremmo ai turisti".


 


Prima parlava di valorizzare le frazioni. In che modo intende farlo?


"Dobbiamo aumentare la permanenza dei visitatori presentando loro tutte le eccellenze, i prodotti enogastronomici e i monumenti che il resto del territorio ha da offrire. Ci sono bellezze artistiche troppo spesso dimenticate e quindi è nostro compito farle coinvolgere, come detto prima, nel prodotto "Spoleto", ed il ruolo delle pro loco sarà fondamentale per centrare l'obiettivo".


Concludiamo con i progetti che avete in mente per aumentare l'occupazione.


"Prima di tutto, è nostro compito stare accanto ai dipendenti delle aziende del territorio che si trovano in grande difficoltà cercando di salvare tutto il salvabile. Per aumentare i posti di lavoro, però, è fondamentale migliorare le infrastrutture e puntare anche su aziende più ‘leggere', come per esempio le Università telematiche, i call center e i centri di smistamento dei dati che non hanno bisogno di essere situate in zone specifiche e che potrebbero rappresentare un valore aggiunto. Come le portiamo qui? Aiutandole a trovare i fabbricati, i terreni e concedendo loro agevolazioni fiscali. Inoltre a Spoleto la qualità della vita è buona, con 1300/1400 euro si vive meglio che a Roma o Napoli. Se vinceremo noi, individueremo una squadra di dipendenti comunali che avrà il compito di contattare queste aziende e convincerle a trasferirsi o aprire una filiale qui. Vorrei aggiungere anche un'altra cosa".


Prego.


"Il 7 luglio vorrei istituire la festa cittadina in onore del Maestro Gian Carlo Menotti, a cui dobbiamo veramente tanto".


 


ARTICOLO CHIUSO AI COMMENTI


 



Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Necrologio
TWX Evolution
Perugia Online
Gabetti Immobiliare
Performat Salute Spoleto
Ristorante La Pecchiarda
Supermercati della convenienza offerte speciali
Spoleto Cinema al Centro
Bonifica Umbra
Sicaf Spoleto
Lavanderia La Perfetta
Pizzeria Mr Cicci
Lavanderia La Perfetta
Stile Creazioni
Associazione Cristian Panetto
De.Car. Elettronica
Principe
Ferramenta Bonfè
Guerrini Macron Store