Spoletonline
Edizione del 17 Ottobre 2017, ultimo aggiornamento alle 23:05:58
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Agenzia Bonifazi Immobiliare Spoleto
Spoletonline
BEXB
cerca nel sito
Ristorante Albergo LE CASALINE
Mrs Sporty
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Aldo Moretti S.r.l.
Parafarmacia Serra
Vus Com
TWX Evolution
Lavanderia La Perfetta Self
Libreria Aurora
Fondazione Giulio Loreti
The Friends Pub
Civico 53
Agriturismo Colle del Capitano
Centro Dentistico Cristina Santi
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Spoleto Cinema al Centro
Pc Work
Stampa articolo

Valnerina - Editoriale, 22 Maggio 2014 alle 12:38:46

Norcia: della politica, delle elezioni e della serietà

Con umiltà presentiamo le nostre scuse a tutti i letturi nursini, ma non ci è stato possibile realizzare il videoconfronto fra i candidati sindaco Stefanelli, Alemanno e Filippi. Per cause ben precise. [Commenti]

Cari lettori nursini di Spoletonline,


Ho deciso di scrivere questo editoriale per chiedervi scusa. Proprio oggi pomeriggio, 22 maggio, a partire dalle 15 nella sala della giunta di Palazzo Comunale a Norcia, si sarebbero dovute tenere le registrazioni de "La Grande Corsa", il format televisivo di approfondimento politico ideato dalla nostra redazione in vista delle


imminenti elezioni amministrative. In sostanza, un confronto fra i tre candidati sindaco Alemanno, Filippi e Stefanelli sui principali temi di pubblico interesse riguardanti la città di San Benedetto: turismo, Piano regolatore generale, gestione della nettezza urbana, imposte comunali, viabilità. Sarebbe stata quella, inoltre, l'occasione per permettere ai candidati di spiegare alcuni pasaggi dei rispettivi programmi, attraverso un format ritmato, basato sul "botta e risposta" all'americana con il sottoscritto a fare da moderatore.


Questa idea ha riscosso un discreto successo a Spoleto, casa ideale di Spoletonline, dove i tre "faccia a a faccia" tra altrettante coppie di candidati sindaco (ce ne sono addirittura sei...) hanno registrato migliaia di visualizzazioni. Siamo convinti che lo stesso sarebbe stato anche a Norcia, dove si vive la politica locale con grande passione e intensità. Per i candidati sarebbe stata una vetrina sul video altrimenti impossibile da avere, mentre per gli elettori-lettori nursini uno strumento di valutazione in più, diverso dal solito materiale, da seguire prima di recarsi alle urne.


Ebbene, purtroppo non ci sarà possibile realizzare "La Grande Corsa" a Norcia. Chiediamo scusa al nostro service, che avevamo impegnato per oggi, chiediamo scusa allo sponsor che ci avrebbe sostenuto nelle spese di produzione, chiediamo scusa a tutti. A cominciare dai due candidati sindaco Gianpaolo Stefanelli e Nicola Alemanno, che al pari del loro collega Francesco Filippi avevano aderito all'iniziativa.


Ed è proprio del candidato Filippi che voglio parlare. La serietà e la correttezza delle persone si dimostrano, secondo il mio modesto avviso, nel rispetto del lavoro e degli impegni, sia nostri sia degli altri. Compresi quelli dei propri avversari, qualora si decida di dar vita a qualcosa insieme a loro, in questo caso una trasmissione. Il candidato sindaco Filippi ha dapprima preteso di conoscere gli argomenti relativi all'incontro, sollevando delle osservazioni circa il fatto che riguardassero in gran parte le passate amministrazioni, come se il Piano regolatore o la nettezza urbana - tanto per citare due esempi - non riguarderanno anche e soprattutto il futuro di Norcia. Adducendo impegni elettorali precedentemente presi, ha inoltre chiesto di fissare l'orario delle registrazioni alle 15. Inizialmente avevamo scelto le 8 del mattino, in maniera tale da non spezzare ai candidati la normale giornata di campagna elettorale - peraltro, ricorrendo oggi Santa Rita, il sindaco di Norcia è impegnato a Cascia in mattinata - e, allo stesso tempo, dare a noi della troupe un po' di margine per tornare a Spoleto, in studio, e procedere al montaggio della trasmissione, che andava poi riversata e caricata sul canale Youtube di Spoletonline.


Ad ogni modo, con diplomazia e grazie alla disponibilità di Alemanno e Stefanelli, abbiamo assecondato l'esigenza di Filippi spostando le riprese alle ore 15. Ma, inaspettatamente, alle 23.30 di ieri sera lo stesso Filippi mi ha scritto per dirmi "spiacente, ma per impegni elettorali non sarò presente, dato che non si parla di programmi o se ne parlerà solo marginalmente".


Risultato: non soltanto il candidato sindaco Filippi di Cambiare insieme il futuro ha messo in forte imbarazzo questa redazione, obbligandola a scusarsi con i tecnici, lo sponsor, i lettori e i due candidati sindaco; non soltanto "grazie" al candidato sindaco Filippi abbiamo inutilmente trascorso la notte a studiare i programmi delle tre liste, alla ricerca di domande interessanti che creassero quel sano confronto dialettico, che è poi il sale della politica; ma soprattutto il candidato sindaco Filippi ha dapprima stravolto l'agenda politica dei suoi due colleghi Alemanno e Stefanelli, dopodiché ha dato ugualmente forfait alla trasmissione, che di fatto non andrà in onda sempre per causa sua, per "impegni elettorali" che fino a ieri non c'erano.


Ragioni di par condicio e, soprattutto, la mancanza di un candidato su tre, renderebbero il dibattito mutilato dando sponda a fin troppo facili strumentalizzazioni, che a questo punto con il mio editoriale intendo estinguere sul nascere. Chiunque è liberissimo di non partecipare a qualcosa: basta dirlo apertamente. Si eviterebbe di costringere dei professionisti a lavorare inutilmente, dei concorrenti a organizzarsi per liberarsi all'orario che si desidera e, infine, dei privati a stanziare dei fondi in cambio di un ritorno d'immagine che, a questo punto, non ci sarà più. Mi duole riconoscerlo, perché in realtà ero già stato avvertito ma non avevo voluto crederci: qui si tratta di serietà e, a questo punto, si sincerità delle persone.


Pertanto, non senza malcelata rabbia e indignazione, chiedo scusa anche a nome dell'intera redazione di Spoletonline a tutti i nostri affezionati lettori nursini, che comunque - ne sono certo - sapranno trarre i dovuti insegnamenti da questa vicenda, chiamati come sono ad affidare il proprio Comune ad una persona che sia seria, responsabile e possibilmente di parola. No, pensandoci bene, in fin dei conti nulla avviene inutilmente.


Un caro saluto, nella speranza che non si ripeta più


Daniele Ubaldi - direttore editoriale



Commenti (1)

Commento scritto da Cambiare Insieme il Futuro il 22 Maggio 2014 alle 20:41
COMUNICATO STAMPA DI RIPOSTA ALL'ATTACCO DI SPOLETONLINE

Buonasera Daniele Ubaldi direttore di spoletonline.com,

un giornalista come lei che addirittura dirige un quotidiano online dovrebbe essere giusto ed al di sopra delle parti quando scrive.

Lei ha deliberatamente fuorviato i suoi lettori non esponendo correttamente i fatti, mi invia una mail alle ore 14.01 di ieri che leggo alle ore 18.30, nel frattempo ricevo una sua telefonata dove mi dice che ha un intervista da fare e non ha tempo di parlare con me, io propongo l orario dell eventuale dibattito e mi riservo di accettare di partecipare una volta presa visione degli argomenti da lei proposti.

Alle ore 23.12 appena conclusi altri impegni, presa visione degli argomenti da trattare riesco a rispondere tempestivamente riguardo la mia assenza all' incontro.

La sua improvvisata iniziativa poteva tranquillamente svolgersi con gli altri due candidati, dato che molti degli argomenti interessavano soltanto le due passate amministrazioni comunali.

Lei si premette di fare domande e dare giudizi di parte a tre giorni dalle elezioni senza interloquire con le persone a facendo appelli contro di me.

Non voglio pensare che l intera iniziativa potesse essere orchestrata per tentare di favorire qualche candidato Sindaco, ma certo é che lei esprime giudizi su di me esternando una chiara opinione sua e di persone che gliela hanno suggerita come da lei chiaramente scritto.

I lettori e gli elettori Nursini sanno bene valutare la serietá sia mia che Sua dato che ci conoscono entrambi ed insieme a noi quella degli altri candidati.

La parcondicio a cui lei si richiama tanto mi dica se é un termine con il quale si riempie solo la bocca o un metodo di legge col quale opera professionalmente.

Lo stesso candidato Alemanno in un articolo da lei pubblicato successivamente a quello dove lei si rivolge a me, dice che io mi sono sottratto senza motivazione ad un confronto quando sono stato io a chiederglielo più di 10 giorni fa, come fa a dirlo? glielo ha suggerito sempre lei ? io ieri sera lo ho incontrato per strada in tarda nottata intorno alle 00.45 ma non mi ha chiesto nulla a riguardo.

Quando vorrà caro direttore, potrà rendere pubbliche le mail che ci siamo scambiate ieri per dovere di verità e di cronaca in modo tale da chiarire chi è il "Pinocchio" in questa vicenda.

Noi aspettiamo tutti i cittadini di Norcia venerdì 23 maggio alle ore 22.00 su Corso Sertorio di fronte al nostro ufficio elettorale per concludere la nostra campagna elettorale e rafforzare le motivazioni a sostenerci con il loro voto per eleggere persone serie e concrete che amano la libertà e la correttezza.

Cordiali saluti



RISPOSTA:

Buonasera Filippi,

Come si dice: al peggio non c’è mai fine. Questa piccola storia di campagna (elettorale) poteva anche terminare con il mio editoriale, ma evidentemente a Lei sembra utile ricevere un po’ di visibilità gratuita. Volentieri L'accontento.

Volutamente sorvolo sulle Sue considerazioni circa la mia correttezza e serietà. Al riguardo ha già detto tutto Lei, e Le do pienamente ragione: i cittadini-lettori ci conoscono entrambi, dunque è bene non attardarsi in inutili discussioni.

C’è un punto, però, sul quale mi preme risponderLe, e riguarda il “Pinocchio”, che Lei cita a voler significare che tra noi due uno mente. Vede, sentirsi dare del bugiardo forse potrà anche suonare come un compimento a chi si occupa di politica, intendo di “certa” politica, per carità: ma a un giornalista no. Io ho solamente raccontato i fatti per come sono andati, scusandomi con i nostri lettori per non aver potuto offrire loro un servizio e con tutti gli altri soggetti coinvolti, a cominciare dai due candidati Suoi concorrenti, per averli costretti a stravolgere le rispettive agende pur di venire incontro ai Suoi impegni, che sono cambiati più volte nell’arco di poche ore. Succede, in campagna elettorale. Senza dubbio. Questione di priorità. Ma quando dico che qualcuno mi aveva avvertito, è proprio questo che intendo: mi avevano avvisato che Lei non avrebbe mai accettato di confrontarsi con i Suoi concorrenti. I motivi non me li hanno spiegati, non li conosco e neanche mi interessano. Però do atto a chi mi aveva messo in guardia, e al quale non avevo creduto, che alla fine è andata proprio così. Pazienza. Lavoro e soldi buttati.

Lei inoltre, per così dire, non ricorda bene come si sono svolti i nostri contatti, sia telefonici sia via mail. Cita orari, mail, telefonate a Suo piacimento, quando sa bene che i contenuti degli argomenti glieli avevo già in linea di massima anticipati per telefono, il giorno prima, quando Le ho chiesto la disponibilità al confronto, aggiungendo che mi occorreva una risposta entro brevissimo per organizzare la cosa. Salvo poi dover attendere 24 ore e decine di telefonate per ottenere un “forse, ma assolutamente alle 15 e voglio prima le domande scritte”, quando sarebbe bastato rispondere “confermato” oppure "ok" al mio sms collettivo della sera prima. Queste cose le sappiamo tutti: le so io, le sanno gli altri candidati che hanno dovuto modificare la propria agenda – un fatto, questo, che indubbiamente li ha penalizzati, di conseguenza avvantaggiandoLa – e adesso lo sanno anche i nostri lettori, ammesso che possa importare loro qualcosa. E sappiano anche, i lettori, che di fronte alle Sue titubanze e richieste sempre più specifiche, Le avevo anche chiesto esplicitamente di dirmi se non fosse più intenzionato a prendere parte al dibattito, poiché far confrontare due candidati sindaci su tre non mi sembrava giusto e neanche interessante e che, di conseguenza, ero ancora in tempo ad annullare gli impegni presi con tecnici e sponsor. Ovviamente la Sua risposta è stata di altro avviso, ed ha anzi insistito nel voler conoscere più a fondo gli argomenti. Proprio perché Lei si trova ancora in campagna elettorale non vado oltre, ma sappia che ho conservato tutto, come è mia abitudine quando lavoro. Di una cosa però voglio avvertirLa: non si permetta mai più, MAI PIU’, di dire che io fuorvio i miei lettori. Io non sono impegnato in campagna elettorale: per me la verità non è un’opzione. Mai.



Arrivederci

Daniele Ubaldi – direttore editoriale


Aggiungi un commento [+]
Performat Salute Spoleto
Lavanderia La Perfetta
Ristorante La Pecchiarda
Ferramenta Bonfè
Perugia Online
Aldo Moretti S.r.l.
Supermercati della convenienza offerte speciali
Spoleto Cinema al Centro
Bar Moriconi
Associazione Cristian Panetto
Pizzeria Mr Cicci
Bar Kiss
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Bonifica Umbra
Principe
Stile Creazioni
Sicaf Spoleto
TWX Evolution
Lavanderia La Perfetta
De.Car. Elettronica