Spoletonline
Edizione del 15 Dicembre 2017, ultimo aggiornamento alle 01:00:19
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Natale a Scheggino
Spoletonline
Natale a Scheggino
cerca nel sito
Agriturismo Colle del Capitano
Centro Dentistico Cristina Santi
Parafarmacia Serra
Mrs Sporty
Spoleto Cinema al Centro
The Friends Pub
Maison del Celiaco
AROF Agenzia Funebre
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Libreria Aurora
Lavanderia La Perfetta Self
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Vus Com
Pc Work
TWX Evolution
Ristorante Albergo LE CASALINE
Stampa articolo

Area Vasta - Politica, 22 Ottobre 2014 alle 12:42:01

Giano, Barbarito attacca sull'assessore esterno

'Abolirlo sarebbe stato una scelta coraggiosa'

Costi della politica, Barbarito affonda: "Mancato il coraggio di abolire l'assessore esterno. Giano poteva essere capofila di questa iniziativa a livello regionale".
Il capogruppo di centrodestra per Giano, evidenzia la mancanza di spirito riformista del centrosinistra.


 "La volontà di mantenere la possibilità di ricorrere a un assessore esterno dimostra la mancanza di coraggio di un centrosinistra che non manca di definirsi "progressista" e "riformista", di fare quelle riforme che vanno nella direzione della riduzione dei costi della politica, della trasparenza e del rispetto della volontà degli elettori". Così Jacopo Barbarito, capogruppo di centrodestra per Giano, commenta la bocciatura da parte della maggioranza della sua proposta di modifica del regolamento comunale in commissione affari istituzionali, che aveva registrato il consenso anche dalle altre componenti della minoranza. "Non è stata colta l'opportunità storica di abolire la norma che consente il ricorso ad assessori esterni, eliminando così la possibilità di avvalersi di una figura non scelta dagli elettori. Il Comune di Giano dell'Umbria poteva essere uno dei primi Comuni in Italia a fare questa scelta coraggiosa, che sancisce due principi fondamentali della politica: chi amministra deve essere eletto dal popolo e non scelto sulla base di altre logiche, rispettando così il principio di trasparenza e sovranità popolare e, in secondo luogo, la necessità di chi si presenta alla elezioni di fare una lista che racchiuda nei suoi candidati tutte le competenze e capacità necessarie ad amministrare l'ente, senza poi trovarsi nella comoda possibilità di pescare esternamente le competenze mancanti".


 



Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Bonifica Umbra
Supermercati della convenienza offerte speciali
De.Car. Elettronica
Necrologio
Pizzeria Mr Cicci
Principe
Stile Creazioni
Ferramenta Bonfè
Guerrini Macron Store
Lavanderia La Perfetta
TWX Evolution
Lavanderia La Perfetta
Spoleto Cinema al Centro
Ristorante La Pecchiarda
Performat Salute Spoleto
Gabetti Immobiliare
Associazione Cristian Panetto
Sicaf Spoleto
Perugia Online