Spoletonline
Edizione del 17 Agosto 2018, ultimo aggiornamento alle 22:39:11
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Costa D'Oro
Spoletonline
Adcomm
cerca nel sito
Arte Infusa
Pc Work
Agriturismo Colle del Capitano
Libreria Aurora
Tuber experience - Campello
Azienda Agricola Bocale
Parafarmacia Serra
TrattOliva
Ristorante Albergo LE CASALINE
Casale La Palombara
Ristorante Pizzeria San Giuliano
AROF Agenzia Funebre
Rafting Nomad
Ristorante Pecchiarda
Ristorante Al Palazzaccio
The Kon
Agriturismo San Vito
Spoleto Cinema al Centro
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Stampa articolo

Area Vasta - Cronaca, 05 Novembre 2014 alle 11:10:17

Commozione e grande partecipazione alla cerimonia di intitolazione della piazza e delle vie di Agliano ai cinque martiri del nazifascismo

[Commenti]

Ottanta bambini e ragazzi delle scuole primarie e medie di Pissignano e La Bianca con la Costituzione repubblicana in mano. E'stato questo il modo più significativo per ricordare idealmente che, in quella Carta, c'è anche il sangue innocente dei Martiri di Agliano. Da ieri, quella ferita della memoria che era


rimasta aperta dal Dopoguerra, è stata chiusa con l'intitolazione della piazza e delle vie del suggestivo borgo di montagna, a 1050 metri di altezza, ai cinque abitanti trucidati dai nazi-fascisti alla vigilia di Natale del 1943. D'ora in poi, le anonime viuzze incastonate nel Castello medievale, che la storia volle fosse appartenuto agli avi della nobile famiglia dei Pianciani, porteranno il nome di Bernardino Maltempi, 64 anni, Olivio Dominici, 21 anni, Girolamo Campana, 44 anni, Francesco Ganugi, 18 anni, ed Angelo Petrelli, 38 anni. "I familiari di quelle cinque vittime dell'orda barbarica nazi-fascista, che vilipese questo Paese - ha detto, tra l'altro, il sindaco Domizio Natali nel suo accalorato discorso - non hanno ancora trovato giustizia ma, almeno, la loro memoria sarà onorata anche da chi verrà dopo di noi. Intitolare le vie del borgo che li ha visti nascere, crescere e morire da eroi, era il minimo che il Comune potesse fare". Alla cerimonia, preceduta da un breve rito religioso officiato dal parroco, padre Giuseppe Ciliberti, erano presenti i Carabinieri della Stazione di Campello, al comando del luogotenente Olivieri, gli agenti del Corpo Forestale, agli ordini dell'Ispettore Desantis ed il corpo di polizia locale dell'Unione dei Comuni, agli ordini del tenente Brauzzi, hanno partecipato anche il dirigente scolastico Tecla Bacci, i rappresentanti delle Pro Loco del Comune, con in testa il presidente dell'Associazione Amici di Agliano, Carlo Restani, ed il vice presidente vicario della Pro Loco La Spina, Otello Consoli che, unitamente al gruppo dei volontari della Protezione Civile, hanno dato il loro contributo alla riuscita della manifestazione. E sono stati attimi di intensa commozione quelli che hanno accompagnato la scopertura della lapide della Piazza da parte di Antonio Campana, orfano e superstite della strage. "Quando i fascisti entrarono a casa della sua famiglia - ha ricordato il Sindaco - distruggendo con una bomba a mano il pavimento, lui aveva solo tre anni ed era sulle gambe della povera madre Candida Dominici, moglie di Girolamo Campana, che sbucciava le mele per preparare i dolci di Natale". Un immagine dolce cancellata, ben presto, da morte e dolore.


 



Trattoliva Ristorante / Campello sul Clitunno
Il Jazz italiano + Al Bano in concerto a Scheggino
Abbazia Albergo e Ristorante
Umbria Dent
Multiservizi Spoleto


Commenti (1)

Commento scritto da renzo berti il 06 Novembre 2014 alle 16:14
Dopo 70 anni e quattro mandati di sindaci post comunisti, i Martiri di Agliano, tra i quali il nonno di mia moglie Girolamo Campana, trucidato a soli 43 anni insieme ad altri quattro abitanti dai nazi-fascisti, vengono finalmente ricordati con una piazza e cinque vie dell'omonimo borgo. Non hanno avuto giustizia, ma onorarne la memoria è stato coprire quella vergognosa ferita rappresentata dalla intitolazione di una via di Settecamini ad Emilio Buttinelli, il mandante della loro carneficina. Viva la democrazia, viva la libertà, viva la Costituzione, viva i Martiri di Agliano!!



Aggiungi un commento [+]
Pizzeria Mr Cicci
Così è una svolta Pub
Bonifica Umbra
Sicaf Spoleto
Associazione Cristian Panetto
Principe
Lavanderia La Perfetta
Performat Salute Spoleto
Taverna del Pescatore
Guerrini Macron Store
Bar Moriconi
Spoleto Cinema al Centro
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Lavanderia La Perfetta