Spoletonline
Edizione del 19 Ottobre 2017, ultimo aggiornamento alle 17:24:27
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
BEXB
Spoletonline
BEXB
cerca nel sito
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Mrs Sporty
Centro Dentistico Cristina Santi
Civico 53
TWX Evolution
Lavanderia La Perfetta Self
Agriturismo Colle del Capitano
Vus Com
The Friends Pub
Parafarmacia Serra
Spoleto Cinema al Centro
Libreria Aurora
Ristorante Albergo LE CASALINE
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Pc Work
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Aldo Moretti S.r.l.
Fondazione Giulio Loreti
Stampa articolo

Terni - Ambiente e Territorio, 31 Maggio 2015 alle 09:44:42

Recuperata immondizia di ogni genere abbandonata lungo la diga di Firenzuola

Nobile gesto di Giorgio Martiniani e di un giovane rumeno. Ma da solo non può bastare [Fotogallery, Commenti]


Daniele Ubaldi

Sporcizia, plastica, bottiglie, rifiuti di vario genere abbandonati in uno dei luoghi più suggestivi e preziosi del circondario, dal punto di vista naturalistico: la diga di Firenzuola. E' il triste spettacolo cui ci si trova davanti se si sceglie di andare a trascorrere qualche ora in riva al lago, magari per mettere "due canne a mollo" in compagnia oppure


solamente per respirare un po' di pace e silenzio. Evidentemente qualcuno ha scambiato la diga per una discarica pubblica, decidendo di sfogare la propria barbarie e maleducazione sulla natura indifesa. Ma per fortuna c'è anche qualcun'altro che, armato di tanta pazienza e buona volontà, ha pensato bene di rimettere un po' d'ordine e pulizia riducendo, se non altro, le proporzioni dello spettacolo vergognoso cui assiste chiunque si rechi alla diga.


Giorgio Martiniani, aiutato un ragazzo rumeno che si è prestato volentieri a dare una mano insieme a suo figlio piccolo, ha ripulito un bel tratto di riva riempiendo ben sei sacchi di immondizia. Un gesto nobile, senza dubbio, che restituisce un po' di dignità all'ecosistema-diga. Ma un gesto che, se non accompagnato da un'adeguata cultura ambientalista e dai dovuti, necessari controlli e repressioni, è destinato ad essere un mero palliativo fine a se stesso. L'augurio di Spoletonline è che presto si intervenga con decisione a tutela di uno degli habitat naturali più suggestivi dello Spoletino.



Commenti (2)

Commento scritto da Pipino il 31 Maggio 2015 alle 16:08
maaaa se ogni tanto anche qualche controllo non sarebbe male invece è abbandonato da tutti neanche si può più scendere dalla discesa del cimitero


Commento scritto da graziano il 31 Maggio 2015 alle 17:02
Complimenti al Sig. Martiniani e al giovane rumeno. Ma il giovane non ha un nome?



Aggiungi un commento [+]
Lavanderia La Perfetta
Aldo Moretti S.r.l.
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Spoleto Cinema al Centro
Stile Creazioni
Bonifica Umbra
Associazione Cristian Panetto
Principe
Supermercati della convenienza offerte speciali
Bar Kiss
TWX Evolution
Bar Moriconi
Sicaf Spoleto
Ferramenta Bonfè
Pizzeria Mr Cicci
Ristorante La Pecchiarda
Performat Salute Spoleto
Lavanderia La Perfetta
De.Car. Elettronica
Perugia Online