Spoletonline
Edizione del 17 Dicembre 2017, ultimo aggiornamento alle 02:20:25
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Natale a Scheggino
Spoletonline
Natale a Scheggino
cerca nel sito
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Centro Dentistico Cristina Santi
TWX Evolution
Agriturismo Colle del Capitano
Pc Work
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Libreria Aurora
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Lavanderia La Perfetta Self
The Friends Pub
Parafarmacia Serra
AROF Agenzia Funebre
Mrs Sporty
Vus Com
Maison del Celiaco
Ristorante Albergo LE CASALINE
Spoleto Cinema al Centro
Stampa articolo

Area Vasta - Ambiente e Territorio, 11 Agosto 2015 alle 09:13:26

Timia e Teverone: la vergogna non ha più limiti

Il Comitato Difesa Acqua Aria di Bevagna interviene dopo i temporali degli ultimi giorni

Riceviamo, e per conoscenza pubblichiamo, il messaggio di indignazione del Comitato Difesa Acqua Aria Bevagna giunto questa mattina in redazione: "Tac!! E' bastato un piovasco estivo, sono bastate poche gocce di pioggia per rendere il Teverone, e poi il Timia, una bara fluttuante. Acqua nera, putrida, marcia,


 dall'odore pungente, quasi solforoso e diciamola con i termini giusti, con un fetore di merda da creare conati di vomito solo a starci due minuti. E poi una processione di pesci morti, qualche gallinella e forse altre cose non visibili, morti impotenti ed incolpevoli, che rendono ancora più straziante lo stato dei nostri fiumi. Quello che fa più rabbia è la precisione chirurgica e maniacale di questi sversamenti, e soprattutto la scelta del momento migliore, il tardo pomeriggio e il preserale, meglio se a cavallo dei giorni festivi, quando tutti gli enti di controllo sono inattivi, i cittadini sonnecchiano e allora si possono aprire le saracinesche o le valvole di intercettazioni di vasche di decantazione, di stoccaggio di reflui zootecnici o lo stivaggio di sostanze chimiche pericolosissime. Tanto l'Arpa sa tutto ma non può, come sa tutto ogni volta che chiamiamo, a qualsiasi ora, anche perché è l'unica a risponderci. Avessero l'avvertenza di scaricare nei fiumi un po' per volta, questi seminatori di morte, basta mettersi d'accordo. Un bel tavolo di concertazione per calendarizzare gli sversamenti: oggi tocca a me e domani a te. Sarebbe una bella idea. Lo diciamo ironicamente ma si che l'ironia a volta c'azzecca. Mancherebbe solo questo: organizzare e legalizzare la morte. E' una vergogna senza limiti alla quale nessuna dà risposte. La politica, che gestisce controllati e controllori, blocca tutto, qualsiasi intervento che cerchi di fare luce e crei fibrillazioni. Un muro di gomma imperforabile che assomiglia molto ad altri muri di gomma tristemente famosi. Gli amministratori della valle umbra che dovrebbero tutelare il bene pubblico si trincerano dietro la pressione sociale e i problemi di bilancio, mascherando con ciò inettitudine, mediocrità amministrativa e assoluta negligenza nel porre questo problema tra le priorità. La priorità è fare le feste patronali, e sagre e partecipare alle cene finali, è lì che si prendono i voti, mica difendendo il fiume. Il fiume interessa solo a quei quattro deficienti che ancora abitano lungo le sponde. Se la frase fosse vera sarebbe da denuncia. Gli imprenditori del 2000, tutti, industriali, commercianti, artigiani, fanno gli imprenditori del 2000 e cioè difendono e alimentano solo esclusivamente ciò che è becero profitto, a prescindere, senza guardare in faccia a nessuno, con buona pace per il nostro avvenire e di quello dei nostri figli. E' ora che la politica, partiti e amministrazioni di tutti i livelli, trovino le soluzioni, immediate, senza inutili discussioni e senza perdere tempo. E' ora che quelli che hanno svenduto il nostro territorio e i nostri fiumi facciano un esame di coscienza e trovino il coraggio di cambiare le cose. Noi non molliamo e non ci arrendiamo. Porteremo le ultime integrazioni alla denuncia già depositata alla Magistratura competente, anche le testimonianze di queste sere. Quando il Magistrato ci chiamerà saremo pronti. Quelli che si sono rifiutati di rispondere alle nostre convocazioni e alle nostre sollecitazioni risponderanno agli inquirenti. E speriamo che i cittadini abbiano buona memoria".


 



Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Ferramenta Bonfè
Necrologio
Sicaf Spoleto
Associazione Cristian Panetto
Principe
Spoleto Cinema al Centro
De.Car. Elettronica
Ristorante La Pecchiarda
Stile Creazioni
Guerrini Macron Store
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
TWX Evolution
Perugia Online
Bonifica Umbra
Gabetti Immobiliare
Performat Salute Spoleto
Lavanderia La Perfetta
Supermercati della convenienza offerte speciali
Lavanderia La Perfetta
Pizzeria Mr Cicci