Spoletonline
Edizione del 17 Dicembre 2017, ultimo aggiornamento alle 02:20:25
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Natale a Scheggino
Spoletonline
Natale a Scheggino
cerca nel sito
The Friends Pub
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Mrs Sporty
Pc Work
TWX Evolution
Libreria Aurora
Parafarmacia Serra
Ristorante Albergo LE CASALINE
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Maison del Celiaco
Vus Com
Agriturismo Colle del Capitano
Centro Dentistico Cristina Santi
Lavanderia La Perfetta Self
Spoleto Cinema al Centro
AROF Agenzia Funebre
Stampa articolo

Valnerina - Lavoro, 11 Agosto 2015 alle 17:31:29

Roccaporena: a rischio posti di lavoro all'Opera di Santa Rita

La preoccupazione dei sindacati per l'esternalizzazione dei servizi [Commenti]

La FP CGIL di Perugia, la FISASCAT CISL e la UIL FPL esprimono profonda preoccupazione per le notizie di esternalizzazione dei servizi dell'Opera di Santa Rita di Roccaporena di Cascia e di ventilati licenziamenti che ne sarebbero la conseguenza. Apprezziamo l'interessamento delle


Istituzioni locali e attendiamo la disponbilità al dialogo dei vertici dell'Ente.


Tuttavia resta forte la preoccupazione delle tre sigle sindacali per il futuro non solo dei lavoratori e delle loro famiglie, ma anche della stessa Opera. Per questo, pur comprendendo le difficoltà di gestione dell'Ente, ci impegniamo a sostenere gli operatori nella loro battaglia non solo per la salvaguardia del posto di lavoro, ma anche dei loro diritti contrattuali e stipendiali.


Questi lavoratori hanno assicurato per tanti anni il buon funzionamento dell'Opera anche facendosi carico di persona di sacrifici per venire incontro alle difficoltà, dimostrando sempre volontà di apertura alla discussione e alla ricerca delle soluzioni e anche in questo particolare e delicato momento sono pronti a fare altrettanto, ma non accetteranno imposizioni che non tutelino i loro diritti e la dignità del loro lavoro.


Da parte nostra ricordiamo che è fatto obbligo il coinvolgimento delle OSS e che pretendiamo che l'iter venga rispettato e per questo abbiamo provveduto a chiedere un incontro per affrontare la problematica.
Per entrare nel merito è ovvio che ci batteremo affinchè non avvenga alcuna esternalizzazione. E non ci basta l'eventuale rassicurazione che i lavoratori verranno riassunti dalla Cooperativa subentrante. Dove sarebbe infatti il risparmio, visto che a questi lavoratori per effetto della legge 300 art. 13 non potrà e non dovrà essere diminuito lo stipendio? Dove sarà il risparmio visto che non accetteremo nessun cambiamento di inquadramento e di Contratto Collettivo Nazionale?


Non sarebbe meglio, invece, approfittando della pausa estiva, riflettere sulla situazione e aprire un tavolo di confronto che ci coinvolga tutti? Siamo sicuri che una soluzione la troveremo senza ricorrere ad estremi che non farebbero bene a nessuno, tantomeno al buon funzionamento dell'Opera, al suo prestigio e a quello del territorio.


FP Provinciale Perugia FISASCAT CISL UIL FPL


 


 



Commenti (1)

Commento scritto da Artigiano il 11 Agosto 2015 alle 22:26
Sono oltre 30 anni che conosco questa realtà. Dicono di trovarsi in difficoltà. Don Sante ha sempre onorato i suoi impegni sia con i fornitori che con i dipendenti rendendo Roccaporena e la storia e i monumenti di Santa Rita un fiore all'occhiello, non capisco come mai questa situazione da quando ci sono stati nuovi insediamenti. Grazie Don Sante.


Aggiungi un commento [+]
Supermercati della convenienza offerte speciali
Principe
Ristorante La Pecchiarda
De.Car. Elettronica
TWX Evolution
Pizzeria Mr Cicci
Spoleto Cinema al Centro
Guerrini Macron Store
Lavanderia La Perfetta
Sicaf Spoleto
Performat Salute Spoleto
Ferramenta Bonfè
Lavanderia La Perfetta
Necrologio
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Stile Creazioni
Bonifica Umbra
Gabetti Immobiliare
Associazione Cristian Panetto
Perugia Online