Spoletonline
Edizione del 16 Febbraio 2020, ultimo aggiornamento alle 22:02:15
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Spoleto Cinema al Centro
Axis Italy
Osteria della Torre
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Agriturismo Posto del Sole
Ristorante al Palazzaccio
Parafarmacia Serra
Alimentari Di Cicco Pucci
Ristorante Pecchiarda
Pc Work
Libreria Aurora
Ristorante Albergo LE CASALINE
Electrocasa Spoleto
Stampa articolo

Piaceri & Tentazioni, 17 Ottobre 2015 alle 13:06:32

Le nuove frontiere del Sagrantino

Il Sagrantino è stato protagonista nella splendida cornice della Lounge di Alitalia Ethiad ad Expo Milano 2015 dove è stato presentato il libro "Gli aspetti Salutistici del Sagrantino" che proietta quest'eccellenza Umbra verso nuove frontiere.


Le opportunità sono state certificate in maniera scientifica dal Professor Alberto Palliotti, docente di viticoltura all'Università di Perugia, dalla Professoressa Annalisa Romani dell'Università di Firenze, nota per il suo ruolo mondiale sullo studio degli Antociani e dalla Professoressa Spiti, nutrizionista dell'Ospedale San Carlo di Milano.
Tra l'altro è emerso che i soggetti che bevono moderatamente 1/2 bicchieri di vino sono meno esposti a problemi cardiovascolari degli astemi.
Questa ricerca nasce dalla credenza popolare del secolo scorso quando l'"uovo sbattuto" con il Sagrantino Passito veniva dato come ricostituente ai bambini convalescenti dalle malattie infantili.
Luciano Cesarini, patron del Rossobastardo, nell'arco degli anni ha coinvolto professori universitari, scienziati e ricercatori amici alla ricerca delle motivazioni scientifiche di questa credenza.
Oggi è noto che il Sagrantino ha la maggior quantità di polifenoli, antociani e zucchero naturale in vendemmia tra tutti i vitigni del Mondo.
Forte dei risultati, le aziende agricole aderenti, hanno prodotto con l'uva di Sagrantino numerosi vini di qualità, marmellate, etc.
Fedele al tema di EXPO 2015, questo libro spiega scientificamente e tecnicamente come possano essere utilizzati tutti gli elementi della vite: tralci, foglie, uva, vinacce, fecce e vinaccioli per ricavare prodotti di qualità Umbri e per dare garanzie nutrizionali al mondo, insomma: "Non si butta niente del Coltivato".
L'apertura dei lavori è stata affidata al Dr. Augusto Luciani presidente di Federfarma Umbria, che patrocina il progetto e che ha ringraziato Luciano Cesarini per quanto sta facendo nella Comunicazione del Sagrantino ma soprattutto per l'opportunità che ha creato all'Umbria.



Con l'aiuto di PromoUmbria, il finanziamento della Comunità Europea attraverso la Regione Umbria, è stata organizzata la degustazione dei prodotti di qualità Umbri delle Aziende aderenti. Erano presenti operatori del settore, esponenti del Food specialistico, della distribuzione delle Eccellenze Italiane e soprattutto erano presenti alcuni esponenti del Mondo finanziario che sono stati incaricati da fondi specializzati di verificare ogni possibile sinergia.
A Luciano Cesarini va riconosciuta la generosità di aver diffuso queste ricerche realizzate in questi anni solamente con risorse proprie, ma soprattutto gli và riconosciuto il coraggio di aver affidato la Comunicazione dei Vini di qualità al miglioramento della qualità della vita.
L'originalità delle sue intuizioni hanno fatto nuovamente centro.


 


 



Il Biologico Spoleto
Cioccolateria Vetusta Nursia
Lavanderia La Perfetta
Multiservizi Spoleto
Salute e Bellezza Tracchegiani
Azienda Modena


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Trattoria del Passo d'Acera
Bonifica Umbra
Terminal alle Mattonelle
Principe Store
Marco Post Spoleto
Il Pianaccio
Bar Moriconi
Associazione Cristian Panetto
La Fabbrica del Gelato
Spoleto Cinema al Centro
Bar ristorante Belli - Spoleto
Visit Scheggino
Adicom
Bar delle Miniere
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'