Spoletonline
Edizione del 15 Dicembre 2017, ultimo aggiornamento alle 13:11:16
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Natale a Scheggino
Spoletonline
Natale a Scheggino
cerca nel sito
Agriturismo Colle del Capitano
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Centro Dentistico Cristina Santi
TWX Evolution
Spoleto Cinema al Centro
The Friends Pub
Pc Work
AROF Agenzia Funebre
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Ristorante Albergo LE CASALINE
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Parafarmacia Serra
Libreria Aurora
Vus Com
Lavanderia La Perfetta Self
Mrs Sporty
Maison del Celiaco
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Stampa articolo

Spoleto - Storie & storie, 11 Dicembre 2015 alle 08:00:06

Favola moderna: le avventure del signor Pensopoco

"Ahi, che mal di schiena!" esclamò tra sé e sè il sig. Pensopoco. In effetti l'inchino era durato più del previsto: il prete detective e la soubrettina latina si erano soffermati a lungo a contemplare la folla che li acclamava prima di lasciare il paesino che li aveva ospitati. Il sig. Pensopoco tuttavia non si


curò del suo mal di schiena, tanto era ansioso di correre all'edicola per comprare la guida dei programmi tv "hai visto mai che nei palinsesti televisivi non vi trovo già la fiction girata nel paesino....?!".


Tanto era il suo entusiasmo che, ansimando e correndo, inciampò in una buca.


Dolorante, mentre si rialzava, notò che in effetti la strada era piena di buche e che in effetti la gran parte delle strade del suo paesino erano piene di buche o comunque dissestate.


"Ohibò!" esclamò, "in effetti è da tempo che gli amministratori non provvedono a risistemare le strade! Come diceva il maestro a scuola? è giusto pagare le tasse e le imposte perchè con esse gli amministratori provvedono ai bisogni della collettività....però sono 5 anni che le strade non vengono aggiustate...Aspetta...vuoi vedere che per 5 anni non ho pagato le tasse? No, no!! mi ricordo...io ho pagato sempre tutto...e allora...perché...".


Il sig. Pensopoco andò in confusione, ripensava sia alle tasse pagate sia agli inchini fatti da lui e dai suoi compaesani al prete detective ed alla soubrettina latina..."vedrete" scrivevano i giornali..."vedrete"...dicevano i notabili...."il lustro, la visibilità che ne ricaverà il nostro paese...".


"Ok, ok, il lustro e la visibilità e tutto il resto" pensò il sig. Pensopoco..."ma i miei figli sono stati costretti ad emigrare in Australia per campare, ogni anno le tasse aumentano...io le pago, per carità! ma almeno le strade....forse...forse..ero troppo prono, ero troppo piegato per l'inchino per vedere, troppo ossequioso...forse dovrei indignarmi un pochino...".


Il suo umore cambiò del tutto e come forma di ribellione rinunciò a recarsi all'edicola per dirigersi, dubbioso ed irritato, verso la propria casa, ovviamente facendo attenzione a non inciampare.


Sulla strada incontrò il sig. Pensierassente il quale, vedendolo così rabbuiato, chiese di essere messo al corrente dei motivi di cotanto cattivo umore.


"Amico mio!" esclamò il sig. Pensierassente "come sei ingenuo!! E' ovvio che dobbiamo pagare le tasse e le imposte...ci mancherebbe altro!! ma come puoi pretendere le strade sistemate, come puoi pretendere i servizi che tu dici...non siamo mica nei paesi del Nord!!! ti sembra forse che siamo in Norvegia? o in Olanda? Gli amministratori lo sanno tutto questo, lo comprendono...mi spiego... tu hai pensato tre secondi in vita tua e cosa hai ottenuto? solo amarezza...se ti indigni, ti deprimi...ti inacidisci!!! per questo è necessario creare nuovi bisogni, che possono essere soddisfatti! e poi scusa...ma che ci fai con le strade in ordine?? anche così puoi circolare, no? basta fare attenzione, fare un po' di zig zag tra le buche...ma vuoi mettere...con un selfie insieme alla soubrettina latina...con un ammiccata del prete detective, persino con una sgridata del pensionato addetto alle security che ti allontana dagli spazi del set...e poi scusa...se sei fortunato...sul canale uno puoi addirittura vedere lo scorcio di casa tua!!!"


"Oddio...forse hai ragione..." rispose il sig. Pensopoco...."ma tu hai parlato di nuovi bisogni creati dagli amministratori...va bene il selfie...per carità...è importante...ma quali sono questi nuovi bisogni da soddisfare?"


"E me lo chiedi pure? farli venire anche l'anno prossimo!"


I brandelli dei residui dubbi caddero, il sig. Pensopoco si sentì lo stomaco, chiuso che era, aprirsi stile fotosintesi clorofilliana, sorrise e corse verso l'edicola.



Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Associazione Cristian Panetto
Ristorante La Pecchiarda
Sicaf Spoleto
Lavanderia La Perfetta
Gabetti Immobiliare
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Perugia Online
TWX Evolution
Guerrini Macron Store
De.Car. Elettronica
Spoleto Cinema al Centro
Bonifica Umbra
Performat Salute Spoleto
Stile Creazioni
Principe
Necrologio
Supermercati della convenienza offerte speciali
Lavanderia La Perfetta
Pizzeria Mr Cicci
Ferramenta Bonfè