Spoletonline
Edizione del 14 Dicembre 2017, ultimo aggiornamento alle 13:01:09
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Natale a Scheggino
Spoletonline
Natale a Scheggino
cerca nel sito
Mrs Sporty
TWX Evolution
Spoleto Cinema al Centro
Agriturismo Colle del Capitano
Centro Dentistico Cristina Santi
Libreria Aurora
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Vus Com
Lavanderia La Perfetta Self
Ristorante Albergo LE CASALINE
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Pc Work
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Parafarmacia Serra
The Friends Pub
AROF Agenzia Funebre
Maison del Celiaco
Stampa articolo

Spoleto - Le interviste di SOL, 28 Aprile 2016 alle 15:47:07

Pd di Spoleto, Rossi: 'Alternativi a chi governa con Lega e Casa Pound'

Il segretario provinciale verso il congresso: 'E' tempo di un nuovo gruppo dirigente unito e rinnovato, che rilanci la città in ambito regionale e nazionale' [Commenti]


Daniele Ubaldi

Segretario, cosa succede nel Pd di Spoleto?


"Ormai sono maturi i tempi, come in altri comuni commissariati, per avviare una fase congressuale che sappia ridare la parola ai quasi 600 iscritti del Pd spoletino, e che porti vero rinnovamento grazie a


nuove forze, capaci di rimettere al centro progetti, idee e passione per la città di Spoleto".


Progetti, idee e passione: perché da due anni il Pd di Spoleto non affronta questi temi?
"Negli anni, anche nel Pd di Spoleto come in tutta la città, è prevalsa una litigiosità dannosa e fine a se stessa. Oggi ci sono tutte le condizioni per ricreare un clima di unità e di solidarietà con un unico obiettivo, che è quello di lavorare per il bene della città e della nostra comunità locale, cercando di estromettere quella litigiosità che è la vera debolezza di questo territorio e delle sue classi dirigenti".


Quando ci sarà il congresso?
"Come in altri comuni, si terrà subito dopo il voto del 5 giugno, quindi entro lo stesso mese".


Come dovrà essere il nuovo Pd di Spoleto all'indomani della fase congressuale?
"Ora più che mai c'è bisogno di un Pd forte, unito e rinnovato, a maggior ragione vista l'inadeguatezza e l'inconcludenza di chi oggi amministra il Comune di Spoleto e che sta rendendo sempre più isolata questa città, tanto nel contesto regionale quanto in quello nazionale".


Ci fa alcuni esempi?
"Come no. Tanto per cominciare sono mesi che nelle altre città si stanno affrontando le crisi economiche delle aziende presenti nei vari territori. Lo stesso dicasi per il tema della sanità, discusso in maniera partecipata e con il coinvolgimento di tutte le associazioni e forze politiche. Ebbene, a Spoleto tutto questo non accade e ciò rende ancora più debole la città rispetto a percorsi decisionali che vanno comunque avanti, sia in Regione sia a livello nazionale. Basti osservare la mobilitazione corale, in altre realtà, rispetto alle crisi aziendali, paragonata al silenzio istituzionale che circonda, qui da noi, ad esempio la ex Pozzi, per non citarne altre. Oppure si guardi quanto si è fatto nella vicina Foligno in termini di partecipazione sul tema dell'ospedale e della sanità e, per contro, le difficoltà ad istruire un qualsiasi percorso di partecipazione e condivisione in tal senso anche nella nostra Spoleto. Quale coinvolgimento e quali proposte per il nostro ospedale in un contesto territoriale e regionale? Ci sono ritardi istituzionali clamorosi, con piena responsabilità di chi oggi governa la città di Spoleto".


Fin qui il Pd del futuro. Ma ora guardiamo il presente. E "presente" vuol dire, a volte, anche atti politici partoriti in maniera caotica, come la recente interpellanza sul presunto utilizzo abusivo degli impianti sportivi comunali. Come sono andate realmente le cose?
"Una semplice tempesta in un bicchiere d'acqua, alimentata per non trattare i veri temi politici in questione, con clamore fine a se stesso molto spoletino. Il tutto, in realtà, si riduce al ponte della Liberazione e agli impegni familiari di ciascun esponente del partito e del gruppo consiliare. Anche qui si evince la necessità di organismi di partito pienamente legittimati dagli iscritti, che sappiano tenere insieme segreteria e gruppo consiliare, nella condivisione di scelte e indirizzi politici. Ecco perché, a maggior ragione, occorre andare a congresso entro giugno. Tornando al contenuto dell'interpellanza, quel che rimane chiaro è il nostro intento di chiedere chiarimenti all'amministrazione sul tema dell'impiantistica sportiva di questa città - argomento sul quale torneremo presto a parlare - e sui ritardi e gli enormi problemi che stanno emergendo in materia di sport. Allo stesso modo ribadiamo le nostre critiche ad alcuni assessori comunali , a nostro avviso inadeguati inconcludenti visti i risultati che hanno prodotto. Il pensiero va, ad esempio, alla riorganizzazione della macchina comunale, che dopo due anni ancora non c'è, a dispetto degli annunci di Cardarelli e soci ‘strombazzati' in campagna elettorale".


Segretario, ma è vero che un'ala del Pd non vede così di cattivo occhio una parte della maggioranza che oggi amministra in Comune? Cosa pensa di un possibile Cardarelli bis appoggiato dal Partito democratico?
"Pura e totale fantapolitica. Senza dubbio all'interno della maggioranza ci sono elementi validi e che lavorano: penso ad esempio ad Angelo Loretoni, come anche ad Antonio Cappelletti. Ma ormai, dopo quasi due anni in cui sono venuti meno gli alibi di scaricare tutto sulle precedenti amministrazioni, quale sarebbe il Rinnovamento tanto sbandierato in campagna elettorale? Tranne gli effetti positivi in quanto a presenze turistiche, non ascrivibili certo a questa amministrazione ma derivanti da Don Matteo, la città è sicuramente più debole e più isolata, senza alcuna progettualità che sappia guardare al futuro sia in termini di lavoro che di rilancio economico. Nel contesto regionale e nazionale siamo totalmente assenti e sempre più soli nell'affrontare le difficoltà quotidiane del nostro territorio. A maggior ragione possiamo affermare di essere totalmente alternativi a questa maggioranza, che tiene dentro e insieme le istanze della Lega Nord e un ‘civismo' tutto radicato a destra che riesce ad includere, attraverso alcuni suoi esponenti, persino i fascisti di Casa Pound. Il Partito democratico ha principi e riferimenti valoriali totalmente alternativi a ciò che esprime oggi questa maggioranza strutturata intorno all'amministrazione Cardarelli".


 



Commenti (8)

Commento scritto da sandro cretoni il 28 Aprile 2016 alle 18:34
Bella sparata per nascondere le difficoltà interne !!!!!! Renzi docet.

Se i vostri consiglieri avessero partecipato e lavorato la metà

di quello della Lega ........



Commento scritto da Laura Zampa il 28 Aprile 2016 alle 23:15
Il consigliere della lega partecipa e studia talmente tanto che ancora devo ascoltare un suo intervento in Consiglio comunale o discutere su un suo documento. Per il lavoro dei consiglieri PD basta guardare le dirette streaming dei Consigli o presenziare a qualche Commissione (sono tutte pubbliche!)...non sono solita fare commenti...ma tutto ha un limite!

Laura Zampa


Commento scritto da Il Corvo della rocca il 29 Aprile 2016 alle 09:43
"Il consigliere della lega partecipa e studia talmente tanto" che trova inutile intervenire regolarmente su molti argomenti quando sa che vengono fatti solamente per polemizzare. Egli limita i suoi interventi solo se è sicuro che essi sono validi e se portano effettivamente a ottenere qualcosa di concreto. Questo suo modo di fare, per chi non lo sapesse, si chiama saggezza. L'avessero altri! E, tanto per chiarire, non sono di destra e non sono leghista!


Commento scritto da Antonio Proietti il 29 Aprile 2016 alle 10:19
Sante parole cara Laura Zampa ! Questa amministrazione tra l'aderente a Casa Pound Gianluca Speranza e il leghista Sandro Cretoni è sempre un ricettacolo dei peggiori estremisti! Meraviglia come persone perbene come Angelo Loretoni si confondono con questi soggetti che non hanno nulla a che spartire con la dottrina sociale della Chiesa e con atteggiamenti politici consoni ad una coalizione moderata!! Veramente di Rinnovamento c'è solo un estremismo imbarazzante e inconcludente!!



Commento scritto da Giuseppe Lo Giudice il 29 Aprile 2016 alle 10:21
Una domanda: ma l'assessore Profili ce la farà a presentare una qualsivoglia riorganizzazione della macchina comunale? L'aveva preannunciata per i primi sei mesi di legislatura. Sono passati due anni e stiamo ancora aspettando! Il treno è veramente in ritardo!!!!!


Commento scritto da @laura il 29 Aprile 2016 alle 11:15
Brava Laura! Quando ci vuole ci vuole. Ma che fanno questi consiglieri di maggioranza???? Niente, mai un intervento, mai un documento, mai niente!!! Scaldano la poltrona!


Commento scritto da Spoletosi il 29 Aprile 2016 alle 12:27
"Possiamo affermare di essere totalmente alternativi a questa maggioranza": infatti siete e rimanete minoranza.

Dovreste cominciare a domandarvi perchè, e la risposta è dentro di voi. E però è sbagliata.


Commento scritto da fioretti guerrino il 29 Aprile 2016 alle 21:14
caro Rossi hai talmente ragione, sia tu a Spoleto che Renzusconi in Italia, che io come tanti altri che conosco, dopo oltre 30 anni di voto a voi incorruttibili, saggi e persone "per bene", voto LEGA e me ne vanto.

voi siete servi delle lobby, delle banche e delle cooperative che si arricchiscono con l'immigrati, che andate a prendere a spese nostre direttamente a casa loro.


Aggiungi un commento [+]
Pizzeria Mr Cicci
Guerrini Macron Store
Spoleto Cinema al Centro
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Principe
Lavanderia La Perfetta
Bonifica Umbra
Necrologio
Supermercati della convenienza offerte speciali
Ferramenta Bonfè
Ristorante La Pecchiarda
Sicaf Spoleto
Gabetti Immobiliare
TWX Evolution
De.Car. Elettronica
Perugia Online
Stile Creazioni
Lavanderia La Perfetta
Associazione Cristian Panetto
Performat Salute Spoleto