Spoletonline
Edizione del 17 Ottobre 2017, ultimo aggiornamento alle 01:53:33
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
BEXB
Spoletonline
Adcomm
cerca nel sito
Agriturismo Colle del Capitano
The Friends Pub
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Fondazione Giulio Loreti
Mrs Sporty
Spoleto Cinema al Centro
Libreria Aurora
Ristorante Albergo LE CASALINE
Vus Com
Civico 53
Pc Work
Aldo Moretti S.r.l.
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Parafarmacia Serra
Lavanderia La Perfetta Self
TWX Evolution
Centro Dentistico Cristina Santi
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Stampa articolo

Spoleto - Opinioni, 14 Dicembre 2016 alle 21:23:10

Chirurgia: Patriti vince concorso a Pesaro e saluta Spoleto... Finalmente!

Non se ne poteva più di uno che credeva nel merito... [Commenti]


Enzo Ercolani

Finalmente! Era ora! Non se ne poteva più! Ce ne siamo liberati, infine. Anche perché, diciamocelo francamente, aveva davvero esagerato.
Aveva cominciato col laurearsi, senza perdere tempo, con 110 e lode. Poi, sempre con la lode, si era


 specializzato. Poi ancora si era buttato a capo fitto in un processo di formazione che lo aveva fatto entrare nelle sale operatorie di Strasburgo, Parigi, Monaco di Baviera e Los Angeles. Parla fluentemente l'inglese ed altrettanto fluentemente lo scrive, tanto che ha pubblicato decine e decine di lavori sulle maggiori riviste internazionali. Ha conseguito l'idoneità all'insegnamento Universitario come Professore Associato e, quel che è peggio, è anche un lavoratore instancabile e scrupoloso. Uscito dall'Ospedale il suo Primario, si è sacrificato oltre ogni limite, insieme ai suoi colleghi, per mantenere alti i livelli assistenziali raggiunti dalla Struttura ove era operante, acquisendo una casistica operatoria di prim'ordine, che lo ha portato , fra l'altro, ad essere fra i tre o quattro, in Italia, in grado di mettere le mani su alcune gravi patologie addominali. In aggiunta a ciò è estremamente gentile e sempre disponibile con i malati, che lo cercano da ogni dove.
Aveva ed ha, però, un enorme difetto. Egli, invero ingenuamente, (se non stupidamente) , ancora crede nel merito. Pensate che si era messo in testa che tutto quanto aveva fatto ogni giorno, con grande spirito di sacrificio e senso del dovere , gli fosse riconosciuto . Sperava che servisse ad un miglioramento della sua condizione ed era arrivato, (nientemeno!) , a proporsi come sostituto del Primario che era andato in pensione, presentando la sua domanda al Concorso.
Con questa convinzione ha naturalmente finito con il rompere le scatole a tanta gente. Negli ultimi tempi , del resto, era diventato paranoico. Poiché non gli era bastato essere estromesso dalla rosa dei vincitori, andava ora cercando il modo di continuare a lavorare di più , avanzando addirittura (!) la richiesta di più spazi chirurgici (ossia maggiore disponibilità di sale operatorie) e di concrete risorse. Insomma: un vero rompicoglioni per tutti .
Per fortuna che, alla fine, è intervenuto, a darci una mano, il Destino.
In una Regione limitrofa una importante Azienda Ospedaliera aveva bandito un Concorso per un Primariato di Chirurgia, specificando bene, nel bando, che cosa doveva aver fatto l'aspirante al titolo, per meritare l'incarico. il rompicoglioni ha semplicemente inoltrato il suo curriculum, con ben elencati i tutti gli interventi da lui effettuati. C'erano candidati molto più anziani di lui ma la Commissione ha scelto lui, liberando (finalmente!) Spoleto e l'intera USL 2 da una fastidiosa ed ingombrante presenza. Alberto Patriti è il Primario Chirurgo , dicono il più giovane d'Italia, dell'Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord, un'Azienda che, a quanto pare, non solo crede (ed investe) nel merito ma anche nel fatto che la giovane età sia un valore aggiunto.


 



Commenti (27)

Commento scritto da Tribunale per i Diritti del Malato il 14 Dicembre 2016 alle 21:25
Il T.D.M. esprime grande soddisfazione per la vittoria conseguita dal Dott. Patriti nel Concorso per Primario di Chirurgia generale presso l'Azienda ospedaliera di Pesaro.

Si congratula inoltre con la Commissione esaminatrice che ha valutato nel giusto modo i meriti dei concorrenti assegnando al curriculum del Dott. Patriti il primo posto.

Peccato che non vi sia stato lo stesso risultato al Concorso per Primario di Chirurgia generale presso l'Ospedale di Spoleto dove questo egregio (ex grege = fuori dalla norma ) professionista è arrivato solo quinto!

Al Dott. Patriti il T.D.M. - che sempre e da solo si è battuto in ogni sede perchè i suoi meriti venissero riconosciuti - augura di poter lavorare con la serenità che fino ad ora gli è stata negata.

Agli spoletini non resta che piangere e riflettere sulle gravissime conseguenze di questo evento da noi sempre paventato ,nonostante le accuse rivolte più volte al T.D.M. di inutile allarmismo.


Commento scritto da Il Corvo della rocca il 15 Dicembre 2016 alle 07:43
In questo lento spogliarello, del nostro ospedale, che piace molto alle autorità cittadine, finalmente è stato tolto il reggiseno. Ora non rimangono che le mutande. Ma come si sa togliere quelle è un piacere riservato solo a chi, come moneta elettorale, paga molto meglio. E gli spoletini non vogliono o non sono in grado di farlo. La "moneta" rimastagli preferiscono investirla sulla porchetta!


Commento scritto da Lella il 15 Dicembre 2016 alle 07:52
Una grande perdita per noi, e per l\'ospedale di Spoleto...sono contenta per il dottore e gli faccio un grandissimo bocca a lupo, persona stupenda. Purtroppo per noi i migliori se ne vanno ma i somari restano.


Commento scritto da basilio rapucci il 15 Dicembre 2016 alle 08:33
Appena qualche giorno fà è uscito un articolo a firma del Vicesindaco di Spoleto, nonché assessore alla sanità che anticipava come imminenti i risultati positivi della integrazione tra gli ospedali di Spoleto e Foligno.

Le persone ragionevoli avevano recepito questa notizia in modo incredulo, perché non capivano se questa era una buona o cattiva notizia.

Oggi abbiamo capito meglio, non era una bella notizia.

Naturalmente tutti gli spoletini per bene augurano al Dott. Patriti un grande in bocca al lupo e speriamo che nonostante tutto riesca a conservare un buon ricordo della nostra comunità.


Commento scritto da Enzo il 15 Dicembre 2016 alle 08:53
Ora la nostra beneamata asl,potrebbe fare una controproposta al Nostro,dire semplicemente rimani qui,ti diamo gli stessi spazi,lo stesso stipendio e gli stessi oneri e onori.Ma sarebbe troppo bello,per cui non lo farà,molto probabilmente perchè ha già in pectore qualcuno più bravo di lui....nel farsi gli amici giusti.Povera Spoleto,non basta il terremoto.


Commento scritto da carletto il 15 Dicembre 2016 alle 09:08
Attendiamo con ansia il commento della Bececco !!


Commento scritto da moreno angeli il 15 Dicembre 2016 alle 09:51
Complimenti a tutti.!!!!!!!!!politici,organizzazioni sindacali,ordine dei medici,organizzazioni di volontariato e chi più ne ha più ne metta.un ringraziamento particolare alla commissione giudicante ,nei colloqui avuti dal Dott.Patriti ,per l'assegnazione del posto di primario del reparto di chirurgia robotica di spoleto.ed infine un abbraccio caloroso al presidente della regione umbra ,per aver dato modo al Dott.Patriti di poter esprimere ,in un posto adeguato,le sue capacità professionali ed umane.ironicamente parlando Moreno angeli


Commento scritto da Marco il 15 Dicembre 2016 alle 11:05
Incredibili quali siano le conseguenze dell'operato della politica sui cittadini e in particolare in questo caso per quelli spoletini!

Da quando Italia è Italia, ma fortunatamente non in tutti i casi come dimostra l'evento, i PRIMARI degli ospedali vengono scelti per la loro appartenenza politica.

I politicanti sarebbero disposti a giurare il contrario ma questo è !!!!

Sta di fatto che un'eccellenza dell'ospedale di Spoleto, grazie alla lungimiranza dei Dirigenti dell'ASL 2, loro ovviamente nominati per capacità e merito come tutti i dirigenti delle pubbliche amministrazioni (ahahahah) avevano stabilito tempo fa, che il Dott. Patriti era troppo giovane per fare il primario ..... e al suo posto avevano nominato .............

TROPPO GIOVANE? NON TROPPO BRAVO O TROPPO SCARSO ..... MA TROPPO GIOVANE .........

L'età individuata come metodo di misura per la valutazione delle capacità di un concorrente!!!!

Quindi, ad esempio, per questi dotti dirigenti dell'ASL 2, qualsiasi dottore con una decina di appendiciti sulle spalle, avrebbe dovuto essere preferito al Dott. Patriti, alla sola condizione che avesse avuto almeno una cinquantina d'anni.......

CHE SPETTACOLO!!!!!

Adesso ci piacerebbe sapere i nomi di questi illustri Dirigenti dell'ASL 2 o meglio ci piacerebbe sentire un loro commento in merito all'operato approssimativo dei loro colleghi delle Marche, che in modo per LORO sicramente avventato, hanno consegnato le CHIAVI della chirurgia di una ASL che per numero di abitanti è grande quanto tutta l'Umbria, ad un GIOVANE dott. come il Sig. Patriti.

Di questo saranno forse contenti i suoi colleghi della chirurgia di Spoleto, tenuto conto, che a porte chiuse della chirurgia di Spoleto, su venti persone in attesa, 21 aspettavano e chiedevano informazioni sulla presenza o meno del Dott. Patriti ............



Sapete dopo aver appreso la notizia ieri sui giornali che sensazione provo?

DI VOMITO ......... NEI CONFRONTI DEL SISTEMA E DELLA POLITICA TUTTA!



Marco



P.S. in bocca al lupo Dott. Patriti se lo merita veramente!

















Commento scritto da una spoetina il 15 Dicembre 2016 alle 11:12
Ci vuole proprio un bel coraggio cari esponenti del PD a protestare! Sono proprio i vostri capi che impediscono a Spoleto di crescere e svilupparsi ostacolando in tutti i modi possibili ogni percorso positivo. Parole, parole, rassicurazioni … è disgustoso dover sempre verificare la falsità e l’inconsistenza delle promesse dei responsabili politici. Il caso del Dott. Patriti è esemplare: dopo tante chiacchiere e false promesse il risultato è la perdita di un grande giovane professionista che poteva attrarre utenza in questa regione con buone prospettive economiche. Ma no, meglio fare i soliti giochetti per accontentare questo e quello mentre il top della perversità è stato raggiunto da chi, nascondendo i propri reconditi fini, a suo tempo ha convinto il Dott. Patriti a ritirare il suo ricorso, giusto e doveroso, dopo i discutibili esiti del precedente concorso svoltosi a Spoleto!!!!! Resta infine misterioso lo scopo di due incontri avvenuti in Comune, sempre in quel periodo , tra il nostro Sindaco e il pensionando Dott. Mariani primario della chirurgia folignate !?!


Commento scritto da Uno che non si meraviglia il 15 Dicembre 2016 alle 11:17
E' singolare leggere sulla stampa locale che esponenti del PD in Consiglio Comunale a Spoleto chiedano lumi al Sindaco Cardarelli ed alla sua giunta del perché i validi Dott. Patriti e Dott. Ceccarelli abbiano incarichi primariali al di fuori della Regione Umbria. Dovrebbero sapere molto bene come realmente sono andate le cose su Spoleto, dove sono prevalse delle "ragioni" della presidenza regionale su tutto e su tutti, e ben prima, tanto per puntualizzare, dell'attuale assessore regonale Barberini.


Commento scritto da gino di manici il 15 Dicembre 2016 alle 11:49
Auguri al mio bravissimo collega Dott. Patriti per il nuovo incarico meritato per la elevata professionalità peraltro non disgiunta da una fervida passione per la nostra professione di chirurghi e per una attenzione pervasa da elevati contenuti etici nei confronti dei malati. La chirurgia di Spoleto è fortunatamente una struttura robusta e dotata di tanti ottimi chirurghi che garantiranno elevati standard assistenziali ai nostri concittatini.


Commento scritto da giobatta il 15 Dicembre 2016 alle 12:29
Questo è il regalo di NATALE CHE LA PRESIDENTE MARINI FA A SPOLETO E AGLI SPOLETINI.MEDITATE MEDITATE MEDITATE


Commento scritto da Big Brother il 15 Dicembre 2016 alle 12:59
Ben detto dr. Ercolani!

Ben gli sta a questo dr. Paltriti!

Che non torni più a Spoleto il dr. Paltriti e si porti via per sempre la sua scienza che qui, noi, non ne abbiamo bisogno.

Il dr. Paltriti credeva forse - solo perché egli parla e scrive fluentemente l'inglese - che noi non avessimo letto, compreso e assimilato il fondamentale libro "The theory and practise of oligarchical collectivism"?

Vada pure in "Eastasia"; non sentiremo la sua mancanza, anzi l'odierno "two minuts of hate" sarà a lui dedicato.

Noi spoletini siamo liberi perché, ormai da tempo, adottiamo l'ortodossia "socing", pertanto sappiamo bene che "l'ignoranza è libertà" e con l'inversione grammaticale del bipensiero affermiamo, allo stesso tempo, che "la forza è ignoranza"


Commento scritto da cittadino preoccupato il 15 Dicembre 2016 alle 13:01
Ricordo che sul tema dell'ospedale di Spoleto e con riferimento alla famigerata integrazione, la Vicesindaco Bececco, partecipando al convegno promosso dalla CISL Medici Umbria svoltosi a Trevi il 20 maggio scorso, ebbe a dire che vi era in atto la disponibilità di non chiamare più il nostro ospedale "San Matteo degli Infermi" aggiungendo che nello specifico, si stava facendo molta demagogia.

Per queste sue sciagurate affermazioni il City Forum prima e successivamente le forze politiche di minoranze, chiesero le sue dimissioni. Con successivo comunicato stampa del Comune di Spoleto, il Sindaco Cardarelli non solo dichiarava che " è stata fatta una cinica strumentalizzazione su questioni così vitali", ribadendo che "le problematiche dell'ospedale non si risolvono con meschinità campanilistica, ma in maniera intelligente e lungimirante, come ha fatto la Vicesindaco cui va la mia assoluta fiducia" .

Questo è quanto!


Commento scritto da Nic car il 15 Dicembre 2016 alle 15:26
Abbiamo ancora le ferite aperte per la partenza del dottor Ceccarelli ed oggi sotto l'albero ci troviamo questa inevitabile sorpresa. Accettiamo tutto passivamente, certo è che medici di questo calibro andrebbero tenuti stretti stretti agevolati in ogni forma per farli rimanere per far brillante il ns.piccolo ospedale di luce propria ma.................buon proseguimento dott. Patriti e grazie per il suo prezioso lavoro Nicoletta Carbonari





Commento scritto da senza parole il 15 Dicembre 2016 alle 16:22
siamo circondati da gente inutile e buffoni.........il nuovo che doveva avanzare


Commento scritto da gullit il 15 Dicembre 2016 alle 19:23
E bè è solo l'ennesima e non sarà l'ultima cosa che il sistema Politico Umbro e spoletino combina, soprattutto ai nostri danni. Compliimenti a tutti i politici Umbri, ai politici locali,e perchè no anche a ttutti quelli che li votano!!!!!!!!!!!!!!.


Commento scritto da Irriducibile il 15 Dicembre 2016 alle 20:04
Ma ancora non avete capito?? La bececco a trevi ha dichiarato ciò che accadrà. Anche se lei non sa bene ciò che gli hanno fatto dichiarare!! Qui il "burattinaio" è solo uno e sta distruggendo Spoleto. Iniziando dall'ospedale. Grazie sindaco!!


Commento scritto da eleonora il 15 Dicembre 2016 alle 20:38
buonasera. ma il sig.Cardarelli Vs amato sindaco dove sta. Quando ci sono problematiche importanti non c'è mai e i cittadini subiscono sempre. il caso del dott..Patriti è qualcosa di scandaloso. Sarebbe più facile dire abbiamo deciso di chiudere l'ospedale. ma questo la giunta comunale non lo dirà mai perché sarebbe come ammettere la propria incompetenza di fronte all'ennesimo problema. grazie sig. sindaco grazie di tutto.

auguro al dott..Patriti una lunga carriera. se la merita soprattutto per la sua umanità e bontà.(dovete sapere che qualche dott non sa nemmeno di che valori stiamo parlando)


Commento scritto da Luigi lapalorcia il 15 Dicembre 2016 alle 20:57
Complimenti alberto , vedrai che non saranno i 100 km a spaventare i pazienti umbri bisognosi delle tue attenzioni mediche .

Un saluto


Commento scritto da Tristeachicicapita il 16 Dicembre 2016 alle 07:22
Mi dispiace sempre sapere che non si guardano mai gli interessi di noi cittadini ,potremmo avere un gioiellino di ospedale e invece ogni tanto fanno queste scelte che vanno solo a discapito nostro, poveri malati.dott.Partiti le auguro i migliori auguri di un buon natale.



Commento scritto da Spoletina il 16 Dicembre 2016 alle 08:35
Scusate ma alle ultime regionali come avete votato?

Tal assessore alla sanità ha preso diversi voti a Spoleto.

Avete preferito lui e la marini a spoletini di altri schieramenti e movimenti..

Avrebbero fatto poco ma almeno tenuto alta l'attenzione.


Commento scritto da RAS il 16 Dicembre 2016 alle 09:27
Ha ragione il Dott. Lapalorcia, non sono i 100 km a scoraggiare gli Umbri, e anche questo dimostra con chiarezza la distruttiva strategia dei responsabili della sanità che incrementano l’export anziché aumentare l’import erogando servizi di grande qualità e professionalità. Sembra davvero impossibile e difficile da credere che siamo nelle mani di questi governanti! Bisognerebbe organizzare un forte movimento di protesta contro la dirigenza regionale perché sono troppi i casi dell’incapacità con cui amministrano la nostra Regione.


Commento scritto da Marco il 16 Dicembre 2016 alle 09:42
CERTO CI VUOLE LA FACCIA COME IL C...... PER DIRE CHE QUESTE NOMINE DIPENDONO DALL'INCAPACITA' DI CARDARELLI E NON INVECE DAL MANAGEMNT POLITICO DI SINISTRA, PER PRIMA LA ZAR UMBRA, CHE GOVERNANO DA SEMPRE LA SANITA' UMBRA!!!!!!!

FINCHE' I VECCHI DIRIGENTI, DIRETTORI DELLE ASL DI CHIARA VOCAZIONE COMUNISTA NON VERRANNO MESSI DA PARTE E SOSTITUITI CON GIOVANI COMPETENTI, NON RINCHIUSI IN UNA IDEOLOGIA CLIENTELARE, SCEVRI DA IMPLICAZIONI POLITICHE IL SISTEMA UMBRIA NON POTRA' MAI CAMBIARE!!!!!!!



SVEGLIA PD ( O MEGLIO DEMOCRISTIANI + POSTCOMUNISTI) E CHI GLI DA IL VOTO ..... NOI CITTADINI NON SIAMO MICA QUI A PETTINARE LE BAMBOLE!!!!!!!!!!



SIAMO TUTTI STUFI DI QUESTI GIOCHINI CHE UTILIZZATE PER MANTENERE IL POTERE E LE VOSTRE POLTRONE!!!!!!!



PARLO IO CHE QUALCHE HANNO FA VI DAVO IL VOTO E NON SONO UN GRILLINO !!!!!!!



Marco


Commento scritto da cichi il 16 Dicembre 2016 alle 20:11
Il Sindaco Cardarelli ha dichiarato alla Stampa che il Comune non ha alcuna responsabilità su quanto avvenuto all'ospedale di Spoleto.

Ma il Sindaco ha dimenticato di essere il responsabile della Sanità cittadina?

E cosa ha fatto fino ad ora, insieme al suo Assessore alla Sanità per sostenere il dott. Patriti cui tutto è stato tolto e nulla è stato dato?

Perché non ha ascoltato gli appelli del T.D.M.?

Perché non ha impugnato il discutibilissimo esito del Concorso svoltosi a Spoleto?

E l'opposizione cosa ha fatto?

Il PD nulla, visto che è dello stesso colore della Regione; gli altri ora chiedono un urgente incontro con l'Assessore Barberini: a che pro?

Chiudere la stalla quando i buoi sono usciti è proprio segno di grande lungimiranza!


Commento scritto da RAS il 16 Dicembre 2016 alle 21:12
Caro Marco dal suo commento si capisce che forse lei non conosce una serie di fatti che segnano chiaramente le responsabilità!!! Ecco perché cerca di difendere l'indifendibile:


Commento scritto da aldo patriti il 20 Dicembre 2016 alle 17:45
sono il padre di Alberto, anche io ho fatto il chirurgo presso l'ospedale di perugia(per quaranta anni), ora provo gioia per la carriera di mio figlio, ma anche disappunto per come è stato trattato. Ringrazio i poteri forti (massoneria umbra) e sopra tutto ringrazio la governatrice Katiuscia Marini che, con una delle sue mosse ha permesso a mio figlio di fare carriera fuori della nostra regione nella quale solo gli incompetenti hanno possibilità di progredire.


Aggiungi un commento [+]
Aldo Moretti S.r.l.
Ristorante La Pecchiarda
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Ferramenta Bonfè
Perugia Online
Stile Creazioni
Bar Kiss
Spoleto Cinema al Centro
Associazione Cristian Panetto
Principe
Performat Salute Spoleto
Lavanderia La Perfetta
Sicaf Spoleto
Bonifica Umbra
Lavanderia La Perfetta
TWX Evolution
Bar Moriconi
De.Car. Elettronica
Supermercati della convenienza offerte speciali
Pizzeria Mr Cicci