Spoletonline
Edizione del 22 Ottobre 2017, ultimo aggiornamento alle 20:44:51
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Punto Salute Foligno
Spoletonline
Punto Salute Foligno
cerca nel sito
Frantoi Aperti 2017
Pc Work
Agriturismo Colle del Capitano
Aldo Moretti S.r.l.
Mrs Sporty
TWX Evolution
Centro Dentistico Cristina Santi
Civico 53
Spoleto Cinema al Centro
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Libreria Aurora
Fondazione Giulio Loreti
Parafarmacia Serra
Ristorante Albergo LE CASALINE
Lavanderia La Perfetta Self
Vus Com
Bonifazi Immobiliare Spoleto
The Friends Pub
Stampa articolo

Spoleto - Lavoro, 24 Febbraio 2017 alle 12:18:42

EX NOVELLI, M5S: TAGLIO DI CIRCA IL 50% SULLA SPESA TOTALE PER IL PERSONALE

[Commenti]

È questa la verità! Perché verbali alla mano, c'è la conferma di ingenti tagli al costo del personale dell'ex Gruppo Novelli, oggi Alimentitaliani, attivo in Umbria, Lazio e Lombardia con 500 dipendenti. Il "nuovo" CDA mira a tagliare 5 milioni di euro totali riservati ai lavoratori, che sono circa il 50% del costo totale.


Una cifra immensa, e non vediamo in che modo possa essere raggiunta mantenendo contemporaneamente i livelli occupazionali attuali ed evitando esternalizzazioni.


L'impresa può intervenire solo sul salario base, più che dimezzare il costo del lavoro significherebbe mettere sul lastrico i lavoratori già provati da una crisi produttiva che li ha colpiti fin dal 2013, quando la Novelli aveva intrapreso la via del concordato preventivo in continuità.


Ma il documento presentato il 6 febbraio, parla chiaro: sarà necessario procedere ad una nuova operazione di ristrutturazione finanziaria, visto che il piano di rilancio del margine operativo lordo non consentirebbe di saldare tutti i debiti in essere neanche se implementato in pieno.


Quindi? Si programmano 5 milioni di euro di sacrifici per i lavoratori per poi farli ricadere nella spirale del concordato preventivo?


Un nuovo concordato preventivo? un nuovo ricorso agli strumenti della legge fallimentare?


La verità è che il Mise, Regione Umbria, amministratori locali e sindacati, non ha chiesto a suo tempo le necessarie garanzie occupazionali e produttive al gruppo acquirente, come si evince anche dagli scarni e opachi verbali reperibili in rete.


Non è un caso che la maggioranza dei soci dell'ex Novelli fosse contraria alla cessione del gruppo ai nuovi proprietari.


MISE, Regione, Amministrazioni locali e sindacati devono darci delle risposte.


 


 



Commenti (4)

Commento scritto da e come si mangia ? il 24 Febbraio 2017 alle 14:20
mi piacerebbe sapere cosa intendono fare per i contratti scaduti,,, sembrava esserci una certa garanzia anche per noi .. invece.. non resta che dire COME SI CAMPA ???


Commento scritto da Coerenza il 24 Febbraio 2017 alle 17:44
Virgolettato dall'articolo M5S in passato "Di fronte a tutto ciò, la famiglia Novelli si prende il lusso di negare quella che sulla carta rappresenta, ad oggi, l'ultima spiaggia sia per l'azienda sia per i lavoratori. Ci si chiede quali siano i motivi effettivi di questa scelta (se vogliamo irresponsabile) che rischia di mettere in ginocchio numerosi nuclei familiari ed un territorio come quello Spoletino, Ternano e Amerino già in forte crisi occupazionale. Arrivati a questo punto, siamo a chiedere un passo indietro ai due fratelli Novelli per dar modo a 500 famiglie di continuare a lavorare e vivere dignitosamente,"

http://www.spoletonline.com/?page=articolo&id=155738



MA O FATE PACE CON IL CERVELLO O LA SMETTETE CON IL POPULISMO!!!

E poi era già chiaro (leggere i commenti agli articoli precedenti) che questa proprietà non er a limpida ma M5S e SINDACATI e LAVORATORI tutti a spingere? Ed ora??? INCOERENZA ALLO STATO PURO, TIPICA.


Commento scritto da Crasso il 24 Febbraio 2017 alle 19:07
Di fronte al nulla e in assenza di minimi e doverosi accertamenti sulla capacità finanziaria e imprenditoriale dell'acquirente, i soggetti presenti al MISE hanno condannato aziende e dipendenti con una incompetenza e superficialità disarmante e allarmante:

(http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/160-impresa/imprese-difficolta/verbali/2035875-verbale-di-riunione-gruppo-novelli-3)

"Le OO. SS. hanno espresso condivisione e soddisfazione per le azioni intraprese dal CDA che offrono una soluzione di continuità produttiva e tutela dell’occupazione, che sono gli stessi obiettivi perseguiti dalle Organizzazioni Sindacali e dalla Cabina di Regia e che sono stati raggiunti entro la fine dell’anno in corso, come auspicato. Le Organizzazioni Sindacali inizieranno prima possibile il confronto con i nuovi proprietari ed hanno chiesto al MiSE la disponibilità a verificare le prospettive industriali della nuova azienda con il tavolo tecnico.

Il Dr. Andrielli ha espresso soddisfazione per le decisioni del CDA in coerenza con la posizione espressa dalla Presidente Marini nel corso della riunione del tavolo tecnico del giorno precedente 21 dicembre 2016 ed ha confermato il supporto delle Regione Umbria alla nuova realtà imprenditoriale con gli strumenti dell’area di crisi complessa.

Il Dr. Bianchessi ha confermato a nome della Regione Lombardia il supporto alla nuova gestione con gli strumenti regionali disponibili a sostegno dello sviluppo industriale.

Il Dr. Bucari del Comune di Terni ha espresso soddisfazione per l’esito delle operazioni di cessioni e per le nuove opportunità imprenditoriali che si presentano all’azienda in conclusione di un percorso difficile che ha visto la collaborazione del CDA, dei soggetti istituzionali e delle parti sociali.

Il Dr. Castano ha concluso l’incontro precisando che con il perfezionamento dell’atto di cessione dei beni del Gruppo Novelli viene raggiunto un risultato importante e si avvia una nuova fase che offre prospettive di continuità e di crescita per le attività di una realtà imprenditoriale che ha buone potenzialità di sviluppo dopo il periodo di crisi degli anni passati. Ha quindi chiesto alle parti sociali di accelerare i tempi in modo da concludere in tempi brevissimi le fasi di consultazione dell’esame congiunto previsto dalla legge propedeutico alla cessione."


Commento scritto da MA QUALE ULTIMA SPIAGGIA il 25 Febbraio 2017 alle 19:47
Questi sono peggio della fossa delle Marianne.



Tutto come pianificato da tempo.



Quando si tratta di speculazioni .....sono sempre stranamente tutti d accordo.



State. Sereni.....


Aggiungi un commento [+]
Ferramenta Bonfè
Bonifica Umbra
Perugia Online
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
TWX Evolution
Pizzeria Mr Cicci
De.Car. Elettronica
Principe
Stile Creazioni
Associazione Cristian Panetto
Supermercati della convenienza offerte speciali
Ristorante La Pecchiarda
Aldo Moretti S.r.l.
Bar Kiss
Performat Salute Spoleto
Lavanderia La Perfetta
Lavanderia La Perfetta
Bar Moriconi
Spoleto Cinema al Centro
Sicaf Spoleto