Spoletonline
Edizione del 29 Maggio 2017, ultimo aggiornamento alle 15:45:29
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Urbani Tartufi
Spoletonline
Aldo Moretti S.r.l.
cerca nel sito
Centro Dentistico Cristina Santi
Cantina Barbanera
Aldo Moretti S.r.l.
TWX Evolution
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Ristorante Albergo LE CASALINE
Libreria Aurora
Agriturismo Colle del Capitano
Civico 53
Fondazione Giulio Loreti
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Mrs Sporty
Vus Com
Pc Work
The Friends Pub
Ristorante Pecchiarda
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Lavanderia La Perfetta Self
AROF Agenzia Funebre
My Bar
Studio Veterinario Antolini-Roccato
Parafarmacia Serra
Stampa articolo

Spoleto - Politica, 18 Maggio 2017 alle 00:00:37

Lavoro, parla il Pd: 'Aziende commissariate e l'amministrazione resta inerte'

[Commenti]

Riceviamo e pubblichiamo dalla Segreteria del Partito democratico:


Negli ultimi anni, la città di Spoleto ha subìto una grave perdita occupazionale con oltre 2000 posti di lavoro in fumo. Le maggiori realtà produttive, infatti, sono fallite. Dapprima è toccato alla Minerva, poi alla Nuova Panetto & Petrelli, che tra l'altro era partecipata dalla Spoleto Credito & Servizi, di cui anni fa era


presidente l'attuale sindaco Cardarelli, nonché da Sviluppumbria, quindi è stata la volta della Ims (Ex Pozzi). Infine, è toccato alla Novelli andare incontro alla triste realtà delle procedure concorsuali e poi fallimentari. Senza contare, poi, le gravissime ripercussioni sull'indotto che tali crisi industriali hanno prodotto. Nel recente passato, inoltre, la città ha assistito anche a due contestati quanto dubbi commissariamenti di altrettanti fiori all'occhiello per l'economia cittadina ed umbra: la Banca Popolare di Spoleto e la controllante Spoleto Credito & Servizi. Per gli oltre 20 mila soci di quest'ultima, al danno si è aggiunta anche la beffa. Infatti, dopo essersi viste le proprie azioni svalutate del 90 per cento, ora l'istituto di cui è attualmente proprietario il Banco Desio ha ripreso a produrre utili di cui i soci stessi non beneficiano in alcun modo, nonostante continuino ad essere i principali clienti della Banca Popolare di Spoleto. Insomma, una situazione paradossale di fronte alla quale abbiamo assistito all'inerzia assoluta di questa amministrazione comunale, che non ha fatto nulla sia per salvaguardare i posti di lavoro delle grandi realtà produttive della città, sia per tutelare le migliaia di soci-risparmiatori che rappresentano la principale risorsa della Banca Popolare di Spoleto e della sua controllante.
Dobbiamo prendere atto della imbarazzante assenza dell'amministrazione comunale e, in particolar modo, del sindaco Cardarelli nelle crisi sopra citate.
La città non può assistere, inerme, a questa gravissima situazione economica ed occupazionale. Ma, soprattutto, non può e non deve tollerare l'inerzia dell'amministrazione comunale e del Sindaco sulle vicende che hanno riguardato le più importanti realtà occupazionali spoletine. Il Pd continuerà a schierarsi al fianco dei lavoratori delle aziende in grave stato di crisi, attivandosi a livello regionale e nazionale, attraverso i suoi parlamentari eletti nel territorio, per tutelare i loro diritti.

Il Partito democratico



Commenti (27)

Commento scritto da Antonio Tulli il 18 Maggio 2017 alle 05:32
Finalmente qualcosa di serio per la città. Con questo intervento un piccolo segnale di linfa politica utile.


Commento scritto da Luca minestrini il 18 Maggio 2017 alle 07:25
A livello regionalesi interessano di Spoleto ? Ma se l'assessore Paparelli viene a Spoleto solo per le cene della correntina Renziana di Partito con Lisci. Comunque fate seguire atti concreti ed azioni forti,avete toccato un tema nevralgico per Spoleto.


Commento scritto da Sabrina Mochetti il 18 Maggio 2017 alle 07:46
Ma l'incarcato allo sviluppo economico del comune di Spoleto Monini cosa ha prodotto come amministratore per queste aziende Spoletine? Ma soprattutto per le aziende in crisi del comparto agroalimentare come Novelli il consigliere comumale Monini si è reso conto della gravità in cui versa la Novelli? E soprattutto i lavoratori con le loro famiglie che sono rimasti senza futuro? Ci pensa il consigliere Armadoro? Alé!


Commento scritto da Lavoratore il 18 Maggio 2017 alle 08:51
Be le crisi sono iniziate sotto la loro amministrazione, minwrva sparita,panetto e petrelli sparita..poi se dobbiamo dirla tutta la pozzi ha preso l anticipo della cassa grazie a questa amministrazione, cemintir si sono salvati i posti di lavoro graZie a questa amministrazione...ma fate il piacere di tacere


Commento scritto da Alcune domande al PD il 18 Maggio 2017 alle 09:48
Questo PD si è chiesto com'era la situazione delle industrie del territorio spoletino, circa due anni e mezzo fa, prima che si insediasse l'attuale amministrazione?

Questo PD, oltre alle critiche, cosa propone per rimediare alla situazione?

Questo PD, non ritiene che esso stesso negli anni passati abbia contribuito a insaponare il fondo dove via via la situazione dell'industria locale è scivolata?

Questo PD, non si è accorto di aver fatto lunghe dormite quando governava e si trattava di restare svegli, perché la situazione era ancora nelle loro mani, e di svegliarsi, invece, quando la "frittata" era già stata fatta e servita?

Questo PD, continuando con i suoi interventi che li smentiscono continuamente, non ritiene con la sua incoerenza di farsi del male da solo e di perdere le poche briciole di credibilità rimastogli?

Questo PD, se ritiene seriamente di poter essere utile per il futuro della città, sapendo che da questa amministrazione non viene ascoltato, anziché perdere tempo con i suoi interventi a vuoto, perché non lavora alacremente per elaborare un programma che gli ridia la credibilità e la fiducia per poter governare?

E mi fermo qui! Anche sapendo che l'elenco delle domande non è completo.


Commento scritto da battta il 18 Maggio 2017 alle 10:41
Ci vuole un bel coraggio da parte del pd reclamare,mi viene spontaneo dire che fino a ieri avete governato Spoleto e oggi stiamo raccogliendo i risultati del vostro mal governo.


Commento scritto da Vincenzo Proietti il 18 Maggio 2017 alle 10:55
Caro lavoratore, ti rendi conto cosa è l'anticipo di cassa percepito dai lavoratori ex Pozzi? Bruscolini..... Dove sono i posti di lavoro salvati alla Cementir? Operai della cava licenziati!! Altri dello stabilimento in mobilità e ancora non è finita sino a quando il Padrone siculo non avrà ottenuto l'autorizzazione per bruciare i rifiuti che produce la sua bella Roma!! Ma di che parlate??? Un po' di contegno tu e lo schiopparo!!


Commento scritto da Trilussa il 18 Maggio 2017 alle 11:03
A li lavoratori de Novelli je dico de sta tranquilli...So in bone mani! A loro ce pensa er convitato de pietra dei Monti Martani! L'omo che in tre anni de consijo comunale nun ha favellato manco pe dì bau! In compenso, ha arzato a mano quanno je guardava er benzinaro !!


Commento scritto da oliva il 18 Maggio 2017 alle 12:10
O bella questa che il Sindaco Cardarelli quando era presidente della SCS (spoleto credito e servizi) la coop era socia della Panetto e Petrelli... tutto un fallimento! E comunque il sindaco se per il comune pensava di rimediare con il consigliere allo sviluppo economico nonchè mega imprenditore (Monini), dopo tre anni un bel tonfo. Si può accordare che in termini di sviluppo economico e recupero delle energie economiche e lavorative Zero assoluto.


Commento scritto da Asterix il 18 Maggio 2017 alle 13:08
Forse è più semplice dire che è più facile fare opposizione che governare...........


Commento scritto da Andrea Mattioli il 18 Maggio 2017 alle 14:09
Non si capisce cosa abbia rinnovato Rinnovamento. E' partito con tanti pensionati tra i quali il povero Musco che per fare il presidente dell'ASE per un anno ha dovuto pagarci pure sopra! L'unica cosa che rinnova questa anministrazione sono la cassa integrazione e le lamentele dei commercianti! Ma sino a quando c'e' cassa c'e' speranza!!!


Commento scritto da basilio rapucci il 18 Maggio 2017 alle 14:34
Eccoci di nuovo a leggere un articolo che ad orologeria viene proposto ai lettori di "Spoletonline".

Mi sembra che siamo al terzo lancio dello stesso articolo e ad ogni occasione possiamo leggere i pareri pro e contro che vengono espressi dai nostri concittadini ( alcuni noti ed altri nascosti).

Proviamo di nuovo a commentare gli argomenti proposti:

Al primo punto abbiamo la Minerva, Azienda sorta nei primi anni del 1960 che giustamente le Amministrazioni di quel periodo hanno sempre favorito sino ad arrivare negli anni '70, in questa fase si favorì il passaggio nella nuova sede, quella di S.Nicolò, acquistando la prima sede ( sede su cui furono avviate le sedi di due cooperative: la Elettrocoop (( con presidente il brillante Cintioli legata al P.C.I.)) e la Coop legno (( presidente il Geom. Benedetti Isidori Sandro legato al P.S.I.)).

Inutile dire che entrambe le iniziative fallirono, cessando la propria attività agli inizi degli anni '80 e la sede ( dell'ex Minerva fù trasferita alla Soc. di trasporti La Spoletina, ormai assorbita da Umbria mobilità , che dovrà essere trasferita a Trenitalia ( regno indiscusso del P.D.

Come tutti sappiamo la Minerva è fallita per iniziativa dell'Ufficio delle Entrate per evasione di Iva incassata e non versata.

Dalle chiacchiere sembrerebbe che la cifra in questione sia prossima ai 2 ml di euro.

Ebbene dopo questo fallimento abbiamo assistito a vicende particolari di una cooperativa alla cui testa c'era un manager della Minerva che riceveva appalti da aziende controllate dalla nostra amministrazione comunale.

Si parla dei primi anni 2000, quindi in piena amministrazione P.D.

Ricordo alle persone distratte che la Minerva Spa a chiuso prima del 2007 e mi domando che cosa doveva fare la nuova amministrazione che è in carica dal Giugno 2014 su questa vicenda

L'unica cosa che poteva fare era quella di tutelare gli interessi dei creditori, cosa che sino a questo momento non ha fatto nessuno.

E di questo che parla il P.D.?

Passiamo ora alla seconda Azienda, la Panetto e Petrelli, Azienda storica del settore tipografico, sorta nel 1920, per arrivare alla nuova Panetto e Petrelli sorta nel 2008 e definitivamente fallita alla fine della amministrazione Benedetti.

Che mai dovrebbe fare la nuova amministrazione se non aspettare la naturale conclusione della vendita fallimentare?

Sull'argomento mi piacerebbe capire la richiesta fatta dalla fantomatica segreteria del P.D..

Mi sembra superfluo continuare a parlare dei successivi argomenti, quelli relativi alla I.M.S, la ditta Novelli, la B.P.S. argomenti messi là con la stessa logica della massaia che prepara il minestrone, se non ci stanno male, ci potrebbero anche stare bene e quindi ce li metto, per passare a trattari dei temi più recenti quali quelli della riforma elettorale.

Mi piacerebbe conoscere il pensiero di questa elite di persone sui temi caldi del giorno.

per capire cosa ne pensano delle proposte fatte e precisamente:

Che cosa ne pensate della proposta Mazziotti, di quella di Rosato il Rosatellum ( sembra quasi un nuovo vino da antipasto, oppure preferite l'imbrolium?, cosa che prima o poi verrà proposta da qualcuno.

Tutti noi sappiamo che la politica non è una cosa molto igienica, ma così mi sembra veramente troppo.


Commento scritto da Agostini rsu ex pozzi il 18 Maggio 2017 alle 14:46
Prima la lega,poi il PD. ..tutti esprimono vicinanza ai lavoratori. E pensare che siamo "morti"(professionalmente parlando) anche di solitudine.Voi del PD siete sicuri di aver vissuto a Spoleto negli ultimi 15 anni??

no..perché se qlcn vi leggesse ora e non sapendo che eravate sempre voi a governare la citta',potrebbe anche pensare di aver trovato i paladini della giustizia sociale.

Meglio non creare aspettative su chi non vi conosce, e allora voglio ricordare a quanti nn godono di memoria o quest'ultima va e viene a seconda del comodo, che eravate voi a stringere patti con il signor Castiglioni(vedi giro in elicottero di brunini. .vedi 600 posti di lavoro x l alluminio) o peggio che mai, eravate sempre voi ( vedi presidente lorenzetti ) a mettere alla gogna due sacerdoti che in passato,facendo i conti della serva(cioè funerali) lanciarono l allarme inquinamento nelle zone circondariali. Bella vicinanza..ci avete tolto lavoro e in parte anche la salute!!


Commento scritto da Casa Rossa (associazione culturale) il 18 Maggio 2017 alle 15:44
Per questo comunicato si potrebbe riprendere l'immagine del del bue che dice cornuto all'asino. Mescolando alla rinfusa banche e lavoro, problemi diversi e drammi assai diversi, un proletariato senza lavoro da un lato e investitori e risparmiatori senza profitti dall'altro, il PD che con un vestito diverso ha governato la nostra città, ricorda all'attuale Amministrazione di essere "asino" per far dimenticare di essere stato "bue". Fuor di metafora, chi ha vinto più volte le elezioni promettendo 600 fantomatici posti di lavori alla Ghisa/Alluminio (IMS) nel 2002, approvando un PRG di 9 milioni di metri cubi, approvando la costruzione di un supermarcato nell'area dell'ex Panetto e Petrelli, ha lasciato morire la Minerva senza uno straccio di mobilitazione della città anche se aveva come capogruppo un ex rappresentante dei lavoratori della fabbrica, oggi si vuole presentare come il fustigatore del cattivo governo. La realtà è che le Giunte Cardarelli, Benedetti, Brunini pari sono. "Bue" e "Asino" convivono nello stesso animale politico che ha generato Giunte che di diverso hanno solo il colore del "vestito".



Commento scritto da stefano martini il 18 Maggio 2017 alle 17:47
Quando ai potentati gli tocchi qualcosa urlano a destra e sinistra, i supporter non sin danno pace. Il programma del 2014 dell'amministrazione Cardarelli recita :"

"Sviluppo economico e delle attività produttive legate ai settori tradizionali dell’agricoltura, della zootecnia, dell’artigianato, delle attività industriali e del commercio. Stimolo alle attività commerciali innovative ed all’imprenditoria giovanile attraverso azioni concrete di sostegno e di accompagnamento". ECCO DI TUTTO QUESTO NON E' STATO FATTO NULLA. La città gli elettori si sono pentiti non vi vogliono e non vi voteranno statene certi, circola anche un sondaggio.


Commento scritto da oliva bella il 18 Maggio 2017 alle 17:52
Questa amministrazione a Spoleto Sindaco e Monini basta che parlano di solo festival e delle panzanate di Ferrara! A pensare che Cardarelli Loretoni e Profili lo volevano cacciare dal festival quando erano in minoranza e all'opposizione del governo cittadino. Cambiano sedia e tutto gira fino a lasciare in deriva tutto un tessuto socio economico della 5 città dell'Umbria. Monini un vero flop da consigliere delegato allo sviluppo economico.


Commento scritto da sergio costantini il 18 Maggio 2017 alle 19:04
L'unica cosa che è riuscita questa Amministrazione di liste civiche a Spoleto a Nominare nuovi Dirigenti e fargli fare l'ultimo valzer di poltrone (Bugiantelli-Nichinonni). Naturalmente dirigenti pagati da noi cittadini anche avendo perso il lavoro nelle Aziende citate nell'articolo. Egregio Sindaco basta Dirigenti a 80-100.000 euro l'anno noi siamo famiglie che abbiamo perso il lavoro.


Commento scritto da piddino il 18 Maggio 2017 alle 19:11
Casa rossa alle ultime elezioni che ha presentato il simbolo ha raccolto meno di trecento voti ovvero la metà delle preferenze che raccoglie un consigliere comunale eletto del PD.Basta? Per giudicare c'è bisogno di consenso riconosciuto. Poi in democrazia governa chi vince.


Commento scritto da Cristiano Leoni il 18 Maggio 2017 alle 19:36
Ma vorrei chiedere a questi del PD Spoletino, vi impegnate a coinvolgere rappresentanti a livello regionale e i parlamentari,bene ma a chi lo dite Paparelli e la Ascani? Ecco due che non si sono mai visti ad eccezione per le primarie o mini riunione di corrente basta lottizzazioni personalistiche di Lisci e Cardini che nella storia uno ha virato dal partito socialista e l'altro un perdente di elezioni o perenne trombato.


Commento scritto da Consigliere il 18 Maggio 2017 alle 21:16
Vi dimenticate una cosa chi e'il presidente delconsiglio comunale a cui e' stato assuntoil figlio alla vus? NotiziA fresca riportata oggi dal messaggero!!!!


Commento scritto da Franco Pompili il 18 Maggio 2017 alle 21:57
I consiglieri di maggioranza sono patetici! Non conoscono l'abc dell'amministrazione, ma vanno promettendo interventi che non risolveranno mai niente. L'attrice di operetta Dell'Anno docet!!!


Commento scritto da CASA ROSSA il 19 Maggio 2017 alle 00:38
Piddino, Casa Rossa alle ultime elezioni non c'era. Non facciamo clientelismo, non promettiamo posti di lavoro, avanzamenti di carriera e neanche decidiamo di trasformare aree verdi in aree edificabili ma raccontiamo fatti e ciò che abbiamo scritto sono fatti incontestabili. Disponibili in qualsiasi momento a un confronto pubblico su quanto da noi commentato.


Commento scritto da piddino il 19 Maggio 2017 alle 12:04
Per casa rossa, io ho scritto alle ultime elezioni che avete presentato il simbolo e Non alle ultime elezioni...Che gli altri facciano quello che voi dite e' semplicemente una vostra esternazione da provare. Che non raccogliete consenso con i" vostri fatti incontestabili" è una verità assoluta. E in democrazia le maggioranze o il responso del voto va sempre rispettato.


Commento scritto da velleitario il 19 Maggio 2017 alle 17:56
Sono consapevole di essere in possesso di una laurea in scienze confuse.

Comunque sono i buona compagnia!!

Questa mia affermazione è disdicevole?E' censurabile?

Gli epigoni nei commenti dovrebbero necessariamente dare indicazioni o proposte oltre la legittima denuncia e il diniego,magari avvicinarsi utilmente alla realtà(non ho detto verità)

Nel geniale commento relativo ai fallimenti aziendali-testualmente descritti-dell'articolo definito ad orologeria si evince:periodo primi anni 2000 quindi in piena amministrazione del Partito Democratico.......ecc ecc

Ricordo che il PD è stato fondato il 14 ottobre 2007.

Il PD,la neo giovane segreteria a Spoleto,effettivamente si interessa di tematiche e parla di altre cose importanti reali:aziende commissariate nel nostro territorio Spoletino.

Dove sta lo scandalo?La meraviglia?

Essi fotografano-scevri da strumentalizzazioni-una vetusta situazione estremamente complessa,inconsapevoli forse,di come,e da chi,si è venuta a creare questa situazione,ma sensibili nel pungolare le istituzioni a tutti i livelli.

Per rispondere sempre in modo garbato ai detrattori del Partito Democratico e del suo segretario Matteo Renzi,provo a fare una domanda agli allievi prediletti del defunto prof.politologo Giovanni Sartori:chi secondo voi può rappresentarvi e rappresentare l'eterogeneo popolo Italiano da 30 anni per sua volontà ingessato bloccato?

Quale schieramento politico?Quale leader?

Non vedo giganti nel firmamento politico Italiano!!

Voglio essere icastico;in maggioranza si evidenzia vacuità della gerontocrazia o da cuccioli di sciacalli di poche parole ma di denti affilatissimi.

La diversità poi di una persona energica e volitiva come Matteo Renzi,un genere poco comune in un paese come il nostro di mediatori e indecisi in tutto,esso suscita FEROX che con la denigrazione usa e alimenta faglie profonde di risentimenti e violenza.

Goethe ci ricorda:NIENTE E' PIU' TERRIBILE DI UNA IGNORANZA ATTIVA.

Ad maiora


Commento scritto da Casa Rossa (associazione culturale) il 19 Maggio 2017 alle 18:01
Piddino vallo a chiedere ai lavoratori della ex Pozzi cosa per loro hanno significato le giunte DS/ PD (Brunini/Benedetti) del XXI° secolo. Promesse e ricompense tante, la bufala dei 600 posti di lavoro di "Lettiana" memoria (utili per le elezioni del 2004) o il PRG a base di calcestruzzo (utile per le elezioni del 2009). Poi la IMS chiude e arriva la crisi e quelli che erano venuti a bussare per essere inseriti nei lotti edificabili, rifanno la fila per non pagare le tasse legate alla nuova destinazione. Tenetevi pure questi voti a noi basta la ragione, chi sa di storia sa bene che il tempo di fare i conti arriva. Se poi ci dici chi sei, potremo capire se c'eri davanti ai cancelli a S.Chiodo, all'Asso Industriali a Perugia e ogni volta che seriamente si è lottato per difendere il lavoro e i diritti dei lavoratori. Aurelio Fabiani


Commento scritto da basilio rapucci il 22 Maggio 2017 alle 09:56
Una piccola nota al velleitario, persona impegnata a pavoneggiarsi con le citazioni famose e con parole ricercate, ma che dimostra poca dimestichezza con le date.

In questo caso ci ricorda che il PD è nato nel 2007, ma si dimentica che il fallimento della Minerva è avvenuto nel 2008 ( quindi mi sembra corretta l'imputazione al P.D.in quanto dopo il 14 Ottobre 2007), mentre il fallimento della Panetto e Petrelli che è avvenuto nel 2014, anche questo è stato correttamente imputato.

Sulla base di queste semplici osservazioni il commento espresso risulta non corretto, quindi quanto detto dal Goethe( sulla ignoranza attiva) è forse riferito a se stesso.

A questo commento aggiungo che non c'è niente di peggio di abbinare all'ignoranza la presunzione di sapere.

Per concludere per essere "icastico", sarebbe bene documentarsi prima di scrivere, si fanno meno figuracce.

L'ultima precisazione da fare è che il P.D. non è un partito nuovo, questo è la logica continuazione del P.C.I., della D.C., del P.S.I. ecc. ecc., non è escluso che il famoso rottamatore di cui il soggetto è pazzamente innamorato possa stabilire per decreto che questo non è vero, ma per adesso le cose stanno in questo modo.





Commento scritto da velleitario il 22 Maggio 2017 alle 19:22
Uno dei miei moltissimi limiti,è quello di non comprendere chi mi è intorno.

Cercherò di studiare,approfondire attraverso testi di Antropologia Sociale olistica,e capire cosi le poliedriche diversità dell'essere come ente umano.

Forse dopo riuscirò a comprendere il nesso tra le possibili soluzioni per rimuovere una vetusta situazione di aziende in difficoltà nel nostro territorio,e, cito testualmente:il vino Rosatellum da antipasto o l'imbrolium.......

La politica non molto igienica...........

Primi anni 2000,quindi piena amministrazione PD...............

Le date dei fallimenti aziendali(probabilmente iniziate poco dopo i loro insediamenti).......

Il pavoneggiarsi con citazioni famose..................

L'innamoramento con il rottamatore...................

La continuazione del PD nel ex DC,PCI,PSI!!

Molti ora abiurano il loro partito d'origine,la loro appartenenza,attraverso il quale hanno avuto una crescita umanizzante,ma anche di carriera di miglioramento socio-economico.

Non ho veduto altresi una risposta ad una specifica domanda che è il centro del mio modesto ragionamento.

Non importa,la presunzione di sapere o una contaminazione oftalmica me lo hanno impedito,chiedo venia!!

Credo che certi toni,per quanto sgradevoli,possono servire finchè si tratta di intercettare il malumore(in Italia abbonda)é giustificato,ma non aiutano a costruire una alternativa di cui c'è bisogno.

Il successo non è definitivo,il fallimento non è fatale,ciò che conta è il coraggio di andare avanti.(W.Churchill)

Ad maiora,,,.......ovviamente.


Aggiungi un commento [+]
Necrologio
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Fondazione Giulio Loreti - 5xmille
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Pizzeria Mr Cicci
Aldo Moretti S.r.l.
Ristorante La Pecchiarda
Stile Creazioni
Supermercati della convenienza offerte speciali
Performat Salute Spoleto
Principe
Bar Kiss
Bar Moriconi
Lavanderia La Perfetta
Albergo Ristorante Paradiso
Sicaf Spoleto
TWX Evolution
Associazione Cristian Panetto
Tofi Impianti Elettrici
Lavanderia La Perfetta
Perugia Online
De.Car. Elettronica