Spoletonline
Edizione del 20 Gennaio 2020, ultimo aggiornamento alle 13:30:52
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Agriturismo Posto del Sole
Electrocasa Spoleto
Agricoltura Naturale Giorgetti
Axis Italy
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Ristorante Albergo LE CASALINE
Dottor Luigi GRAZIANI
Parafarmacia Serra
Tuber experience - Campello
Spoleto Cinema al Centro
Ristorante al Palazzaccio
Ristorante Pecchiarda
Alimentari Di Cicco Pucci
Libreria Aurora
Pc Work
Stampa articolo

Spoleto - Inquieto vivere, 15 Giugno 2017 alle 17:38:45

CLASS ACTION DEI SOCI SCS CONTRO IL MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

L'incontro pubblico sabato all'Albornoz [Commenti]

Mancato espletamento dell'attività di vigilanza da parte delle autorità preposte sulle operazioni poste in essere dai Commissari Straordinari durante il periodo di commissariamento della Banca Popolare di Spoleto e della Spoleto Credito e Servizi, che hanno causato ingenti danni ai soci della Spoleto Credito e


 Servizi soc. coop. che hanno visto azzerate le quote delle loro partecipazioni.
E' questo il cardine della Class Action pubblica promossa dalle Associazioni "A.Spo.Credit" e "Amici della Banca Popolare" nei confronti del Ministero dell'Economia e delle Finanze.
L'azione collettiva in difesa dei soci della Cooperativa SCS sarà illustrata in un incontro pubblico-conferenza stampa, sabato 17 giugno alle ore 11 dai docenti universitari Prof. Avv. Federico Tedeschini e Prof. Avv. Riziero Angeletti, dall'Avv. Bruno Barbieri (Vicepresidente Codacons) e dal Dott. Maurizio Hanke, Presidente SCS.
Vista l'importanza dell'iniziativa le redazioni sono invitate a


 



Azienda Modena
Lavanderia La Perfetta
Il Biologico Spoleto
Cioccolateria Vetusta Nursia
Salute e Bellezza Tracchegiani
Multiservizi Spoleto
Principe Store


Commenti (1)

Commento scritto da A volte ritornano il 16 Giugno 2017 alle 19:13
Leggendo la notizia della Class Action, promossa da Aspocredit e da “Amici della BPS”, sono stato colto da un senso di vertigine, come quando, in sogno, si immagina di precipitare da un grattacielo, schiantandosi al suolo. Infatti, mi sembrava di tornare al piano terra, dopo che era sembrato che qualche passo in avanti si fosse fatto.

Mi spiego:

• Gli stessi soggetti avevano denunciato il Governatore Bankit Ignazio Visco, unitamente ai Commissari Straordinari , più o meno per gli stessi motivi accampati oggi, ma la loro istanza era stata respinta dal GIP, con relativa archiviazione di tutto il procedimento

• Gli stessi soggetti asserivano che la BPS poteva essere acquisita, con beneficio dei soci, dalla NIT HOLDING, società di Hong Kong riferibile al noto Duca di VARANO di Camerino, mentre i responsabili della Bankit. affermavano, non smentiti, che si trattava di “una bufala” , per non dire altro

• gli stessi avvocati ( a parte il rappresentante del Codacons, salvo errori) erano già apparsi come parte attiva nei procedimenti che hanno riguardato l’ex-Presidente Antonini (Tentata corruzione di un giudice del TAR Lazio), e nel ricorso al Consiglio di Stato contro il commissariamento della BPS, difendendo le ragioni della suddetta NIT Holding ( ho personalmente ascoltato le appassionate perorazioni, a tal proposito, dell’avvocato Angeletti , così come quelle dei due attuali vice-presidenti Ugolini e Di Fonzo, in occasione di una Assemblea della BPS di circa quattro anni fa)

• la Class Action viene promossa contro i Commissari della Bankit, cioè nei confronti della “polizia” chiamata sul luogo del delitto, ma non si fa cenno agli ”ignoti” esecutori del crimine; quando nelle scuole si leggevano i Promessi Sposi, i professori non iniziavano dalla Peste di Milano e dal Lazzaretto, ma partivano dall’inizio, da Don Rodrigo e dai suoi fedeli “bravi” , cioè dalla soldataglia che lo serviva (e cioè dal Griso, dal Nibbio, dal Grignapoco, dallo Squinternotto, dal Tiradritto, e da molti ancora ) . Il romanzo della Class Action rischia di apparire monco , senza i primi capitoli. E poi: quali sono le colpe della “polizia”?



• Per farla breve, l’ultima domanda: perché adesso scatenare questa iniziativa? Rischia di apparire una minestra riscaldata, un cavallo di ritorno, un po’ velleitario ed inutile; ma siccome ho grande stima dei promotori, un motivo ci sarà, ma ce lo spieghino meglio. I soci SCS “veri” penso che militino pro-veritate, non contra-veritatem.





Aggiungi un commento [+]
Spoleto Cinema al Centro
Bonifica Umbra
Associazione Cristian Panetto
Liquorificio Due Mondi
Marco Post Spoleto
Trattoria del Passo d'Acera
Bar Moriconi
Bar ristorante Belli - Spoleto
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Bar delle Miniere
Terminal alle Mattonelle
Visit Scheggino
La Fabbrica del Gelato