Spoletonline
Edizione del 15 Dicembre 2017, ultimo aggiornamento alle 12:39:58
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Natale a Scheggino
Spoletonline
Natale a Scheggino
cerca nel sito
Mrs Sporty
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
AROF Agenzia Funebre
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Lavanderia La Perfetta Self
Centro Dentistico Cristina Santi
Libreria Aurora
TWX Evolution
Maison del Celiaco
Bonifazi Immobiliare Spoleto
The Friends Pub
Spoleto Cinema al Centro
Ristorante Albergo LE CASALINE
Parafarmacia Serra
Pc Work
Agriturismo Colle del Capitano
Vus Com
Stampa articolo

Valnerina - Salute e Sanità, 30 Giugno 2017 alle 16:48:40

Inaugurato il nuovo Modulo di Radiologia dell’Ospedale di Norcia

Grazie alla collaborazione tra USL Umbria 2 e Roche adesso possibili circa 8.000 prestazioni radiografiche all’anno sul territorio colpito dal sisma

Nasce oggi il nuovo Modulo di Radiologia dell'Ospedale di Norcia, un importante risultato raggiunto grazie alla collaborazione tra la USL Umbria 2 e Roche, insieme al contributo di BDA Solution srl di Campagnalupina (VE) - che ha gratuitamente 


provveduto a disinstallare e spostare le apparecchiature di radiologia dal reparto ospedaliero al nuovo modulo - e alla collaborazione di altre aziende che hanno lavorato per la realizzazione e l'allestimento del prefabbricato che ospiterà il reparto.


"Subito dopo il sisma - ha evidenziato Luca Barberini, assessore regionale alla Salute, alla Coesione sociale e al Welfare dell'Umbria - abbiamo continuato a garantire tutti i servizi sanitari e sociali essenziali, assicurando non solo la gestione dell'emergenza ma anche prestazioni di qualità e di prossimità, per dare un segnale di normalità alla popolazione. Questo modulo sanitario avanzato rappresenta un risultato importante, raggiunto grazie a un proficuo lavoro di squadra, che consente di fornire tutte le attività di diagnostica per immagini, inclusa la Tac, nel territorio della Valnerina, dando risposte efficaci ai bisogni di salute dei cittadini. Norcia e la Valnerina - ha continuato - sono le prime realtà colpite dal terremoto, nell'area del centro Italia, ad avere una dotazione del genere e ciò è motivo di grande orgoglio per l'Umbria. Ringrazio quanti hanno contribuito a realizzare questa struttura, in modo particolare la Roche che ha saputo creare questa occasione ".


Il progetto rappresenta un ulteriore passo in avanti nel ritorno alla normalità per gli abitanti della cittadina umbra e dei centri limitrofi tra cui Arquata del Tronto, Accumoli e Amatrice, per i quali Norcia è da sempre punto di riferimento. Il nuovo reparto consentirà infatti all'Ospedale di erogare circa 8.000 prestazioni radiografiche ogni anno. Nel dettaglio il nuovo reparto sarà dotato di diverse apparecchiature recuperate dalla struttura inagibile e trasferite nel nuovo modulo prefabbricato quali:


Tomografo assiale computerizzato Siemens Somatom Sensation 16 slices
Ortopantomografo Planmeca PM Froline XC
Tavolo radiologico Telecomandato GMM Opera T90E
Teleradiografo per esami della colonna in toto sotto carico


Si tratta di una dotazione particolarmente importante soprattutto se si considera che nessuno dei centri colpiti dal sisma nell'area del Sibillini è dotato di TAC, pertanto il modulo di Norcia assumerà una rilevanza strategica nella diagnostica per immagini della zona.


"Nonostante le difficoltà,- ha dichiarato Imolo Fiaschini, Direttore Generale della Usl Umbria n.2 - fin dalle prime ore dopo il sisma l'Usl Umbria n. 2 ha lavorato in emergenza, insieme alla Regione, per garantire tutti i servizi sanitari e sociali essenziali per la popolazione. Abbiamo poi continuato ad operare per garantire l'erogazione dei servizi sanitari, la loro localizzazione provvisoria e redistribuzione all'interno del territorio aziendale, in attesa della futura riconfigurazione definitiva legata alla ricostruzione post-sismica. Questo spazio - prosegue Fiaschini - rappresenta un primo consolidamento di queste iniziative, permettendo di mantenere in questo territorio un valido presidio di sanità utile a dare risposte efficaci ai bisogni di salute della popolazione. Ringrazio prima di tutto Roche che ne ha reso possibile la realizzazione e tutti coloro che hanno collaborato per raggiungere questo importante risultato."


Il Gruppo Roche, presente in Italia da 120 anni e fortemente radicato nel territorio, ha scelto di supportare la comunità umbra con un contributo di 100 mila franchi svizzeri, nella convinzione che il diritto alla salute sia uno dei primi ambiti dai quali partire per una reale ripresa delle zone colpite dal tragico sisma dello scorso anno.


"La ricostruzione di questi territori non può limitarsi ai soli aspetti materiali, ma deve essere accompagnata da una rinascita morale e sociale, con il sostegno e l'intervento delle Istituzioni pubbliche, ma anche dei soggetti privati - commenta Maurizio de Cicco, Presidente e AD Roche Italia. Come Roche il nostro obiettivo è contribuire in modo concreto al lungo e difficile percorso verso il ritorno alla normalità di queste popolazioni. Ci auguriamo che questo progetto possa essere un valido segnale di speranza per tutte quelle persone che hanno vissuto in prima persona il dramma del terremoto, perdendo con esso i loro affetti, le loro case, il loro passato."


 


 



Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
TWX Evolution
Stile Creazioni
Necrologio
Lavanderia La Perfetta
Gabetti Immobiliare
Associazione Cristian Panetto
Spoleto Cinema al Centro
Ristorante La Pecchiarda
Perugia Online
Pizzeria Mr Cicci
Performat Salute Spoleto
Lavanderia La Perfetta
Principe
De.Car. Elettronica
Sicaf Spoleto
Bonifica Umbra
Supermercati della convenienza offerte speciali
Guerrini Macron Store
Ferramenta Bonfè