Spoletonline
Edizione del 07 Aprile 2020, ultimo aggiornamento alle 15:10:41
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Spoletonline
cerca nel sito
Ristorante Albergo LE CASALINE
Osteria della Torre
Spoleto Cinema al Centro
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Axis Italy
Agriturismo Posto del Sole
Alimentari Di Cicco Pucci
Ristorante al Palazzaccio
Ristorante Pecchiarda
Electrocasa Spoleto
Libreria Aurora
Parafarmacia Serra
Stampa articolo

Politica, 16 Luglio 2017 alle 08:09:17

La Libreria Aurora di Spoleto insieme alla Carovana Antifascista e la Banda Bassotti a Bruxelles per il Donbass

'Non vogliamo finanziare con le nostre tasse la guerra dei nazisti di Kiev. Siamo qui per difenderci dalla barbarie contro i veri terroristi' [Fotogallery]


Yuri Di Benedetto

Dopo aver contribuito alla spedizione di aiuti umanitari nelle Repubbliche Popolari e aver organizzato varie iniziative in Umbria, la Libreria Aurora - insieme alla Carovana Antifascista organizzata dalla Banda Bassotti - ha partecipato ad una conferenza al Parlamento europeo a Bruxelles. L'iniziativa ha portato, per la prima volta dal colpo di stato avvenuto in Ucraina nel 2014, la voce delle Repubbliche


Popolari con dei propri rappresentanti all'interno del Parlamento europeo. E' stato un momento politico internazionale molto importante. L'iniziativa ha incontrato molti fastidi da parte delle autorità europee, espressi con lettere di disapprovazione dirette alla conferenza in atto e con la presenza in aula del Presidente della Commissione esteri europea come controllo della stessa.


Si è discusso e documentato l'attuale situazione nel Donbass, denunciando il supporto aperto che l'UE dà al governo fascista di Kiev e le colpe immense dell'Imperialismo Usa ed europeo con il loro braccio armato, la Nato, nelle cause scatenanti la guerra. Si è portato, sempre nella sede europea durante gli interventi, la solidarietà alla Siria e al Venezuela come esempi attuali e tragici di queste politiche di destabilizzazione, strumentali al capitale monopolistico internazionale. L'iniziativa si è conclusa con la proposta di riconoscere le Repubbliche Popolari come il primo passo necessario per un futuro di pace e stabilità.


Toccante e veramente apprezzato dai presenti in aula il comunicato letto dalla Banda Bassotti che, fin dalla prima ora, ha sostenuto e sostiene ogni lotta internazionale contro l'imperialismo.
Lo riportiamo completo:


INTERVENTO AL PARLAMENTO EUROPEO
"POLINA, questo è il nome della prima bambina morta sotto i bombardamenti del governo di Kiev. Da quel momento, fino a un mese fa, sono stati assassinati 120 bambini nella Repubblica di Lugansk e 141 nella Repubblica di Donesck. Abbiamo negli occhi la Statua dei due bambini che da poco è stata inaugurata a Donesck. La statua ritrae Sidoryuk Kiril Vladimirich, fratello più grande che con il proprio corpo ha coperto la sorella più piccola. Colpito da schegge il fratello muore per salvare la vita di sua sorella. E poi decine di scuole, infrastrutture civili, ospedali, fabbriche, strade, case distrutte. Civili assassinati da cecchini in una guerra che continua dal 7 aprile 2014.


Questa guerra purtroppo la finanzio anche io e non voglio. Non voglio che il mio lavoro, le mie tasse vadano a pagare un branco di assassini nazisti. Siamo venuti qui per dimostrare ancora una volta che esiste un'Europa fatta da lavoratori, da disoccupati, che dice basta all'aggressione al Donbass. Così come diciamo No all' aggressione imperialista in Siria e Venezuela. Abbiamo visto quello che la cosiddetta pace e libertà ha portato al popolo libico e iracheno ed a molti altri popoli. Sappiamo perfettamente che la maggior parte dei nostri governi europei appoggia il governo fascista di Kiev. Ma questo non ci farà di certo desistere dal sostenere ed appoggiare, senza se e senza ma, il Donbass Antifascista e la popolazione Ucraina repressa come o peggio dell'offensiva nazista del ‘41.


Da Bruxelles vogliamo anche rompere il silenzio dei nostri Sindacati Confederali che, a distanza di tre anni, da quel 2 maggio 2014 dove decine e decine e decine di compagni sono stati assassinati nella Casa dei Sindacati ad Odessa, non hanno detto nulla. Nella Casa dei Sindacati sono state stuprate donne, compagni bruciati vivi e bastonati fino a morire. Dai nostri Sindacati Confederali nessuna parola. Non una richiesta di indagine. Solo un terribile silenzio. Questo ci dà la misura, se mai ci servisse, del ruolo di questi sindacati confederali nella politica italiana. Servi del potere.


Dopo essere stati tre volte in Donbass con la Carovana Antifascista della Banda Bassotti, ci sembrava doveroso venire a Bruxelles nella sede del Parlamento Europeo e portare il nostro Odio per un governo che invade, uccide, tortura, stupra con l'aiuto dei governi Europei e con la grande regia del governo degli Stati Uniti. Qui dentro questo palazzo si decide molto di quello che poi si trasforma in bombe, in civili assassinati in Donbass. Questo palazzo, che doveva essere il simbolo di un'Europa antifascista e democratica, è invece oggi simbolo di un Europa fascista e imperialista che non rispetta il suo popolo e lo prepara alla guerra. Che dimentica le sue origini e quindi, consapevolmente, ripete vecchi orrori. Siamo qui per difenderci dalla barbarie e dall'oppressione contro i veri terroristi.


Come sempre ricordiamo a tutti i governi europei che non faremo un passo indietro, non lasceremo mai soli quei Popoli aggrediti dall'asse imperialista Usa/Europa, che ormai abitualmente usa la guerra per imporre il proprio modello economico e sociale a tutto il mondo.


Ricordiamo come se fosse ieri quelle madri e quei bambini visti a Gorlovka, Alchesk, Stakhanov. Ricordiamo le facce di quei miliziani figli del Popolo, maestri, carpentieri, poeti che hanno imbracciato le armi per difendere la loro terra. La stessa Terra dove prima di loro, un popolo fiero e patriota ha scacciato il nazismo fino a Berlino.
Al loro fianco staremo fino alla Vittoria finale.
NO PASARAN!"

BANDA BASSOTTI - BRUXELLES - Luglio 2017 - PIANETA TERRA



Salute e Bellezza Tracchegiani
Lavanderia La Perfetta
Il Biologico Spoleto
Multiservizi Spoleto
Cioccolateria Vetusta Nursia
Azienda Modena


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Associazione Cristian Panetto
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
La Fabbrica del Gelato
Visit Scheggino
Bar delle Miniere
Bar ristorante Belli - Spoleto
Spoleto Cinema al Centro
Bonifica Umbra
Acqua Evo
Principe Store
Trattoria del Passo d'Acera
Il Pianaccio
Terminal alle Mattonelle
Bar Moriconi
Adicom