Spoletonline
Edizione del 17 Ottobre 2017, ultimo aggiornamento alle 01:53:33
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Adcomm
Spoletonline
Adcomm
cerca nel sito
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Fondazione Giulio Loreti
Spoleto Cinema al Centro
Aldo Moretti S.r.l.
Libreria Aurora
Parafarmacia Serra
TWX Evolution
Mrs Sporty
Ristorante Albergo LE CASALINE
Agriturismo Colle del Capitano
Vus Com
Centro Dentistico Cristina Santi
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Civico 53
Lavanderia La Perfetta Self
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Pc Work
The Friends Pub
Stampa articolo

Spoleto - Istituzioni, 18 Luglio 2017 alle 14:34:10

Sportello del cittadino, sindaco convoca e poi diserta incontro con Spi-Cgil

'Prende in giro gli spoletini, ma non fermerà la protesta'. Il testo del manifesto del sindacato. In arrivo nuove iniziative per riportare l'ufficio in periferia [Commenti]


Daniele Ubaldi

Presi in giro dal sindaco di Spoleto, ma decisi più che mai a proseguire nella loro battaglia. La vicenda dello spostamento dello Sportello del Cittadino da via dei Filosofi al centro storico sta assumendo i caratteri del grottesco, dopo l'incredibile gesto del sindaco di Spoleto Fabrizio Cardarelli che, prima,


convoca la Cgil scongiurandone il sit-in di protesta, e poi diserta l'appuntamento nella sede di Palazzo comunale, senza giustificarsi in alcun modo e senza, soprattutto, contattare nuovamente il sindacato nel giro di un intera settimana. Questa mattina - 18 luglio - la Cgil e lo Spi-Cgil di Spoleto hanno convocato i media locali per riferire il singolare e gravissimo episodio, ma anche per ribadire che non faranno un solo passo indietro nella protesta. Presenti, oltre ai segretari loci di Cgil e Spi Venturini e Cerasini, anche i membri del direttivo Evangelisti e Raggi e, soprattutto, il segretario provinciale Spi-Cgil Messoli.


Proprio da quest'ultimo le dichiarazioni più decise: "Il sindaco è stato scorretto, oltre che con noi, con gli oltre 5 mila iscritti della Cgil di Spoleto, dei quali 3 mila e 500 dello Spi. Avevamo deciso di abbassare la pressione come gesto di distensione dopo l'invito fattoci pervenire il giorno prima del presidio, ma lui non si è presentato all'appuntamento che ci aveva dato. E' un fatto gravissimo. E' molto raro che un'istituzione prima convochi il sindacato e poi diserti l'incontro. Ad ogni modo noi andiamo avanti, stiamo stampando un manifesto che affiggeremo dappertutto in numero non inferiore alle 150 copie. Inoltre venerdì è convocato il direttivo per decidere quali ulteriori iniziative intraprendere per protestare contro questa iniziativa dell'amministrazione, che crea un enorme disagio alla maggioranza dei cittadini per accontentarne pochi".


Il segretario locale Cgil, Venturini, ha introdotto la conferenza ripercorrendo i fatti: "Come noto, per il 12 luglio avevamo convocato un sit-in di protesta davanti Palazzo Comunale, per dissentire riguardo lo spostamento in centro storico dello Sportello del Cittadino, che creerà enormi disagi ai 36 mila spoletini che risiedono al di fuori della cinta muraria. Il giorno prima della protesta, il sindaco ci ha invitato ad un incontro per l'indomani (mail spedita al sindacato l'11 luglio alle 13.50, ndr), il che ci ha fatto 'alleggerire' il presidio come segnale di dialogo. Ed invece ad attenderci nell'ufficio del sindaco, il giorno dopo, abbiamo trovato soltanto il dirigente Gori, che si è limitato ad illustrarci quanto già deciso dalla giunta. Nessuno ci ha detto il motivo per il quale il sindaco non si è presentato: sappiamo solo che non ha risposto al telefono e, come ci hanno riferito più tardi, che è stato avvistato in piazza del Mercato, proprio mentre noi eravamo nel suo ufficio ad attenderlo, a poche decine di metri".


Entrando nella questione, il Comune sostiene di risparmiare circa 100 mila euro spostando lo Sportello da via dei Filosofi al centro storico. "Noi la pensiamo diversamente - ha ribadito Venturini - basta guardare ai ticket del parcheggio per la mobilitò alternativa. Il Comune assicura che sarà offerto per due ore e mezza di sosta per chi si reca allo Sportello, ma se andiamo a prendere le visite che ogni anno riceve questo ufficio - circa 35 mila - e le moltiplichiamo per due ore e mezza di ticket... Ed inoltre si pensa di istituire un servizio navetta per disabili, che prevede un accordo con la Croce Verde. Un accordo che ovviamente sarà oneroso. Insomma, su 38 milioni di euro di bilancio non crediamo che qualche spicciolo di risparmio - ammesso che ci sia - valga il disagio di quasi tutti gli spoletini. Tra l'altro, se avessero accolto la nostra richiesta di essere consultati prima dell'approvazione del bilancio dell'ente, questa voce gliel'avremmo contestata ben prima di adesso. Ma non ci hanno voluto convocare. Ad ogni modo la nostra protesta va avanti".


E' amareggiato Cerasini dello Spi: "Nessuno ci ha detto dove fosse il sindaco né quale fosse il motivo della sua assenza. La reputo una gravissima mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini. Una mancanza che, però, non ci farà certo desistere dal rivendicare le nostre istanze. Venerdì, cioè dopodomani, ci riuniremo e decideremo quali ulteriori iniziative intraprendere. Tra l'altro, in merito alle spese di affitto, ci dicono sempre cifre diverse. Addirittura se si parla con la Comunità montana, che quell'affitto lo riscuote, la cifra cambia ancora. Parlano di risparmi, ma non lasciatevi ingannare: lo scopo non è risparmiare, quanto pagare una cambiale al centro storico".


Determinato anche Evangelisti: "La nostra proposta è quella di far restare lo Sportello del Cittadino lì dov'è stato da sempre. Vogliono metterne uno in centro? Lo mettano anche in centro, ma lascino al suo posto l'originale".


Di seguito il testo integrale del manifesto della Cgil in fase di stampa:
"Non può esistere uno Sportello del Cittadino che non tiene conto delle esigenze vere della popolazione!
Surreale l'approccio del sindaco di Spoleto, Cardarelli, alle questione 'sportello del cittadino'!
Con la scusa (non dimostrata) dei risparmi il Comune di Spoleto vuoel spostare lo sportello del cittadino da via dei Filosofi a Palazzo Leonetti Luparini.
Con la scusa di rivitalizzare il centro storico si rende irraggiungibile lo sportello per i cittadini che ne hanno bisogno.
Infatti la sede individuata dal Sindaco è un vero percorso ad ostacoli disseminato di barriere architettoniche che rendono lo sportello irraggiungibile per le persone che ne hanno bisogno.
E inoltre di fronte alle giuste proteste dei 'cittadini' caro Sindaco non si può fare finta di dialogare, dichiarandosi disponibile agli incontri per poi evitare di esserci.
I cittadini vanno rispettati.
Il Sindaco se vuole discutere lo faccia seriamente senza ulteriormente prendere in giro i cittadini, se invece vuole continuare con questa 'ammuina' farà i conti con la mobilitazione dei cittadini di Spoleto".


Insomma, se Cardarelli pensava che convocare e poi snobbare il sindacato fosse una mossa strategica per silenziare la protesta, probabilmente ha fatto male i suoi conti. Il che, talvolta, può accadere anche ad un professore di matematica. Ben peggiore, invece, è la figuraccia che l'istituzione Comune di Spoleto ha fatto con i suoi cittadini e con il concetto stesso di educazione civica, quanto mai labile nell'esecutivo di questa amministrazione.



Commenti (8)

Commento scritto da Rosario Murro il 18 Luglio 2017 alle 14:53
Comprensibile il risparmio sulle casse comunali, ma i cittadini per quello che pagano di tasca loro hanno di rispetto ed essere agevolati. chiedo a Cardarelli di rivedere il trasferimento dello Sportello del Cittadino.


Commento scritto da claudio marini il 18 Luglio 2017 alle 15:35
La linea attuale della SPI - CGIL è più che corretta. anche se- a mio avviso- un po' tardiva. Magari sarebbe stato meglio che tutto il mondo sindacale - non solo la CGIL- avesse espresso la propria posizione verso questo ennesimo esempio di cattiva amministrazione e di mancanza di rispetto verso i rappresentanti dei Lavoratori e dei Cittadini. Per le fasce deboli ( anziani, portatori di handicap ecc.) ora lo sportello del Cittadino è veramente difficile da raggiungere. Una decisione del tutto impopolare ! Sarebbe questa la sbandierata " rivitalizzazione del Centro Storico" ? Riflettano a lungo, gli spoletini che li hanno eletti , questi autentici "campioni di democrazia" !


Commento scritto da Booh il 18 Luglio 2017 alle 15:48
Perche solo la cgil???poi la protesta é partita a trasloco finito....ma per favore....


Commento scritto da Enzo il 18 Luglio 2017 alle 18:19
Al sindacato interessa che Spoleto viva o che muoia definitivamente?.Portare gente in centro,con scale mobili comode,è veramnte così offensivo per lor signori?

Sempre lotte di retroguardia eh.Ma non capite che oramai la gente non vi segue più? Un po' di coraggio,e basta lotte ideologiche.Se il Sindaco fosse stato di sinistra,non avreste alzato neppure un ciglio.


Commento scritto da RAS il 18 Luglio 2017 alle 20:17
Sembra proprio che facciano tutto il peggio per scontentare i cittadini con il pretesto del centro storico. Basti pensare che hanno intenzione di spostare anche le telecamere all'incrocio di viale Matteotti-Via Martiri della Resistenza così quasi nessuno andrà più alla Posta, i residenti che hanno bisogno di essere accompagnati perché privi di macchina dovranno fare un bel pezzo di strada anche di notte e così anche chi ha problemi di deambulazione, ....insomma ce la mettono tutta per rendere la vita al centro sempre più complicata e difficile, altro che rivitalizzazione ! Questo progetto è un altro ostacolo e non se ne capisce l'utilità. I residenti non sono affatto contenti, per non parlare poi di chi ha attività come alberghi, ristoranti, bar, cinema... speriamo proprio che in un momento di lucidità si tolgano dalla testa certe idee

Sembra che l'unico problema dell'Amministrazione sia il traffico (praticamente inesistente tranne qualche breve periodo) e che non si accorga che per larga parte dell'anno la città è quasi deserta e che tutti i fautori del centro vuoto sono quelli che non lo frequentano minimamente.


Commento scritto da Ancora!!!! il 18 Luglio 2017 alle 21:32
Il 5 luglio scorso...mo so' quasi 2 settimane e il suic stava ancora nella (ormai) vecchia sede, la cgil pubblicava su questo giornale un articolo dove esprimeva tutta la sua rabbia e dichiarava le proprie intenzioni di protesta contro il trasferimento delli sportello del cittadino. Testualmente parte dell' articolo riportava " La Cgil però non vuole lasciare nulla di intentato e a breve (la data è ancora da definire) organizzerà una manifestazione di protesta davanti al municipio attraverso la quale esprimere la “propria contrarietà” al trasferimento dello Sportello del Cittadino da via dei Filosofi a palazzo Leonetti ". Ma sta manifestazione? Tutta sta contrarietà? Forse è tempo di smettere di abbaiare e iniziare a mozzicare no? Altrimenti i primi ad essere scorretti con gli oltre 5000 iscritti alla cgil siete proprio voi che fate promesse di protesta ma di concreto non avete fatto ancora nulla. Per la cronaca il suic del centro storico ha riaperto oggi! Le proteste si dovrebbero fare prima e non dopo i fuochi!


Commento scritto da demisec il 19 Luglio 2017 alle 20:59
Fin dai miei ricordi da ragazzo per fare un qualsiasi certificato mi sono dovuto sempre recare in Comune............e credo che così dovrà giustamente essere. Il Comune si trova al centro storico e San Giovanni di Baiano e San Martino in Trignano sono frazioni del Comune come tante altre. Per arrivarci oggi, a differenza di anni fa, ci sono due comode scale mobili, pertanto credo che, tranne per i disabili che solitamente hanno un regolare lasciapassare anche per le vetture, tutti gli altri dovranno e potranno fare pochissimi passi, non credo più di quelli che fino ad ora facevano dal parcheggio all\'ingresso dello sportello di via Filosofi. In ultimo.........finalmente una decisione presa da cittadino di Spoleto, abitante nel centro storico e non nelle solite periferie.........


Commento scritto da Roberta Privitera il 20 Luglio 2017 alle 20:43
non credo ci debbano essere cittadini di serie A e B...io e mio marito, un paio di mesi fa, abbiamo accompagnato una signora anziana e cardiopatica che, dal centro storico doveva andare allo sportello del cittadino...ci ha riconosciuto e fermati mentre eravamo in macchina fermi ad un incrocio, ha quasi rischiato di farsi investire da altre macchine che sopraggiungevano...era visibilmente agitata e stanca. Diceva di aver perso il bus e non sapeva come fare.

Non finiva di ringraziarci...Peccato sia morta una settimana dopo, sennò ne avrebbe da dire.


Aggiungi un commento [+]
Associazione Cristian Panetto
Principe
Bonifica Umbra
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Performat Salute Spoleto
Lavanderia La Perfetta
Lavanderia La Perfetta
Ristorante La Pecchiarda
Aldo Moretti S.r.l.
Bar Kiss
Spoleto Cinema al Centro
Pizzeria Mr Cicci
Stile Creazioni
Supermercati della convenienza offerte speciali
De.Car. Elettronica
Perugia Online
Bar Moriconi
TWX Evolution
Sicaf Spoleto
Ferramenta Bonfè