Spoletonline
Edizione del 20 Ottobre 2017, ultimo aggiornamento alle 21:34:53
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Adcomm
Spoletonline
Adcomm
cerca nel sito
Civico 53
Fondazione Giulio Loreti
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Mrs Sporty
Libreria Aurora
Pc Work
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Lavanderia La Perfetta Self
Aldo Moretti S.r.l.
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Spoleto Cinema al Centro
Ristorante Albergo LE CASALINE
Parafarmacia Serra
Centro Dentistico Cristina Santi
Vus Com
TWX Evolution
Agriturismo Colle del Capitano
The Friends Pub
Stampa articolo

Spoleto - Opinioni, 05 Settembre 2017 alle 15:24:46

Al via il Concorso per il Primariato di Radiologia

[Commenti]


Enzo Ercolani

 


Dei tre primariati annunciati per Spoleto dall'assessore Luca Barberini , uno, quello di Radiologia, è alle porte. 


Ne avevo scritto già nel mese di dicembre ("Non c'è due senza tre") , quando sembrava che fosse lì lì per essere espletato. Qualcosa, poi, si era inceppato , rallentando l'iter della procedura, ma ora, a quanto risulta, è tutto pronto per il gran giorno: i candidati, infatti, sono stati convocati per questa settimana.
Tutti debbono possedere una serie di requisiti chiaramente espressi nel Bando: grande competenza ed esperienza in tutte le sezioni nelle quali si articola il servizio di Radiologia spoletino (diagnostica radiologica tradizionale, ecografica, Tac, Mammografia ed RMN) e, in specifica aggiunta , la conoscenza della diagnostica cardiologica con le alte tecnologie.
Qualcuno, commentando l'articolo di dicembre, aveva chiesto che fossero resi pubblici i curricula dei candidati. E' una richiesta più che legittima, cui si è cercato, spulciando qua e là, di dare risposte esaurienti.
Scorrendo l'elenco dei candidati troviamo:
Il dott. Ernesto di Cesare, di 57 anni, professore associato di Diagnostica per Immagini presso l'Università dell'Aquila, già Presidente del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia dal 2006 al 2009 , autore di innumerevoli lavori scientifici (nonché di un libro molto conosciuto ed apprezzato dai radiologi italiani) e, infine, anche in possesso della specializzazione in Cardiologia. Il dott. Adolfo Siciliani, 59 anni, proveniente dall'Ospedale di Crotone dove è responsabile, dal 1999, della Struttura Semplice RX,Ecografia, TC e RM. Il dott. Angelo Lemmi, 58 anni, un radiologo che si è fatto le ossa nell'Azienda Ospedaliera di Perugia e che dichiara un'esperienza a tutto campo (diagnostica radiologica tradizionale, ecografica, TAC e RMN). Il dott. Vincenzo Iaconis, 62 anni, proveniente da Terni ed in possesso anche della specializzazione in Radiologia Oncologica.
Oltre a questi 4 candidati "esterni" ci sono gli "interni", ovvero medici che già lavorano nella USL 2. Quattro di loro vengono da Foligno. Il dott. Federico Crusco ha 41 anni ed ha un incarico di alta specializzazione, essendo responsabile della Cardioradiologia. Il dott. Francesco Osimani , 43 anni, è esperto di Radiologia interventistica, una branca superspecialistica della Radiologia. Il dott. Renato Ricci, 59 anni, è Responsabile della Struttura Semplice dipartimentale di Neuroradiologia. Il dott. Riccardo Loretoni, 55 anni, Responsabile della Struttura Semplice dipartimentale Senologia e Screening senologico, è un radiologo che, come testimonia il suo curriculum, si è dedicato prevalentemente alla senologia .
In fondo alla lista c'è il candidato di Spoleto, un dirigente di I° livello che lavora sodo e con grande competenza in ogni settore del Servizio spoletino (tac, RMN, diagnostica radiologica tradizionale ed ecografica) . E' il dott. Marco Carlani, 43 anni, fra l'altro molto stimato da tutti i suoi colleghi (e questa cosa non è di poco conto visto che a chi dirige un servizio si richiede innanzitutto la capacità di armonizzare e rendere produttivo il lavoro di squadra ). E' sicuramente il Davide che si batte contro "i Golia" .
Vedremo come andrà a finire. L'importante , per gli spoletini, è che venga conferito l'incarico ad un professionista valido e padrone indiscusso di tutte le competenze richieste nel Bando. Soprattutto per un rispetto nei confronti dell'utenza: che senso avrebbe, infatti, premettere nel Bando che sono necessarie determinate cognizioni se poi, come pare sia avvenuto in passato, al cittadino paziente (e contribuente) queste capacità non vengono assicurate?


 


 


 



Commenti (1)

Commento scritto da gianfiorello il 06 Settembre 2017 alle 16:20
Non conosco gli esterni, per cui non mi pronuncio. Tra gli interni, che invece conosco, c'è un radiologo che per professionalità, umanità, esperienza acquisita, disponibilità, competenza specifica riconosciuta dai colleghi di Foligno e Spoleto risulta essere unico. Non faccio nomi per non bruciarlo. Anche perchè, non avendo padrini e padroni politici, in barba al merito verrà certamente escluso. D'altronde basta leggere il vs. articolo. Quando da una parte si parla di alta specializzazione o di branche superspecialistiche o di grande competenze e dall'altra di strutture semplice significa che i giochi sono stati fatti anche voi avete scelto secondo i desiderata. Questa è l'Italia inchiniamoci al padrino e non al merito!


Aggiungi un commento [+]
Lavanderia La Perfetta
Ferramenta Bonfè
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Supermercati della convenienza offerte speciali
Perugia Online
Stile Creazioni
Ristorante La Pecchiarda
Sicaf Spoleto
Performat Salute Spoleto
Bar Moriconi
Bar Kiss
Associazione Cristian Panetto
TWX Evolution
De.Car. Elettronica
Pizzeria Mr Cicci
Aldo Moretti S.r.l.
Lavanderia La Perfetta
Bonifica Umbra
Spoleto Cinema al Centro
Principe