Spoletonline
Edizione del 16 Dicembre 2017, ultimo aggiornamento alle 00:35:24
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
Natale a Scheggino
Spoletonline
Natale a Scheggino
cerca nel sito
SUPERMERCATI DELLA CONVENIENZA
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri
Parafarmacia Serra
AROF Agenzia Funebre
Spoleto Cinema al Centro
Agriturismo Colle del Capitano
TWX Evolution
Libreria Aurora
Ristorante Albergo LE CASALINE
Caccia Pesca Fuochi d'Artificio
Centro Dentistico Cristina Santi
Maison del Celiaco
Pc Work
Vus Com
Mrs Sporty
Bonifazi Immobiliare Spoleto
Lavanderia La Perfetta Self
The Friends Pub
Stampa articolo

Spoleto - Scuola e Formazione, 13 Settembre 2017 alle 20:15:19

AZIONE DI PROTESTA DEL FGC DAVANTI I LICEI PER L'INIZIO DELL'ANNO SCOLASTICO

[Fotogallery]

A Spoleto all'ingresso delle scuole, come in altre città dell'Umbria si è iniziato l'anno scolastico in maniera movimentata con azioni di mobilitazione in vista delle manifestazioni dell'autunno per le proteste degli studenti. A organizzare la protesta contemporaneamente alle centinaia di azioni sul


territorio nazionale sono i militanti del Fronte della Gioventù Comunista (FGC), che invita gli studenti ad "alzare la testa" e a lottare per una scuola diversa.
"La scuola che viviamo è sempre più lontana dalle esigenze degli studenti, è una scuola di classe piegata agli interessi delle imprese e dei loro profitti", ha dichiarato Yuri Di Benedetto responsabile regionale del FGC. "La nostra mobilitazione è centrata nel far risaltare gli esiti negativi della Buona Scuola sopra tutto nell'alternanza scuola-lavoro obbligatoria che è la dimostrazione più chiara di questo stravolgimento: si permette ai padroni di sfruttare il lavoro gratuito di un milione e mezzo di studenti l'anno e risparmiare sulla formazione aziendale; si lascia alle imprese la possibilità di avere voce in capitolo sulla didattica e di sostituirsi allo stato nel finanziamento delle scuole. Mentre avviene tutto questo il diritto a un'istruzione di qualità è limitato o negato alla maggioranza degli studenti, tanto che un giovane su sei non riesce a finire il proprio percorso di studi. Questo modello educativo non valorizza le capacità degli studenti ma li educa alla precarietà e a un futuro di rassegnazione. Non siamo disposti a chinare la testa di fronte a tutto questo, abbiamo bisogno di un'educazione diversa e siamo determinati a conquistarla» conclude Di Benedetto «Siamo pronti a mobilitarci in tutta la regione come nel resto del paese, costruendo fin dai primi giorni di scuola la mobilitazione nazionale del 13 ottobre. Pensiamo già ad un'assemblea studentesca pubblica e regionale per sviluppare un percorso di lotta non fine a se stesso per coinvolgere gli studenti medi di tutti gli istituti superiori. Organizziamoci e lottiamo per rivendicare una scuola che sia davvero a misura di studente, al servizio di noi futuri lavoratori e non delle imprese private. Cominciamo questo anno scolastico a testa alta, perché è più che mai necessario rispondere agli attacchi sistematici portati avanti contro il nostro futuro".


 



Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Necrologio
TWX Evolution
Bonifica Umbra
Guerrini Macron Store
Principe
Supermercati della convenienza offerte speciali
Sicaf Spoleto
Gabetti Immobiliare
De.Car. Elettronica
Pizzeria Mr Cicci
Stile Creazioni
Associazione Cristian Panetto
Lavanderia La Perfetta
Ristorante Sabatini 'Il Giardino del Corso'
Lavanderia La Perfetta
Performat Salute Spoleto
Ristorante La Pecchiarda
Ferramenta Bonfè
Spoleto Cinema al Centro
Perugia Online